Bentley Flying Spur

Bentley Flying Spur entra nel mondo digitale con il “skeuomorphic”

23 aprile 2020 - 9:00

Bentley Flying Spur: quando il classico incontra il digitale. Oggi, infatti, la tecnologia digitale deve essere integrata, anche all’interno di una Bentley. La possibilità di connettersi con gli smartphone, visualizzare la mappatura digitale 3D, caricare musica, film e controllare l’atmosfera della cabina con il semplice tocco di un dito avviene grazie ai pixel e microprocessori piuttosto che a cavi e ingranaggi come un tempo. Questo è il lavoro del team Human Machine Interface (HMI), gli specialisti responsabili dei sistemi di infotainment di Bentley.

Lavorando con il team di styling di Crewe, il team di grafici ha dato vita ad una mood board di icone, colori e immagini che appariranno in un nuovo modello. Una Bentley non è uno smartphone: sarà usata e amata per generazioni. L’approccio scelto è skeuomorphic, ovvero una rappresentazione grafica 3D di un oggetto fisico, che invecchierà con la macchina.

In generale, lo skeuomorphism viene gradualmente eliminato a favore di una comunicazione grafica chiara e piatta delle informazioni. In questo senso, i quadranti e gli aghi (indicatori a lancette), sono usati per trasmettere in maniera tradizionalmente moderna.

Una delle ultime innovazioni del design digitale di Bentley è la nuova modalità dimmerabile dello schermo, per quei momenti in cui non hai bisogno di navigazione o infotainment per distrarti dalla strada da percorrere. Come il semplice pannello impiallacciato sul display rotante centrale, offre la prospettiva accattivante di un momento di “disintossicazione digitale”. Viene visualizzato un minimo di informazioni: indicatore livello carburante e temperatura del motore, tempo, velocità e temperatura esterna. Anche il quadrante del tachimetro e del contagiri vengono oscurati, ad eccezione di un leggero fascio di luce attorno alla punta di ciascun ago.

Per il display centrale della Flying Spur, ciò significava sono state disegnate circa 600 icone diverse e oltre 1.500 schermate di menu. Le grafiche che si riferiscono a sistemi o icone, come la radio Sirius negli Stati Uniti o Apple CarPlay, sono stati creati con l’assenso dei marchi. Esistono poi tre diversi sistemi audio – Bentley, Bang & Olufsen e Naim – tutti con una propria interfaccia grafica. La creazione di questo labirinto logistico ha richiesto menti pazienti, logiche e risolute. Il team di Human Machine Interface di Bentley comprende tre grafici e nove “function owners” che si assumono la responsabilità di un’area di infotainment specifica, dall’audio al clima.

Il mondo digitale si sta evolvendo rapidamente e continuerà a crescere di importanza, ma in una Bentley ci sarà sempre un giusto equilibrio. L’esperienza di viaggiare in una Bentley è sempre impagabile così come la sua grafica digitale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

offerte auto Luglio 2020

Offerte auto di Agosto 2020: le promozioni migliori del mese

Jaguar Land Rover guida autonoma

Jaguar Land Rover guida autonoma: il software per ridurre la cinetosi

Nuova Audi A5 2021

Nuova Audi A5 2021: le motorizzazioni per coupé, sportback e cabriolet