115 anni dal primo volo dei fratelli Wright

17 Dicembre 1903: il primo volo dei fratelli Wright

17 dicembre 2018 - 15:35

Se fossimo in questi giorni a Dicembre nel 1903, saremmo i testimoni, forse persino scettici, di quella che fu la più grande rivoluzione del trasporto umano e che cambierà per sempre il modo di viaggiare e di percepire le distanze.

115 anni fa, esattamente il 17 Dicembre, i fratelli Wright compivano il loro primo volo, con il primo aereo della storia umana. Tralasciando i dettagli tecnici di quel giorno memorabile, vorrei ricordare la passione dei due fratelli Wright attraverso 5 fatti un po’ curiosi:

• Una volta pronto il velivolo, lo storico Flyer, Orville e Wilbur Wright decisero chi dovesse stare ai comandi, lanciando una monetina. Il lancio avvenne tre giorni prima il 14 e fu vinto dal più vecchio dei due Wilbur. Il volo del 14 fu però un disastro e fini con il danneggiamento dell’aeroplano. E così tre giorni dopo, fu Orville a pilotare il Flyer per quei dodici secondi che cambieranno la storia.

• Non tutti sanno che l’ossessione per il volo in casa Wright nacque per via di un giocattolo. Un regalo ricevuto dal papà, un oggetto fatto di sughero carta e bambù, che una volta lanciato in aria, per lo stupore dei due piccoli Wright, rimase in aria per un po’, fino a toccare il soffitto e cadere poco dopo sul pavimento.

• Nessuno dei due poteva vantare titoli di studio. Entrambi frequentarono le scuole superiori, ma per motivi differenti, non ottennero il diploma. Interessante notare come spesso, molte delle più importanti invenzioni o scoperte, nascono negli ambienti non ufficiali della cultura, dettate dalla spinta della passione più che dalle capacità di titoli accademici.

• I fratelli Wright non si sposarono mai. Wilbur una volta disse che non avrebbe avuto tempo per dedicarsi contemporaneamente ad una donna e un aeroplano.

• Durante la prima passeggiata sulla Luna, Neil Armstrong portava all’interno delle proprie tasche due frammenti originali del Flyer che aveva eseguito lo storico primo volo. Un omaggio ai due fratelli e forse anche un gesto scaramantico, in ogni caso un elemento che unisce due momenti importantissimi per la storia dell’umanità.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Roberto Parragué Singer e l’Isola di Pasqua

AW 139 Vigili del Fuoco entra in servizio

Posto a bordo: la gentilezza paga sempre