La Cina non si ferma: arriva il battery swap anche per i camion.

Nicola Spada
20/07/2022

La Cina non si ferma: arriva il battery swap anche per i camion.

Si, il battery swapping ora è a disposizione anche dei camion, a patto di avere batterie compatibili, ovviamente. Vi ricordate quando dicevamo che l’idea delle colonnine disseminate ovunque è già obsoleta, oltre che costosissima? La dimostrazione ce la danno sempre i cinesi.

La prima stazione di Sinopec di scambio di batterie per camion è entrata in funzione a Yibin, nella provincia di Sichuan, nel sud-ovest della Cina. Sinopec è il più grande fornitore di prodotti petroliferi raffinati e petrolchimici, il secondo produttore di petrolio e gas in Cina e la prima società di raffinazione al mondo.

Chi ha inventato lo scambio delle batterie?

L’idea dello scambio batterie nasce nel 1912 negli Stati Uniti ma non è mai riuscita a sfondare. Si è dovuto attendere fino al 2007 perché l’idea tornasse in auge, attraverso la start-up israeliana Better Place. L’azienda aveva lanciato diversi progetti pilota con Renault e Nissan ma dopo aver speso circa 925 milioni di dollari, la società è fallita nel 2013.

Proprio Better Place nel 2010 aveva cercato collaborare in Cina con la propria tecnologia, entrando in contatto con State Grid, la principale società elettrica cinese, Peccato che i cinesi al momento non fossero interessati a Better Place, in quanto impegnati a sviluppare i propri sistemi di scambio batterie.

Come funziona la stazione di scambio delle batterie?

La stazione di scambio di trova in una stazione di rifornimento Sinopec e sostituisce le batterie dall’alto, anziché dal telaio del veicolo come nel caso del battery swapping con NIO.

La stazione è in grado di sostituire automaticamente le batterie dei veicoli in tre minuti, con una capacità massima di 168 al giorno, e dovrebbe ridurre le emissioni di CO2 di 3.550 tonnellate all’anno.

E’ dotata di sette pacchi batterie, ciascuno con una capacità di 282 kWh. Ogni pacco batteria può supportare i veicoli per circa 140 km ed è compatibile con camion, trattori e furgoni per le consegne.

Rispetto alla ricarica tradizionale, il modello di scambio delle batterie può risolvere efficacemente il problema della scarsità di spazi di ricarica elettrica per gli autocarri pesanti e della lentezza della ricarica per le batterie di grande capacità.

Finora Sinopec ha costruito 100 stazioni di scambio di batterie e 1.513 stazioni di ricarica.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram