Attestato di Pilota APR drone

Come ottenere l’Attestato di Pilota APR ENAC: il patentino per i droni

28 aprile 2020 - 16:00

Enac dall’inizio di quest’anno, vi permette di ottenere l’Attestato di Pilota APR per le operazioni non critiche, quello che sostanzialmente viene chiamato il patentino per i droni, attraverso una procedura On Line.

Un’ opportunità interessante sia perché il sito di Enac mette a disposizione tutto il necessario per poter conseguire l’attestato, sia per il fatto di poter studiare autonomamente, nei tempi che vogliamo e sostenere l’esame direttamente sul sito dedicato. Secondo la normativa vigente questo Attestato di Pilota APR vi permetterà di pilotare droni da 0 a 25 kg a scopo professionale.

Bisogna aggiungere una piccola precisazione. Dal prossimo Luglio la normativa europea prevederà l’esigenza obbligatoria di questo attestato per chiunque voglia pilotare un drone di peso superiore ai 249 grammi, sia che venga usato per scopo professionale, sia per solo divertimento. In pratica da Luglio in poi,  l’importanza di questo documento sarà molto più forte per tutti coloro che si vogliano avvicinare ai droni in maniera un po’ più seria.

Come posso fare per iscrivermi all’esame per l’Attestato di Pilota APR?

Se siamo maggiorenni è obbligatorio avere lo SPID ovvero il sistema pubblico di identità digitale, mentre per i minorenni è sufficiente la scansione di un documento di identità con validità in corso, in aggiunta a quello di un genitore.

Una volta accertata l’identità del candidato, sul sito di Enac potete scaricare gratuitamente la documentazione relativa agli argomenti trattati nell’esame, che si chiama Syllabus. Il testo riassume le normative legali e i vari regolamenti, per l’utilizzo in sicurezza dei droni, chiarendo le responsabilità e i limiti di impiego.

Come funziona l’esame per l’Attestato di Pilota APR?

L’esame è costituito da una sorta di quiz a scelta multipla, 40 domande a cui bisogna rispondere in 60 minuti, rispondendo giusto almeno al 75% per cento delle stesse. Il punteggio è di due punti per ogni risposta corretta, un punto in meno per ogni errore e zero punti se non rispondete. Per ora si hanno a disposizione sei tentativi, cioè possiamo fare l’esame sei volte per arrivare al risultato. I primi due tentativi si possono anche svolgere nell’arco della stessa giornata. Se sbagliamo entrambe le volte, dovremo aspettare due giorni e poi saremo ancora in grado di svolgere due prove in ventiquattro ore. Se sbagliamo tutte e 6 le volte, Enac ci sospenderà per un mese prima di poter fare un altro tentativo.

Quanto costa ottenere il patentino per i droni?

Il costo è vantaggioso, 31 € da pagare dopo il superamento dell’esame, con immediata erogazione dell’attestato. In parole più semplici: oggi provare non costa davvero nulla. E anche quando avrete superato l’esame per il patentino dei droni, la cifra è sicuramente abbordabile.

Attenzione però: dal primo Luglio il pagamento dovrà invece essere fatto prima di affrontare la prova d’esame e sarà tenuta valida solo per i 6 tentativi a disposizione. Se vi dovesse spaventare il dover affrontare il testo per la preparazione, vi posso dire che gli argomenti trattati non sono assolutamente complessi e la difficoltà dell’esame è calibrata in modo corretto ed onesto. In più, ricordatevi, lo svolgerete da casa, tranquilli tranquilli, con tutto ciò che vi può servire a disposizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

villeneuve f104

Sfida auto contro aereo: chi vince? [Video]

pan am gioco da tavolo

Pan Am: il gioco da tavolo è assolutamente da provare!

EHang: trasporto pubblico urbano con droni autonomi