Camion con gomme consumate: quali rischi?

Redazione
27/07/2022

Camion con gomme consumate: quali rischi?

Preoccuparsi della manutenzione, quando si gestisce una flotta di camion, è fondamentale e questo è risaputo. Si tratta infatti di un’operazione necessaria per evitare di trovarsi a sostenere costi esorbitanti in futuro ma anche per prevenire alcuni rischi che di certo non ci si può permettere di sottovalutare.

In particolare, è quando si parla di gomme camion che l’attenzione dovrebbe essere massima: gli pneumatici, se eccessivamente usurati, si possono rivelare estremamente pericolosi. Consentire ad un autocarro di circolare con delle gomme consumate significa esporre il conducente ma anche altre persone a pericoli davvero importanti e commettere sostanzialmente un reato.

È per tale ragione che quando si parla di camion, la manutenzione degli pneumatici dovrebbe sempre essere posta in primo piano. Controllare il livello di usura delle gomme e pianificare una corretta manutenzione consente di evitare rischi e conseguenti problematiche che potrebbero incidere, tra l’altro, anche sul budget.

Gomme del camion consumate: quali sono i rischi

Se le gomme di un autocarro sono consumate, i rischi sono davvero numerosi. Innanzitutto, gli pneumatici usurati compromettono la stabilità del camion e la sua aderenza su strada. Un battistrada troppo liscio allunga notevolmente lo spazio di frenata del mezzo, ma non solo: aumenta anche in modo significativo il rischio di aquaplaning.

Mettersi alla guida di un autocarro con gli pneumatici usurati equivale sostanzialmente a condurre un mezzo che non è in grado di garantire stabilità e aderenza alla strada. Ciò significa che il rischio di provocare incidenti aumenta e sappiamo molto bene quanto un camion possa essere pericoloso anche per gli altri mezzi che circolano.

Gli pneumatici svolgono un ruolo determinante, in tutte le auto, ma in modo particolare quando si parla di autocarri che devono trasportare pesi ingenti e necessitano dunque di una stabilità nettamente superiore rispetto alle altre vetture.

Cosa dice il Codice della Strada

Senza dubbio, i maggiori rischi in caso di pneumatici usurati riguardano l’incolumità del conducente del mezzo e quella degli altri automobilisti che circolano su strada. È tuttavia importante precisare che il Codice della Strada prevede delle norme ben precise anche per quanto riguarda le gomme. Queste devono rispettare determinati standard, altrimenti si va ad infrangere la legge e si rischiano sanzioni decisamente importanti.

Secondo il Codice della Strada, il battistrada degli pneumatici deve avere sempre un disegno che sia ben visibile con intagli la cui profondità non può scendere al di sotto di 1,6 millimetri. Naturalmente poi non devono essere presenti tagli sulla ruota, che aumenterebbero in modo notevole il rischio di scoppi.

Qualora un camion non dovesse rispettare questi requisiti imposti dal Codice della Strada, il proprietario del mezzo rischia di andare incontro a sanzioni dall’importo elevato ma anche a provvedimenti molto seri. Sono infatti previsti il ritiro della carta di circolazione, l’obbligo di revisione del veicolo e naturalmente quello di sostituzione delle gomme.

Tutto questo si potrebbe facilmente evitare provvedendo ad una manutenzione regolare e periodica del mezzo. Esistono centri specializzati in Italia, come i centri Euromaster, che offrono proprio tale servizio e che chiunque gestisca una flotta di autocarri dovrebbe contattare.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.