Area B ed Area C a Milano: cosa cambia, quanto aumenta il ticket

Tutte le nuove regole per Area C ed Area B: il costo del ticket per l’accesso, le restrizioni per l’Area C e le regole per l’Area B.
area b milano area b milano

Ecco i cambiamenti per chiunque si trovi a dover attraversare Milano in Area B e Area C. Dall’aumento del costo del ticket di Area C a nuove restrizioni in Area B e C, è fondamentale essere informati per evitare sanzioni e disagi. Ecco una panoramica dettagliata delle nuove regole.

Diciamo subito che con l’entrata in vigore delle nuove regole, le telecamere di controllo all’interno dell’Area C non si fermeranno mai. Attive non solo durante i giorni feriali, ma anche nei weekend, le telecamere garantiranno una sorveglianza costante e continua.

Aumento del Ticket di Area C a 7,5 Euro

Nell’ambito delle nuove regolamentazioni per la circolazione all’interno dell’Area C, a partire dal 30 ottobre 2023, è previsto un significativo incremento del ticket di ingresso. Questa modifica rappresenta un passo significativo, poiché segna la prima volta, dal momento dell’attivazione nel 2012, in cui il ticket subisce un rincaro del 50% del ticket di ingresso all’Area C.

Attualmente fissato a 5 euro, il ticket subirà una variazione significativa, portando l’importo a 7,50 euro. Nello stesso tempo, i residenti avranno l’opportunità di beneficiare un aumento degli accessi gratuiti annuali da 40 a 50. Questo significa che coloro che vivono all’interno dell’Area C avranno la possibilità di accedere all’area senza dover sostenere alcun costo per un maggior numero di volte durante l’anno.

Nuovi divieti per l’Area C

area c milano

Da lunedì 2 ottobre, entreranno in vigore importanti modifiche alle regole di accesso all’Area C di Milano, interessando principalmente i veicoli destinati al trasporto merci e gli autobus con specifiche caratteristiche di alimentazione. Secondo il Comune, queste nuove disposizioni mirano a migliorare ulteriormente la qualità dell’aria nella città e a ridurre l’impatto ambientale derivante dal traffico veicolare.

Divieti aggiornati per Veicoli Commerciali

Le nuove regole imporranno restrizioni più rigide ai veicoli adibiti al trasporto di merci. In particolare, saranno colpiti i veicoli con alimentazione Euro 2/II a benzina, Euro 0-4/IV diesel con filtro antiparticolato (Fap), Euro 5 diesel, ed Euro 5 diesel senza Fap e con Fap e particolato inferiore a 0,01 grammi per kilowatt ora. Queste categorie di veicoli non saranno ammesse all’interno dell’Area C durante determinate fasce orarie.

Impatto sui bus

Oltre ai veicoli commerciali, le nuove regole avranno impatto anche sui bus che operano nell’Area C. Gli autobus con alimentazione Euro 2/II benzina, Euro 0-4/IV diesel con filtro antiparticolato (Fap), Euro 5 diesel, ed Euro 5 diesel senza Fap e con Fap e particolato inferiore a 0,01 grammi per kilowatt ora saranno soggetti a restrizioni simili a quelle dei veicoli commerciali.

Nuove restrizioni in Area B per veicoli M3 e N3

mappa varchi area b milano

A partire dal prossimo 2 ottobre, importanti cambiamenti entreranno in vigore per i veicoli delle categorie M3, ovvero destinati al trasporto di persone con oltre otto posti e una massa superiore a 5 tonnellate, ed N3 ossia quelli utilizzati per il trasporto di merci, con una massa superiore a 12 tonnellate. L’obiettivo di queste nuove disposizioni è quello di migliorare la guida sicura, in particolare per pedoni e ciclisti, e di ridurre il rischio di incidenti legati agli angoli ciechi dei veicoli pesanti.

Dal lunedì al venerdì, durante l’orario compreso tra le 7.30 e le 19.30, i veicoli delle categorie M3 e N3 potranno circolare all’interno dei 188 varchi dell’Area B solo se saranno dotati di sistemi di rilevamento in grado di individuare la presenza di pedoni e ciclisti nelle vicinanze della parte anteriore del veicolo o lungo il lato del marciapiede. Questi sistemi dovranno emettere un segnale di allerta per avvisare il conducente della possibile presenza di persone nelle immediate vicinanze del veicolo. Inoltre, sarà necessario apporre un’apposita etichetta che segnali il pericolo dovuto all’angolo cieco.

Scadenza per l’installazione dei dispositivi

I proprietari dei veicoli M3 e N3 che sono in possesso di un contratto di acquisto per l’installazione di apparecchiature atte al rilevamento di ostacoli nelle vicinanze del veicolo, potranno circolare senza restrizioni fino all’effettiva installazione del dispositivo.

Questo periodo di transizione avrà una scadenza massima, fissata al 31 dicembre 2024. Dopo questa data, tutti i veicoli delle categorie M3 e N3 dovranno essere dotati dei sistemi di rilevamento e dovranno rispettare le nuove regole di accesso.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Mastodon, Google News e Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram