Tuccoli T210VM

Tuccoli T210VM compatta nelle dimensioni, esagerata nei contenuti

Duplice esordio per il Tuccoli T210VM. Il suo debutto ufficiale è avvenuto con due esemplari motorizzati con fuoribordo Suzuki, che dimostrano due delle molte combinazioni di finitura e accessori del più compatto tra i fisherman che nascono nel cantiere livornese.

4 agosto 2021 - 11:30

Il nuovo Tuccoli T210VM ha una lunghezza complessiva di 6,80 metri e una larghezza di 2,55 metri. Il tutto contenuto in un peso di 1800 kg. Per adattare la carena di questo T210VM, evoluta da quella storica del Tuccoli T21 Moby Dick prodotto in quasi 70 esemplari, all’uso dei fuoribordo si è deciso di allungarla. Questo ha consentito di avere sufficiente volume per dare la spinta idrostatica addizionale a poppa, con una lunghezza inferiore a quanto sarebbe stato necessario utilizzando un bracket. In questo modo è stato possibile mantenere la lunghezza dello scafo entro i 7 metri e poter utilizzare i posti barca di categoria inferiore, risparmiando anche sui costi di gestione.

Tuccoli T210VM: scafo e motori

In conformità alle sue dimensioni e alla velocità di punta, l’angolo della V prodiera è di 40 gradi che si aprono fino a un angolo di deadrise fissato a 20 gradi. In carena sono presenti due pattini laterali per smorzare il rollio all’ancora e rendere più piacevoli e proficue le sessioni di pesca. In più, i flap sono sistemati in recessi dello scafo e rimangono a filo dello specchio di poppa in modo da non interferire con eventuali lenze portate in giro dalla preda.

Lo scafo è realizzato in laminato pieno, con spessori variabili che vanno da 8 mm sul fianco a 15 mm sulla chiglia. Il tutto è stato rinforzato con un ragno strutturale parzialmente controstampato. La costruzione del natante è in vinilestere e poliestere stratificata a mano. La coperta è stata progettata “a sandwich”, con un’anima in PVC da 15 mm e con una densità di 60 kg per metro cubo. Gli spessori sono variabili e sono compresi tra 20 e 25 mm.

Le velocità di punta misurate a bordo durante le prove in mare, sono state di 41,3 nodi per il T210VM motorizzato con il Suzuki DF250 e 34,5 per l’unità con il fuoribordo Suzuki DF175AP.

I primi due modelli, varati e testati a Livorno, sono stati motorizzati con due propulsori di diversa potenza: Suzuki DF175AP drive-by-wire con comandi elettronici, un’unità termica 4 tempi con 4 cilindri in linea da 2.867 cc., definita dal costruttore giapponese di tipo “Big Block”, in virtù della sua grande cilindrata, che proprio grazie alla cubatura cospicua, dispone di un rapporto di compressione elevato, di 10,2:1, che assicura valori di coppia superiori, soprattutto ai bassi e medi regimi, con accelerazioni mozzafiato.

Suzuki DF250, con comandi meccanici, un fuoribordo dalla potenza adrenalinica, che sotto la calandra cela un potente motore a 6 cilindri a V da 55°, con una cilindrata totale di 3.614 cc, doppio albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro. A dimostrazione di come questa imbarcazione possa essere declinata in diversi allestimenti e diversa scelta di potenza installabile.

Tuccoli T210VM: pesca

L’anima del T210VM, come il più grande T250VM a cui si ispira e di cui sfrutta molti elementi, come la consolle, è proprio quella dell’imbarcazione da pesca con dimensioni ridotte. I suoi punti focali destinati allo sportivo sono stati sviluppati grazie alla proficua collaborazione con Marco Volpi, pluricampione italiano e 33 volte campione mondiale di pesca in diverse specialità da natante, che ha messo la sua esperienza a disposizione del reparto progettuale del cantiere.

Per agevolare l’attività del pescatore durante la sua azione, Tuccoli ha studiato ogni dettaglio, per la timoneria il cantiere mette a disposizione due sedute: un poggiareni con supporto seduta dotato di apertura posteriore, che ospita gli accessori da pesca e piano di lavoro; una panca centrale per quattro persone cha al suo interno ha uno spazio per la cassetta dell’attrezzatura sportiva e uno volume ulteriore utilizzabile come spazio rimessaggio o come vasca del pescato, riempibile di acqua di mare e svuotabile tramite rubinetto di uscita.

Nei due modelli di debutto, entrambi gli armatori hanno scelto questa soluzione, ma nel modello con livrea verde acqua e motorizzato con il Suzuki DF175AP è stato aggiunto un poggiareni removibile sfruttabile sia da chi siede frontemarcia sia da chi guarda verso poppa.

Il nuovo Tuccoli T210VM dispone di nove gavoni disposti in varie zone della coperta: uno a prua, uno nella seduta anteriore a ridosso della timoneria, uno davanti alle gambe del timoniere; due nella seduta; tre sotto il calpestio in pozzetto più la vasca del vivo. un ulteriore spazio utile è nella parte alta del T Top dove è alloggiata la radio VHF.

Anche in questo caso i due esemplari in acqua mostrano diverse interpretazioni nel grandissimo gavone prodiero, che si sviluppa sotto tutto il ponte di prua, dal pozzo dell’ancora alla console di guida: più essenziale il modello color avorio sulle murate e con il Suzuki da 250 cavalli che ha lasciato tutto questo volume alle necessità di stivaggio. Più accessoriato l’esemplare verde acqua che in questo spazio ha aggiunto un wc marino, oltre ad avere già optato per il salpancora elettrico e il vetro fumé nella parte apicale del parabrezza della consolle.

A poppa è prevista una vasca del vivo (raddoppiabile su richiesta) la cui chiusura rappresenta un comodo piano di lavoro. La doccetta è nella parte posteriore della barca. Come nel modello più grande, è possibile aggiungerne una opzionale a mezzanave. Su richiesta è possibile avere anche i trincarini imbottiti come optional, per rendere comoda ogni sessione sportiva. Lo specchio di poppa è apribile per accedere alla plancetta poppiera, sfruttabile per l’intera larghezza, grazie alla distanza tra la testa del fuoribordo e lo specchio di poppa stessa.

Oltre ai portacanne, posti sul T Top realizzato in traliccio di tubolare inox, sui capo di banda delle due murate e di poppa, sono presenti quattro portacanne posizionati sotto la consolle di guida, che consentono di lasciare a bordo, ma in uno spazio chiuso a chiave, gli accessori per le attività alieutiche.

La disposizione degli spazi consente alle persone a bordo di non avere preoccupazioni e di concentrarsi unicamente sul mare. La navigazione a bordo di ogni Tuccoli è lineare e confortevole. La nuova entry level è lo strumento perfetto per affrontare il Mediterraneo in tutte le condizioni e tornare sempre carichi di soddisfazione.

Tuccoli si posizione sul mercato con un rapporto qualità/prezzo ottimo, offrendo un prodotto a un prezzo accessibile. Infatti il prezzo base del Tuccoli T210VM, nella versione Hard Top senza motore, è di € 40.000 + IVA.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fort Lauderdale Boat Show 2021 Absolute Yachts

Fort Lauderdale Boat Show 2021 Absolute Yachts: il debutto di 48 Coupé e 60 Fly

Baglietto T52

Baglietto T52: il nuovo motor yacht dislocante

Rosetti Superyachts 38m EXP My Emocean

Rosetti Superyachts 38m EXP My Emocean: non il classico explorer yacht!