Alfa Romeo Vassago

Alfa Romeo Vassago: il primo SUV con pianale Stellantis potrebbe essere lui

Sarà il primo con la piattaforma di Stellantis?

13 ottobre 2021 - 7:00

Non un passo montano, ma uno dei più cattivi principi degli inferi: così Alfa sottolinea potenza e cattiveria di Alfa Romeo Vassago, nome di un progetto fanmade del SUV che verosimilmente uscirà nel 2023 o 2024. Come annunciato di recente, infatti, il piano di Stellantis ha pronto il rilancio dell’azienda italiana, con un modello all’anno per i prossimi quattro anni, a partire dalla Tonale che uscirà nel corso del 2022.

Per ora solo un rendering, non è da escludere l’arrivo di un SUV più grande di Stelvio, che nel frattempo dovrebbe essere sostituito con una nuova generazione. Tonale, infatti, coprirà l’agguerritissimo segmento dei SUV premium compatti, ora dominato da Audi Q2 e BMW X1, mentre Alfa Romeo Vassago potrebbe andare ad intercettare quote di Audi Q7, Volvo XC60 e BMW X5. Hao Hu, l’autore del rendering, si immagina un’Alfa che per la prima volta può contare non solo sul design, ma anche sulla tecnologia.

Alfa Romeo Vassago: trionfo di design

Alfa Romeo Vassago è un vero e proprio trionfo di design. L’estetica è molto moderna, ed evolve quella attuale con stilemi più minimalisti e ancor più di impatto. Numerosi gli inserti LED, da quelli dei fari, fino a quelli all’interno degli iconici cerchi Alfa a 6 grossi cerchi, fino a quelli tra parabrezza e cofano.

Curiosa anche la forma di questo SUV, che riprende la nuova concezione di auto pensata dall’interno all’esterno: abitacolo spazioso grazie a un passo lungo, e posteriore molto bombato e sporgente, con apertura ad anta di armadio anziché classica, in verticale. Il disegno dei fari è molto piacevole: quelli anteriori sono spessi all’esterno e piccoli; quelli posteriori sono sottili e molto larghi, di grande impatto scenografico.

Sarà elettrica?

Dal momento che non sappiamo nemmeno se si chiamerà effettivamente Alfa Romeo Vassago, difficile dire la motorizzazione. Ma sicuramente sarà elettrificata, se non completamente a batteria.

Questo perché i piani prevedono di rendere Alfa un marchio solo elettrico entro fine decennio, cosa anche più facile rispetto ad altri marchi dato che al momento due soli sono i modelli prodotti e che, insieme a Lancia e DS, sfrutterà la nuova piattaforma STLA del gruppo Stellantis, pensata proprio per i veicoli a batteria.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto Moto d’Epoca Padova 2021: biglietti e orari, come arrivare e parcheggiare

Ferrari 250 BF Cabriolet

Jay Leno ci fa sognare con una Ferrari 250 PF Cabriolet

lamborghini lago austria

Scambia l’acceleratore col freno, finisce nel lago con la Lamborghini