Bentley Mulliner Batur: la nuova coupé gran turismo

Caterina Di Iorgi
22/08/2022

Bentley Mulliner Batur: la nuova coupé gran turismo

Bentley Mulliner Batur è la nuova coupé gran turismo a due porte realizzata in serie limitata a 18 esemplari che rappresenta l’inizio di una rivoluzione nel linguaggio di design di Bentley. La Batur prende il nome da uno splendido specchio d’acqua naturale: il lago Batur a Kintamani, sull’isola di Bali, in Indonesia.

La Batur sarà anche la Bentley più potente prodotta ad oggi, con una versione da oltre 740PS dell’iconico propulsore W12 biturbo da 6,0 litri assemblato a mano che ha alimentato metaforicamente e letteralmente il successo di Bentley negli ultimi due decenni. Tutti i 18 esemplari della Batur sono già stati prenotati e venduti con un prezzo di 1,65 milioni di sterline. Le prime consegne sono previste nel secondo semestre del 2023.

Bentley Mulliner Batur: una rivoluzione nel design

Bentley Mulliner Batur

Il dna del design Bentley che ha guidato la creazione delle famiglie Continental GT, Flying Spur e Bentayga è stato rivoluzionato per la Batur, introducendo nuovi temi, stilemi e dettagli. La Batur anticipa i principi di design che guidano lo sviluppo del primo BEV dell’azienda, previsto per il 2025, e delle famiglie di modelli che seguiranno.

Il design della Bentley è potente, stimolante e armonioso. La forma è al tempo stesso forte e muscolosa, ma mantiene quell’innata eleganza propria del suo dna. Un tratto che esprime potenza e prestigio è sempre stato il cofano lungo. Nella parte anteriore dell’auto è stata rinnovata la famosa griglia Bentley, rendendola più bassa e più verticale, per dare un volto più forte e una posizione più dominante.

La calandra è affiancata da una nuova forma e da un nuovo design dei fari, evoluzione del disegno utilizzato per la Bacalar e che mantiene un unico grande faro ai lati. Questi sono abbinati a nuovissimi fanali posteriori, che si trovano ai lati di uno spoiler dispiegabile. Nel complesso, la forma è più pulita e lineare, con superfici sinuose tagliate nei punti giusti per riflettere la luce e l’oscurità e conferire globalmente più forza al design.

Il team di progettazione interno di Mulliner realizza ogni Batur in stretta collaborazione con il futuro proprietario, per personalizzare qualsiasi parte della vettura in termini di colore e finitura. Le aggiunte aerodinamiche dello splitter anteriore, delle minigonne laterali e del diffusore posteriore possono essere realizzate sia in fibra di carbonio che nel nuovo composito sostenibile Natural Fibre.

La Batur presenta esclusivi cerchi da 22 pollici: l’opzione “standard” è verniciata in Black Crystal e poi lavorata e lucidata. Un’opzione più scura combina facce lucide scure e raggi satinati, ma è anche possibile scegliere di abbinare i cerchi alla carrozzeria con o senza finitura di contrasto, o scegliere un colore di contrasto completamente diverso.

L’auto presentata a Monterey ha la vernice esterna realizzata in un colore creato ad-hoc, il Bonneville Pearlescent Silver, che crea un contrasto fluido sulle sinuose superfici della vettura. La carrozzeria è arricchita da dettagli come gli splitter anteriori, minigonne laterali e diffusore posteriore in fibra di carbonio verniciati in colore Black Crystal. Il frontale dell’auto è caratterizzato da una griglia con la matrice principale rifinita in Titanio scuro lucido, accentuata da chevron a contrasto in un motivo a ombre orizzontali che passa dall’Arancio iperattivo al centro e si scurisce gradualmente ai lati fino al Cristallo nero. La linea del “cofano infinito” è rifinita in vernice Satin Titanium, così come i cerchi da 22″, con le razze in Satin Dark Titanium in tinta con la griglia.

Un abitacolo su misura e dalla bellezza sostenibile

Bentley Mulliner Batur

L’abitacolo a due posti della Batur è progettato per la massima personalizzazione e per il grand touring a lungo raggio. Ogni elemento è personalizzato in base alle specifiche del proprietario, che può scegliere tra una varietà di materiali sostenibili per gli interni, tra cui:

  • Pelle a bassa emissioni di carbonio proveniente dalla Scozia, che percorre una distanza significativamente inferiore rispetto alla pelle proveniente da paesi al di fuori del Regno Unito.
  • Pelle conciata con procedimenti sostenibili proveniente dall’Italia, in cinque colori diversi.
  • Dinamica, il materiale sostenibile alternativo alla pelle, simile al camoscio.
  • La gamma di impiallacciature disponibili include un nuovo materiale: il composito di fibre naturali, un’alternativa sostenibile alla fibra di carbonio. Disponibile in trama twill 2×2 e rifinito con vernice satinata, il composito Natural Fibre conferisce all’abitacolo una nuova texture sostenibile.
  • Indipendentemente dall’impiallacciatura scelta, il pannello del cruscotto lato passeggero è rifinito con un’incisione unica della firma audio del motore W12. – È inoltre possibile scegliere un tema personale per l’incisione.
  • Gli altri elementi realizzati in materiale sostenibile sono i tappeti, abbinati alla pelle e realizzati con filati riciclati, una novità assoluta per Bentley.
  • I proprietari potranno scegliere tra elementi brillanti o scuri per gli interni e sono disponibili anche opzioni in titanio. Alcuni comandi, come le alette delle bocchette di ventilazione, sono disponibili in oro 18 carati stampato in 3D.

Bentley Mulliner Batur

Gli interni della Batur presentata sono stati rifiniti a mano in una straordinaria combinazione cromatica di nero, rosso e arancione, in Beluga, Hotspur e Hyperactive. Il rivestimento principale in pelle Beluga è abbinato alla nuova pelle Mulliner Hyperactive Orange, ancora più sostenibile e a basse emissioni di CO2. Una texture complementare è fornita dall’uso di Dinamica, un’alternativa alla pelle simile al camoscio, sia in Beluga che in Hotspur.

Gli esclusivi “Batur Chevrons” sulle ali esterne dei sedili sono finemente ricamati a mano con filo Snap Orange, mentre il resto della tappezzeria presenta un filo bianco a contrasto. Gli elementi morbidi sono completati da un nuovo piping artigianale in Beluga, con un piping in Hyperactive Orange al centro dei sedili e una finitura Hyperactive Orange sulle razze inferiori del volante.

Le impiallacciature del cruscotto e delle portiere sono verniciate in nero lucido, con una “sfumatura a chitarra” (guitar fade) in Fine Brodgar che passa dai fascioni alle portiere, prima di tornare al nero. La fascia è completata da un’opera d’arte unica: un’onda sonora incisa al laser, che rappresenta l’iconico sound generato dal motore W12. Gli elementi metallici dell’abitacolo sono una miscela di alluminio anodizzato nero e titanio satinato, completata da un selettore di guida dinamico Bentley in oro 18 carati e dalla fascia centrale del volante a “ore 12”.

Il potente W12

Bentley Mulliner Batur

La Batur è equipaggiata con il propulsore più potente mai montato su una Bentley: il W12 da 6,0 litri. Il propulsore presenta un nuovo sistema di aspirazione, turbocompressori potenziati, nuovi intercooler e un’ampia ricalibrazione hanno permesso di ottenere oltre 740 PS e 1.000 Nm di coppia, per offrire prestazioni eccezionali a questa nuova gran turismo di punta.

Per la Batur, il W12 è abbinato al cambio a doppia frizione a otto rapporti di Bentley e lo scarico sportivo garantiscono un sound all’altezza delle prestazioni. L’intero sistema di scarico è in titanio, mentre le finiture sono stampate in 3D in titanio, una novità assoluta per Bentley.

Oltre a essere la coupé Bentley più potente e più esclusiva, la Batur è anche la più dinamica. Il conducente può selezionare il bilanciamento tra il comfort di guida e il controllo della scocca utilizzando il Drive Dynamics Control a quattro modalità nella console centrale, scegliendo tra Sport, Bentley, Comfort e Custom.

Il Drive Dynamics Control modifica anche il comportamento del sistema di controllo antirollio attivo da 48 V, che può fornire fino a 1.300 Nm di coppia antirollio in 0,3 secondi o disaccoppiare completamente le ruote alle estremità di ciascun asse. Il sistema di controllo antirollio può anche essere utilizzato per regolare la resistenza del rollio da anteriore a posteriore, garantendo alla Batur un comportamento dinamico nell’ingresso in curva molto preciso e una maggiore capacità di bilanciare la sensibilità dell’acceleratore quando si guida in modalità Sport.

La trazione e l’aderenza in curva sono esaltate dall’uso di un differenziale elettronico a slittamento limitato che porta attivamente la coppia motrice sul telaio. A questo si aggiunge il torque vectoring by brake, grazie al quale l’auto può frenare leggermente la ruota posteriore interna in ingresso di curva per ottenere una maggiore risposta e controllo sull’asse anteriore e frenare leggermente entrambe le ruote interne in uscita di curva per spostare la potenza sulle ruote esterne più cariche e migliorare quindi la trazione.

La frenata è affidata al sistema frenante CSiC di Bentley, con dischi anteriori da 440 mm e posteriori da 410 mm, abbinati a pinze a 10 pistoncini anteriori e a quattro pistoncini posteriori. La Batur monta cerchi da 22″ su misura con pneumatici Pirelli.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.