Pardo 50 in anteprima mondiale a Cannes

Pardo 50

Pardo Yachts annuncia il suo secondo modello, il Pardo 50, che sarà presentato in anteprima mondiale al Salone di Cannes 2018.

24 agosto 2018 - 8:49

Pardo 50 è il secondo modello di Pardo Yachts, che sarà presentato in anteprima mondiale al Salone di Cannes 2018. Il nuovo brand del Cantiere del Pardo, dedicato alle imbarcazioni a motore, lancia sul mercato questo 16 metri walkaround che afferma definitivamente la Pardo Yachts come nuovo brand leader del Made in Italy.

Forte degli oltre quarant’anni di esperienza nella costruzione di imbarcazioni di qualità del Cantiere del Pardo, che ha portato al varo di oltre 4.000 imbarcazioni a vela Grand Soleil, Pardo Yachts è già diventata sinonimo di potenza, eleganza, qualità, comfort e funzionalità personalizzabili su richiesta dell’armatore. Come il fratello minore di 43 piedi, il Pardo 50 è stato progettato da Zuccheri Yacht Design, in collaborazione con l’ufficio tecnico del Cantiere del Pardo, per un armatore esigente, attento alla qualità, al design, al lusso Made in Italy e al comfort associati alle alte prestazioni e alla velocità.

Pardo 50: carena e scafo

Il Pardo 50 è un buon compromesso tra prestazioni e comfort, grazie a uno scafo a V profondo a geometria variabile, 16° a poppa ed oltre 50° nelle sezioni prodiere che gli regalano un’ottima tenuta di mare e allo stesso tempo una perfetta manovrabilità, per planare in sicurezza e velocità.
Fondi convessi garantiscono anche una maggiore robustezza di forma. Per quanto riguarda la costruzione, si adotta la tecnica della laminazione sottovuoto in infusione con resina vinilestere e con fondo e chiglia monolitici. Le fiancate e la poppa sono in sandwich di pvc ad alta densità. Anche la coperta viene laminata in infusione con sandwich di pvc ad alta densità per garantire una maggiore coibentazione termica ed acustica.

Pardo 50: la motorizzazione

La motorizzazione è stata spostata il più possibile verso il baricentro dello scafo per migliorare la stabilità e avere un migliore centro di gravità. Sono presenti due motori Volvo IPS 600 nella versione standard, mentre su specifica richiesta dell’armatore è possibile montare i Volvo IPS da 700 o 800. La timonieria elettronica è dotata di jostyck per le manovre e di manette elettroniche. Il posizionamento dei motori il più possibile a centro barca impedisce alla prua di alzarsi facilitando e accelerando l’inizio della planata e assicurando una costante buona tenuta del mare anche a velocità elevate.

Pardo 50: la coperta

Il Pardo 50 è un’imbarcazione pensata per chi ama vivere il mare in compagnia, con ospiti a bordo, ma anche godersi dei momenti di estremo relax in pochi. Per questo motivo il piano di coperta è sviluppato su una conformazione walkaround su un unico piano da poppa a prua senza gradini ed è interamente protetto da murate rialzate per dare garanzia di sicurezza.

A poppa è prevista come optional la possibilità di installare una plancetta abbattibile. A potenziare il relax o il divertimento a filo d’acqua sono le murate poppiere con due sezioni laterali abbattibili fino a diventare altre due spiaggette. Queste vere e proprie terrazze sul mare ampliano anche l’area calpestabile del pozzetto. Tutto il pagliolo è in teak naturale come dotazione standard; su richiesta può essere sostituito dal teak sintetico. Massima personalizzazione invece è lasciata ai gusti dell’armatore per quanto riguarda i colori e i tessuti delle cuscinerie di bordo.

Le zone dedicate al relax sono posizionate a prua, dove trova spazio un’ampia area prendisole, ed a poppa. Proprio a poppa c’è un ampio letto prendisole sotto il quale si nasconde un vano di stivaggio che può essere allestito anche come garage per il tender, per ospitare un Williams 285. Caratteristica degli spazi esterni, la cucina prevista in due diversi layout: una cucina standard con passaggio longitudinale verso l’ingresso sottocoperta oppure una cucina più ampia con piano di lavoro a tutta larghezza e con passaggio laterale verso l’ingresso per le cabine.

Il T-Top fisso di circa 16 metri quadri, costruito in fibra di carbonio rigida e leggera, copre dalla zona timonieria fino alla zona pranzo, con la possibilità di estendere la copertura verso poppa con un bimini. Quest’ultimo può essere installato con un meccanismo elettrico integrato nella parte superiore del T- Top o con una soluzione manuale con pali. Per le ore notturne è prevista un’illuminazione apposita che crea un’atmosfera da sogno in tutto il pozzetto.

Pardo 50: gli interni

La distribuzione degli interni è davvero unica per un’imbarcazione walkaround open: a bordo del Pardo 50 troviamo infatti un grande open space con due cabine e due bagni, con la possibilità di avere anche la cabina per il marinaio, caratteristica forte di questo nuovo modello. La linearità e la raffinatezza degli arredi vengono esaltati dall’accurata scelta dei legni e dall’attenzione ai dettagli che rendono gli interni del Pardo 50 un’eccellenza del Made in Italy. La cabina armatoriale ha volumi importanti, presenta un letto matrimoniale con cassettiera sotto il materasso, un armadio a tutta altezza e un bagno con box doccia separato, oltre a diversi vani utilizzabili come portaoggetti. La cabina ospiti, arredata con armadi e cassetti, presenta invece due letti singoli e un bagno con box doccia integrato e accesso sia dalla cabina che dal corridoio. Tutti i colori e i materiali possono essere personalizzati seguendo i gusti dell’armatore.

Quello che fa del nuovo Pardo 50 un’icona unica in questo segmento di imbarcazioni a motore sono quindi le tecnologie avanzate presenti a bordo associate al design, all’eleganza, alla qualità e alla possibilità di personalizzazione, caratteristiche del DNA del Cantiere del Pardo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Evo R6 Open

Evo R6 Open: in anteprima al Salone Nautico di Genova 2020

Azimut Magellano 25 Metri Open your eyes

Azimut Magellano 25 Metri Open your eyes: il corto di Gabriele Muccino

Riva 88 Folgore

Riva 88 Folgore: uno sport-fly di abbagliante bellezza