Le auto elettriche costano troppo e i clienti cercano modelli più economici

Marco Dimartino
11/01/2023

Le auto elettriche costano troppo e i clienti cercano modelli più economici

Pare che qualcuno si sia accorto che le auto elettriche costano troppo per la maggior parte dei clienti, almeno in Europa. Secondo le previsioni degli esperti, le case automobilistiche europee produrranno meno veicoli elettrici rispetto a quanto previsto, poiché gli acquirenti si orienteranno verso modelli più economici. Ma dai?

Eppure a leggere i toni trionfalistici di chi parla sempre di “boom”, sembrava che andasse tutto bene. E invece no, perchè adesso scende in campo Advanced Propulsion Centre, a dire l’esatto contrario. L’APC, joint venture tra il governo britannico e l’industria automobilistica che finanzia la ricerca sui propulsori a basse emissioni, quindi un ente che possiamo considerare neutrale, ha pubblicato l’ultima analisi trimestrale del mercato automobilistico.

auto usate elettriche taroccate

Da una parte c’è la previsione per il 2025 di ben 1,1 milioni di auto e furgoni prodotti in UK, di cui 280.000 completamente elettrici. Un bel numero vero? E no, perchè la stima è in ribasso rispetto ai 360.000 veicoli su un totale di 1 milione ipotizzato in precedenza. Una tendenza simile è prevista anche nell’Europa continentale, con 12 milioni di veicoli elettrici nel 2025 rispetto agli 11 milioni stimati precedentemente.

Per l’APC il motivo è che una economia incerta spinge i clienti verso auto più economiche, cosa che porterà ad una riduzione della produzione di veicoli elettrici prevista inizialmente.

Non solo, è possibile che ci sia carenza di wafer in carburo di silicio, semiconduttore con eccellenti proprietà elettriche e termiche. L’Europa avrà bisogno di una fornitura di 600.000-800.000 wafer entro quella data, mentre il Regno Unito ne avrà bisogno di 80.000. Riusciranno le case ad avere tutti i componenti in tempo? Una domanda che non ha una risposta, ma che dipinge tinte fosche sul futuro prossimo delle auto elettriche.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram