flight24

Flightradar24: ecco dove sono i menù segreti per rintracciare tutti i voli.

Dove si trovano i menù segreti di Flightradar24, a cosa servono e come si usano per avere tutti i dettagli del volo cercato.

30 marzo 2022 - 13:00

Flightradar24 è l’applicazione più usata per seguire i voli in diretta sui nostri smartphone. Effettivamente possiamo dire senza timore di smentite che ad oggi sia davvero la più completa, apprezzata e diffusa.

Il successo crescente di questi anni è dovuto principalmente al fatto di avere un’ampia copertura del sistema di raccolta dati dei velivoli in volo, che consente in modo facile di rintracciare qualsiasi aeroplano con estrema facilità e dovizia di dettagli.

Ci sono tre menù segreti

Oggi vorrei vorrei mostrarvi 3 menù all’interno dell’applicazione per smartphone che vi faranno accedere ad altrettante pagine con informazioni aggiuntive ed interessanti, che però non sono in bella evidenza e a qualche utilizzatore potrebbero essere persino sfuggite.

All’avvio, Flightradar24 mostra solitamente la mappa della zona in cui vi trovate e i voli presenti nella stessa. In alto abbiamo una barra di ricerca che permette di inserire una chiave per identificare il volo o l’aeroporto che vogliamo trovare.

Se guardiamo con attenzione troviamo proprio al di sotto dello spazio per la ricerca, una piccola linea orizzontale. Apparentemente insignificante, è in realtà l’appiglio per un menù a scomparsa. Se la trasciniamo verso il basso infatti, si aprirà una nuova pagina, suddivisa in tre settori.

Il primo è chiamato “Voli più seguiti” e vi elenca appunto i voli con il maggior numero di visualizzazioni in diretta, ordinati per numero di utenti che li stanno osservando in questo preciso momento. Con un semplice tap sopra di esso possiamo subito averlo di fronte ai nostri occhi e seguirlo.

Questa funzione è molto utile in quanto capita talvolta che siano presenti nei cieli voli speciali, primi voli assoluti, aerei storici particolari, voli importanti per ragioni umanitarie o per qualsiasi altro motivo, che ovviamente, una volta in aria, potremmo avere la curiosità di seguire. E in questo modo il gioco è fatto dando anche a noi l’opportunità di seguire il volo più importante del momento.

La seconda opzione del menù a tendina si chiama “Statistiche” ed è qualcosa di più tecnico. È sostanzialmente un resoconto di come e con quale apparato gli aeroplani trasmettono i loro dati a terra, sempre in diretta, e suddivisi tra quelli visibili sulla mappa che state osservando e quelli globalmente tracciati dall’applicazione stessa.

Il numero totale dei voli ci fornisce anche un idea di quanti aerei siano in volo in questo momento, visto che Flightradar24 ha davvero una copertura quasi completa, che tralascia una percentuale veramente esigua dei voli sul globo.

In ultimo abbiamo la sezione chiamata “Tweet”, di ovvia comprensione. Si tratta della raccolta dei tweet più recenti dall’account ufficiale di Flightradar24 , che spesso fornisce informazioni particolari per un volo specifico, o anche notizie generiche riguardo il mondo dell’aviazione.

Questo menù nascosto ci tiene in caldo quindi informazioni comunque preziose sia per un semplice curioso, che per un appassionato e se non lo avevate ancora scovato, vi invito ad andare a darci un occhiata.

Per chi ancora invece non abbia mai provato Flightradar24, ricordo che l’applicazione è gratuita ma c’è la possibilità di sottoscrivere un abbonamento Silver o Gold. Ogni tipo di abbonamento sblocca qualche funzione in più ed è usufruibile su più dispositivi diversi che condividano lo stesso account.

Io consiglio la Silver che, per circa 10 € all’anno ci permette di avere la rimozione dei banner pubblicitari, notifiche personalizzabili, condivisione su due dispositivi contemporaneamente e tutte le informazioni di volo più rilevanti a disposizione. Un ottimo compromesso qualità prezzo per qualsiasi appassionato di volo che voglia sapere cosa stia solcando i cieli in questo preciso istante.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

royal mail drone

La Royal Mail inglese userà i droni per portare la posta sulle isole

blackberry qnx

Blackberry esiste ancora e lavora sugli ADAS di nuova generazione

Oppo Enco Air2

Oppo Enco Air2: i nuovi auricolari con bassi ancora più potenti