Denza D9: la monovolume cinese che ha venduto 3000 unità in mezzora

Robin Grant
18/05/2022

Denza D9: la monovolume cinese che ha venduto 3000 unità in mezzora

Denza D9 è una monovolume elettrica cinese che agli occhi degli occidentali sicuramente potrà apparire particolarmente bella, ma le 3.000 prevendite accumulate in Cina dopo 30 minuti dal lancio dimostrano che l’estetica cambia in base alla zona del pianeta.

Denza è un marchio nato da una collaborazione tra Mercedes e il colosso cinese BYD, da noi ormai diverse volte approfondito, che dopo anni di declino punta a rinascere. E sì, proprio con questa vettura e con meno Mercedes.

Denza D9: senza Mercedes vende di più?

Denza D9 è per il marchio il simbolo della nuova era successiva alla fortemente criticata joint venture tra il colosso cinese BYD e Mercedes. Lo stesso Wang Chuanfu, CEO di BYD, ha chiarito che il gruppo tedesco avrà molta meno partecipazione visto che a inizio 2022 la quota di Stoccarda è passata dal 50 al 10%, con BYD che passa al 90%.

Denza 500

Shenzen Denza New Technology nacque nel 2010 con il nome di Shenzen BYD Daimler New Technology, ma è sempre stata una collaborazione infelice, con pochi prodotti e tanti ritardi. Nel 2012 i due produttori annunciano il marchio Denza, ma la prima auto omonima fu lanciata solo nel 2014, e solo in città selezionate.

L’estetica non aiutava. La Denza era una berlina a forma ovoidale, sicuramente già più gradevole nelle linee, i cui sedili posteriori non erano nemmeno reclinabili e quindi era poco pratica. Le vendite furono lente e poche, senza che i due colossi se ne interessassero molto. Nel 2018 a quattro anni dal lancio, Denza fu rinnovata e il nome cambiato in Denza 500, anche se la cosa non ha aiutato.

La nuova Denza

Il 2022 è l’anno in cui il marchio ci riprova, con la D9, monovolume elettrica più tradizionale nella forma e molto “cinese” nel design con il muso verticale, costituito da una griglia enorme e fari a LED che la circondano. Dietro ovviamente fari connessi al centro, in scelte estetiche che ricordano l’altrettanto brutta Hongqi Q8. Denza D9 affiancherà un SUV nella nuova gamma.

Denza 500

La vettura è disponibile sia elettrica che ibrida, e si basa sulla piattaforma Electronic 3.0 di BYD e sulla DM-i per la versione ibrida. All’interno, tanta tecnologia al punto che Denza D9 può fare videochiamate per riunioni e conferenze, ha un sistema di videogiochi e sette schermi.

I posti sono quattro e sono riscaldati e ventilati con funzione massaggio, mentre i rivestimenti sono in pelle nappa che riveste insieme al legno anche tutta la cabina.

Denza 500

Un’auto che punta al lusso, meno alle prestazioni, e che evidentemente serviva per lanciare finalmente il marchio in patria.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news