La Corea del Sud vuole bloccare Biden alla WTO e chiede aiuto alla Germania

Mario Roth
31/08/2022

La Corea del Sud vuole bloccare Biden alla WTO e chiede aiuto alla Germania

Con la firma dell’Inflation Reduction Act da parte del Presidente Biden, i crediti d’imposta per i veicoli elettrici sono stati estesi fino al 2032. C’è solo un problema: non tutti i veicoli elettrici potranno beneficiarne. Degli EV e dei PHEV in vendita, solo una ventina riceveranno il credito di 7.500 dollari perché la legge prevede che l’auto debba essere assemblata in Nord America. Questo esclude immediatamente una serie di auto elettriche come la Hyundai Ioniq 5 e la Kia EV6.

In Corea del Sud l’hanno presa decisamente male, perchè in pratica la nuova legge rende di fatto le auto elettriche di Hyundai, Kia e Genesis più costose di 7.500 dollari rispetto alla concorrenza americana. Secondo quanto riferito dalla Reuters, il governo coreano non intende rimanere in silenzio sulla questione.

Hyundai IONIQ 5

Non a caso Hyundai Motor Company incontrerà l’Unione Europea, più precisamente le autorità tedesche,  per risolvere in qualche modo la questione. “La Corea del Sud e la Germania, che esportano veicoli elettrici negli Stati Uniti, condividono le stesse preoccupazioni in merito alla legge statunitense sulla riduzione dell’inflazione e abbiamo intenzione di cercare di collaborare, ad esempio discutendo con la Germania e l’Unione Europea, nel prossimo futuro“, ha dichiarato il Ministero dell’Industria della Corea del Sud in un comunicato.

Questa legge ha un impatto anche sui veicoli elettrici costruiti in Germania, come l’Audi Q4 e-tron che è stata messa in vendita negli Stati Uniti proprio questo mese. La Q4 doveva essere in vendita a partire da 43.900 dollari, più un credito di 7.500 dollari, ma a causa dell’aumento dei costi di produzione, il prezzo è aumentato e ora parte da 48.800 dollari, e senza credito aggiuntivo. Anche BMW e Mercedes fanno parte delle case che non beneficiano degli incentivi.

Audi Q4 Sportback e-tron

La Korea Automobile Manufacturers Association prevede di rilasciare una dichiarazione congiunta a settembre con l’ACEA. La KAMA ritiene che l’Inflation Reduction Act avrà un impatto su oltre 100.000 esportazioni di veicoli elettrici dalla Corea del Sud e che la legislazione discrimina il Paese e rompe l’alleanza economica con gli Stati Uniti.

Hyundai sta lavorando rapidamente per costruire il proprio impianto per auto elettriche in Georgia, ma la casa automobilistica non può anticipare più di tanto i suoi piani. Tra Hyundai, Kia e Genesis, Hyundai Motor Company prevede di investire miliardi nella produzione statunitense, quindi la mancanza di un margine di manovra o di un periodo di eliminazione graduale nella legge è una beffa insopportabile.

kia EV6 GT 2023

La Corea del Sud potrebbe rivolgersi alla WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, sostenendo che l’Inflation Reduction Act viola l’accordo bilaterale di libero scambio tra la Corea e gli Stati Uniti.

Al momento, sembra che le case automobilistiche straniere abbiano poche possibilità accedere agli incentivi, se non quella di spostare la produzione negli Stati Uniti, in Canada o in Messico. Di certo Biden non si è fatto alcun scrupolo nel proteggere gli interessi nazionali, andando ben oltre rispetto a quanto fatto dal suo predecessore Donald Trump.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram