L’omaggio agli stili passati non passa mai di moda, e Hyundai lo sa bene: con la nuova Ioniq 6, finalmente disponibile ai test drive, Hyundai sceglie di rifarsi sulle auto anni Trenta con una streamliner elettrica che ha molti punti a favore: l’autonomia fino a 614 km, la potenza di 325 CV e la ricarica a 800 Volt che recupera l’80% in 18 minuti. Sembra proprio l’ideale per un bel pomeriggio tra i vigneti delle Langhe, e infatti lo è. Non ci credete? Ve lo dimostro qui sotto.

Questa è la location di partenza, Casa di Langa. E mi è anche andata bene con il tempo

Ioniq 6
Si tratta di un vecchio casale ristrutturato come hotel a 5 stelle e vista magnifica, con tanto di piscina e ristorante stellato. Qui ci si rilassa parecchio in un panorama idilliaco.

Quando si dice essere trasparenti…

Ioniq 6
La cucina, è a vista. Una cosa che ultimamente va molto di moda.

 

Il mio pranzo nelle Langhe parte con una Battuta di Fassona unita a nocciole e Roccaverano.

Ioniq 6
Ci sta un po’ di freschezza per iniziare.

 

Il piatto principale: pennette al ragù di mare e piselli dell’orto.

Ioniq 6
Di quale orto? Ve lo faccio vedere qui sotto.

 

L’orto è questo, perché qui cercano di rispettare la stagionalità e di produrre molte delle materie prime.

Ioniq 6
Quando si dice KM zero. Bravi!

 

Infine il tanto decantato dolce: croccante di mela con gelato e panna.

Ioniq 6
Ricoperto con? L’effetto “carta da regalo” è eccezionale.

 

Decantato giustamente, s’intende.

Ioniq 6
Entrambe le foto ammetto essere state scattate velocemente perché ero concentrato sull’assaggio.

Ora ci starebbe un riposino, soprattutto sulla Ioniq 6 che, fedele alla sua famiglia, è comoda e spaziosa.

Ioniq 6
Qui stavo pensando a cosa scrivere sulla Ioniq. Così comoda che parlare di “business class” è riduttivo.

 

Nonostante la forma “streamliner”, quindi berlina-fastback, dentro c’è spazio per tutti!

Ioniq 6
Io felice perché la prova ginocchia che non toccano è superata, e questo anche con il sedile anteriore tutto indietro ed impostato sulla mia altezza di soli 1,94 m. Da record!

 

Il merito va al passo molto lungo, visti gli sbalzi ridotti

Ioniq 6
Ioniq 6 utilizza la piattaforma modulare E-GMP, con batteria piatta e sottile. Come si nota, gli sbalzi sono ridotti per la massima abitabilità.

 

Dietro non manca nulla, nemmeno i sedili riscaldati

Ioniq 6
Belli i rivestimenti interni, che cercano di essere i più ecologici possibile. Sono rivestiti di tessuti biologici o in PET riciclato dal mare, e biologica è anche la vernice sia interna che esterna.

 

Tra i vigneti delle Langhe sembra proprio l’ideale

Ioniq 6
La Ioniq 6 deriva dalla concept car Prophecy, ispirata alle vetture anni ’30. Il legame con la 5 però si nota dai Pixel LED.

 

E sembra l’ideale anche in questo contesto “rustico”

Ioniq 6
Fa molto Italia da film, come lei sembra un po’ uscita da qualche film vintage.

 

A bocca aperta nell’ammirare la cura maniacale ai dettagli, persino sulle telecamere che sostituiscono gli specchietti…

Ioniq 6
L’elemento pixel/quadrato ritorna anche nel design trasparente della Ioniq. Potrebbe essere tranquillamente un oggetto di design a sé stante.

 

…la cui immagine è proiettata all’interno da appositi schermi laterali.

Qui c’è una discussione tra chi preferisce gli specchietti tradizionali e chi quelli con telecamera. Voi da che parte state?

