4.000 per rottamare l’auto e comprare una bici: cosa c’è di vero.

Claudio Ferrari
23/08/2022

4.000 per rottamare l’auto e comprare una bici: cosa c’è di vero.

La bella notizia che in Francia il governo ha deciso di dare un incentivo di 4.000 euro a chi rottama un’auto per sostituirla con una bicicletta o una e-bike, ha fatto brillare gli occhi di molti. Qualcuno ci è venuto a raccontare che anche in Italia bisogna fare come in Olanda, dove pare che il 27% della popolazione gira in bici. Un bel numero, ovviamente, ma giustificato anche dal fatto che i Paesi Bassi sono un territorio completamente piatto.

Bene, in una mossa che potremmo definire salutistica, ecco che in Francia si stabiliscono che esistono cittadini di Serie A, quelli che sono in salute, e quelli di Serie B, ovvero quelli che sono impossibilitati girare in bicicletta. Ebbene ai primi vengono dati 4.000 euro, ai secondi nulla.

Un attimo, per avere questo bonus bisogna rottamare un’auto inquinante. E qui i colpevoli neanche a dirlo sono le auto diesel immatricolate prima del 2012 e le auto a benzina immatricolate prima del 2007. Ma non finisce qui, perchè la discriminazione diventa territoriale. Si deve essere residenti in zone urbane definite a basse emissioni, dove cioè sono attive delle forme di limitazione al traffico. In sintesi, chi abita in campagna non prende niente. Bello eh?

Ultimo, ci sono questioni di reddito. Qui il calcolo è un po’ più complicato di quanto avviene in Italia, ma il principio è che chi è “ricco”, non prende l’ecobonus.

Tutto bene ciò che finisce bene, almeno per i francesi che sono contenti così, nonostante tutte le contraddizioni che questo tipo di iniziative si porta con sé.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram