Tutte le ragioni dietro la scelta dei colori dei cartelli autostradali verdi o blu in diversi Paesi, influenzata da normative nazionali, funzionalità e considerazioni storiche.

I cartelli autostradali variano di colore tra i diversi Paesi principalmente a causa delle normative locali, delle convenzioni storiche e delle necessità di funzionalità e visibilità. Una scelta che dipende ovviamente dalle singole nazioni, anche quelle facenti parte della EU, per gestire e distinguere efficacemente le proprie infrastrutture stradali.

Normative e convenzioni nazionali

Cartello autostrada
Foto di Annie Williams su Unsplash

Le normative nazionali e le tradizioni locali influenzano direttamente il colore dei cartelli autostradali. In Paesi come l’Italia, gli Stati Uniti, la Svizzera e la molte delle nazioni europee continentali, i cartelli autostradali sono generalmente verdi. Questa scelta deriva da normative locali che associano il verde con il trasporto veloce e le autostrade.

Ad esempio, in Italia, il verde è prescritto per le autostrade (classificate come “A”) secondo il Codice della Strada. Al contrario, in nazioni come il Regno Unito, i Paesi Bassi, la Spagna, la Francia, la Svezia e la Finlandia, i cartelli autostradali sono blu. In questi Paesi, il blu è utilizzato per indicare le autostrade (o “motorway” in inglese), mentre il verde è spesso riservato alle strade principali o di rango inferiore.

Funzionalità e codifica visiva

autostrada francia
Image: TitTornade (licensed under CC BY-SA 4.0)

Il colore dei cartelli autostradali è scelto anche per garantire massima visibilità e leggibilità. Sia il blu sia il verde offrono un buon contrasto con il bianco del testo e dei simboli, rendendo i cartelli facilmente leggibili in diverse condizioni atmosferiche e di illuminazione.

Inoltre, in alcuni Paesi, i colori verde e blu sono utilizzati per distinguere tra tipi diversi di strade. In Francia, per esempio, il blu indica le autostrade a pagamento, mentre il verde è utilizzato per altre strade di grande comunicazione. Questa distinzione cromatica facilita la navigazione e la pianificazione del percorso per gli automobilisti.

Scelte storiche e culturali

autostrada bologna fiere
Image: ASPI

Le scelte di colore per i cartelli autostradali possono anche essere influenzate da standard storici e internazionali. Spesso, queste decisioni risalgono ai primi standard di segnaletica stradale sviluppati durante il XX secolo.

Ad esempio, la scelta del blu nel Regno Unito è collegata agli standard di segnaletica adottati in quel periodo. La Convenzione di Vienna sulla segnaletica stradale del 1968, che ha cercato di uniformare la segnaletica stradale a livello internazionale, non impone specificamente i colori per i cartelli autostradali, permettendo ai Paesi di mantenere le proprie normative e preferenze locali.

Esempi Specifici

auutobahn autostrade gratis europa
Image: Unlimphotos

In Italia, le autostrade sono indicate con cartelli verdi per differenziarle dalle strade statali e regionali, che utilizzano cartelli blu. Nel Regno Unito, le autostrade sono indicate con cartelli blu per distinguerle dalle strade A (strade principali), che utilizzano cartelli verdi. In Francia, il blu è utilizzato per le autostrade e il verde per le strade nazionali di grande comunicazione, riflettendo una necessità di distinzione funzionale tra i diversi tipi di strade.

L’uso di colori diversi nei cartelli autostradali è dunque una combinazione di normative nazionali, necessità pratiche e influenze storiche. Questa diversità consente una codifica visiva chiara per gli automobilisti, facilitando la navigazione in base alle normative e alle consuetudini locali.

Non perderti le ultime notizie e condividi opinioni ed esperienze commentando i nostri articoli:

• Iscriviti ai nostri canali Telegram e Whatsapp per gli aggiornamenti gratuiti.
• Siamo su Mastodon, il social network libero da pubblicità e attento alla privacy.
• Se preferisci, ci trovi su Flipboard e su Google News: attiva la stella per inserirci tra le fonti preferite!