 

Anche il logo ha lo stesso font

Ioniq 6
Questo è stato il momento in cui ci siamo innamorati dei led…

 

Il mio “giochino” preferito… è una funzione pazzesca

Le telecamere di Ioniq 6 sono in grado di ricreare l’auto in poligono 3D per aiutare nelle manovre. Posso scegliere che visuale avere, anche in base all’eventuale ostacolo vicino all’auto.

 

Prima di partire, però, bisogna sistemare l’audio!

La personalizzazione riguarda sia la musica che il suono del motore, personalizzabile su tre livelli.

 

Qui si fa sul serio: guarda che subwoofer appena dietro i sedili posteriori!

Ioniq 6
Un subwoofer made in Bose, come tutto il sistema audio. E suona che è un piacere: garantito!

 

L’auto che sto guidando è la top di gamma: 2 motori elettrici, 325 CV e 605 N/m

Ioniq 6
La comodità è il suo forte, così come la versatilità: di fianco a me il tunnel centrale ha un comodo appoggio per lo smartphone, presa USB-A e fa anche da tavolino per il PC.

 

Il volante si impugna che è un piacere, e l’auto è decisamente maneggevole

Ioniq 6
Tra l’altro, i quattro pixel si illuminano in base al contesto, per esempio mentre l’auto è in carica.

 

Quello che ho gradito è che è tutto a portata di mano, dal selettore di marcia a quello delle Drive Modes.

Ioniq 6
Il pulsante Drive Mode messo in quel punto, ricorda un po’ il layout delle auto sportive: mi piace.

 

Andrò in Eco, Comfort o Sport?

È facile riconoscere quando sono andato in sport: è il momento in cui la telecamera traballa di più!

 

Altro punto forte: il cx aerodinamico di 0,21, responsabile del piacere di guida…

Ioniq 6
… ed anche dei bassi consumi su strade veloci.

Su queste strade, poi, la voglia di guidare ti viene per forza

Ioniq 6
Curve e controcurve in un contesto magnifico: cosa volere di più dalla vita?

 

La batteria è da 77,4 kWh e nella nostra versione ha 519 km di autonomia

Ioniq 6
Il navigatore dialoga con l’auto, e impostando le colonnine più vicine indica le eventuali soste da fare per arrivare a destinazione, oltre a preriscaldare la batteria ottimizzando la ricarica.

 

L’autonomia massima è di 614 km nella versione a singolo motore da 231 CV

Ioniq 6
Questa è la versione anche più efficiente nei consumi: 14 kWh / 100 km, non male viste dimensioni.

 

Dubbio amletico: rinuncio a un po’ di potenza o a un po’ di autonomia?

Ioniq 6
La risposta non è semplice, lo so. Tutte le versioni però hanno sistema di tensione a 800 Volt: recuperano l’80% di batteria in 18 minuti, oltre 300 km in 15 e oltre 100 km in 5 con ricarica di oltre 300 kW in CC

Difficile scegliere con questa vista…

Ioniq 6
Sapete cosa vi dico? Facciamo che anche oggi deciderò domani. Oggi sono troppo impegnato a guidare la nuova Ioniq 6.

Insomma, Ioniq 6 è un’elettrica molto interessante, e con lei posso visitare tutte le cantine delle Langhe senza mai ricaricare un po’ come quando con la Ioniq 5 me ne sono andato sul lago d’Iseo e dintorni in tutta tranquillità.

Un’auto personalizzabile, non solo in fase di acquisto tra motori, tagli di batteria, colori o tipi di specchietto, ma anche per quanto riguarda gli interni, che sono pensati per essere accoglienti e comodi per la lettura, per il lavoro e, appunto, per la guida, tutte doti che, insieme a quelle tecniche, le sono valse il titolo di World car of the Year.

Già ordinabile, la Ioniq 6 parte da 47.550 € in allestimento Progress, e nella nostra versione con 2 motori elettrici e 77,4 kWh di batteria allestimento Evolution si arriva a 62.450 €. In Italia, gli specchietti digitali fanno parte del Tech Pack da 1.800 €, unico pacchetto esterno agli allestimenti classici, che include anche il tettuccio apribile.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram