Per Alfa Romeo la qualità e la soddisfazione dei clienti sono più importanti delle vendite

Gianluca Pezzi
20/12/2022

Per Alfa Romeo la qualità e la soddisfazione dei clienti sono più importanti delle vendite

Alfa Romeo prosegue dritta con la strategia di rilancio totale del marchio, con una filosofia che oggi vede la qualità dei prodotti e la soddisfazione dei clienti essere più importanti dei volumi di vendita. L’aveva detto fin dall’inizio Jean-Philippe Imparato, che la qualità doveva essere ineccepibile e che su questo non ci sarebbero stati tentennamenti.

Anche perchè per conquistare clienti abituati a certi standard, bisogna arrivare preparati. Anche negli USA, mercato importante per tutti i marchi europei. Secondo Automotive News, Alfa sta facendo tutte le mosse necessarie per garantire ai futuri clienti un’esperienza di lusso, durante e dopo l’acquisto. Vincent Noirbent, vicepresidente nordamericano dell’Alfa per la pianificazione e la trasformazione del prodotto, ha chiarito che la soddisfazione del cliente e la qualità delle auto sono “più importanti” dei numeri di vendita.

Nuova Alfa Tonale

All’interno abbiamo i nostri processi“, ha detto Noirbent. “Lavoriamo a stretto contatto con la nostra rete, con la fabbrica, quindi sappiamo dove stiamo andando, sappiamo dove siamo diretti, vediamo che i nostri (indicatori chiave di prestazione ndr) aumentano. Ora si ottiene questo tipo di ricompensa“.

C’è da dire che i primi sforzi stanno già dando i loro frutti. Il mese scorso ha conquistato la vetta del J.D. Power Sales Satisfaction Index, salendo di ben nove posizioni. Il miglioramento di 25 punti è stato il più alto tra tutti i marchi premium.

Noirbent e il suo team ne sono consapevoli e non danno nulla per scontato: il lavoro è solo all’inizio. “C’è solo una strada da percorrere, quindi non c’è mai fine. Dobbiamo fare in modo che il prossimo anno si ripeta. Dobbiamo essere sicuri di perfezionare i nostri processi“.

Questa nuova strategia continuerà a essere implementata con l’imminente crossover ibrido plug-in Tonale 2023, che dovrebbe arrivare negli USA nel secondo trimestre del prossimo anno. La scelta di presentarsi subito con un plug-in hybrid escludendo fin dall’inizio un classico motore a benzina può sembrare insolita per alcuni analisti del settore, ma l’Alfa tira dritto senza guardarsi indietro.

Nuova Alfa Tonale

Negli ultimi mesi il mercato si è mosso in modo molto significativo“, ha dichiarato Noirbent. “Sembra che i tempi siano maturi per dire: Andiamo avanti“.

Noirbent ha anche ribadito di come Alfa sia così sicura del successo della Tonale plug-in ibrida, che non ci saranno sconti o incentivi, come aveva dichiarato mesi fa Imparato. Non solo, Alfa non ha intenzione di mettere in risalto la tecnologia ibrida, vista come vantaggio aggiuntivo per un’auto che sarà commercializzata come una “Alfa Romeo vera”.

Ciò si ricollega alla decisione del marchio di non concentrarsi su una “strategia basata sui volumi”, ma piuttosto su un “business solido”, senza vendite aumentate in maniera artificiosa. Una scommessa che il marchio italiano potrà vincere solo con la qualità delle auto ed il servizio al cliente.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram