clacson

Anche gli arerei usano il clacson?

Ci avevate mai pensato?

30 novembre 2019 - 10:00

Gli arerei usano il clacson? Al volante della nostra auto, se ci innervosiamo per qualcosa che non va, una bella strombazzata di clacson risolve tutto. E se siamo su un aereo? Beh le cose qui sono sicuramente diverse, ma…diciamo che poteremmo stupirci  di trovare un clacson anche a bordo degli aerei. Credete stia scherzando? Niente affatto.

Se entriamo ad esempio in una cabina di un Airbus, in quello che viene chiamato di solito overhead panel, cioè il pannello di controllo sopra la testa dei piloti, possiamo scovare un pulsante con la scritta MECH. Si trova assieme ad alcuni altri, in una sottocategoria dedicata alle comunicazioni con varie sezioni del velivolo. Qualora venga premuto, a terra, l’eventuale personale di controllo e manutenzione dell’aeroplano, vedrà accendersi una apposita luce di servizio e sentirà un suono finché il pulsante rimane pressato.

Secondo gli addetti ai lavori, non vi dovete aspettare il suono imponente di un clacson da bisonte della strada, ma piuttosto un segnale acustico, a volte appena udibile nel trambusto delle operazioni di terra. Questo strumento, può ovviamente avere delle differenze tra un modello di aereo ed un altro, sia per la disposizione del comando per attivarlo, sia per il timbro dello stesso. Rimane il fatto che l’idea di fondo dei progettisti è quella di fornire una possibilità in più per attirare l’attenzione di qualcuno che sta armeggiando sul nostro velivolo, dalla cabina, senza troppo sforzo.

Non viene mai usato in volo e tanto meno per segnalazioni da aeroplano ad aeroplano, come invece facciamo spesso con le nostre automobili. Per delle comunicazioni più efficaci ovviamente gli operatori usano delle cuffie e possono dialogare direttamente con i piloti attraverso un sistema interfonico. In ultimo vorrei aggiungere che si può anche fare il contrario. Nei pressi dell’alloggiamento del carrello anteriore, nel muso dell’aereo, di solito vi è un pulsante che permette di chiamare e contattare coloro che sono nel cockpit. Quindi anche gli aerei hanno il loro clacson, non così possente ed essenziale come per noi automobilisti, ma comunque una forma di segnalazione acustica, anch’essa finalizzata ad attirare l’attenzione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Argentina in moto

Argentina in moto: il tour nel grande e colorato nord-ovest

bagno in aereo

Bagno in aereo: una invenzione italiana

Smart Parking

Smart Parking: progetto pilota a Mantova