Honda HR-V 2021

Arriva la nuova Honda HR-V 2021 ed è ibrida e completamente diversa dalla precedente

La nuova Honda HR-V arricchisce la gamma ibrida del marchio di Tokyo, con propulsione da 131 CV e debutterà alla fine del 2021.

22 aprile 2021 - 19:00

La nuova Honda HR-V 2021, anticipata qualche mese fa, cambia rispetto al passato, seguendo a livello stilistico la nuova filosofia “Man-Maximum, Machine-Minimum” inaugurata sulla Jazz, e in arrivo sulla Civic, e adottando l’ibrido Honda dotato di due motori elettrici. Tutta nuova, e con la sigla “e:HEV” che, come ci hanno insegnato la CR-V e la Jazz, indica l’ibrido del marchio di Tokyo. La nuova vettura promette tanta efficienza, e dispone di soluzioni tecnologiche molto innovative, specialmente per quanto riguarda la sicurezza.

La nuova HR-V sarà disponibile nel mercato europeo a fine 2021, e affianca la gamma e:HEV del marchio, a cui presto si aggiungerà anche la nuova generazione della Civic. Honda infatti ha intenzione di elettrificare tutti i suoi principali modelli europei entro il 2022. Come sulla Jazz, la nuova HR-V ha un’unica propulsione ibrida da 131 CV e 235 N/m di coppia, che garantisce ottime prestazioni. Non ci sono, invece, dettagli su prezzi e allestimenti.

Il design della nuova Honda HR-V 2021

Rispetto al modello che va a sostituire, come detto, il design è completamente diverso. La nuova Honda HR-V 2021 ha forme compatte, e una linea elegante e minimalista, con un’estetica morbida e pulita che unisce funzionalità e piacevolezza estetica, che ne risalta il dinamismo. Tutta la vettura vede linee orizzontali protendersi in avanti, mentre le superfici pulite ed essenziali ne riflettono la ricercatezza. Tutto questo si nota già dal frontale, estremamente ricercato, dove la griglia, certamente grande, è costituita da listelli orizzontali perfetti e privi di trame intricate, in modo che non sporchino troppo la pulizia del design. I fari, che nella trama a LED creano una sorta di L, vanno a confluire in modo quasi naturale nella griglia, mentre per il resto, a parte qualche lieve nervatura, non ci sono elementi e tutto viene risaltato dai giochi di luce creati, in questo caso, da un bel color bianco perla. Anche il cofano è completamente pulito, e risalta il grande parabrezza molto inclinato che, insieme ai finestrini laterali e al lunotto posteriore, dà vita a un abitacolo molto luminoso.

Il minimalismo è ripreso naturalmente anche dal profilo, che i progettisti hanno cercato di sporcare il meno possibile, per esempio nascondendo la maniglia delle portiere posteriori nel montante. Gli elementi di rilievo sono pochi, ma già sufficienti a rendere l’auto moderna e filante, come per esempio lo sbalzo che parte dalla linea laterale del cofano e arriva al posteriore, con l’idea di collegare i gruppi ottici anteriori con quelli del retro. Il dinamismo è poi dato dal contrasto bianco-nero: il colore scuro si trova sui passaruota e sui minigonne, oltre che sui cerchi a 5 razze doppie, che hanno una superficie cromata.

Il posteriore è invece dominato dai gruppi ottici, che sono uniti al centro e interamente a LED, con forma trapezoidale. Si tratta comunque della parte più movimentata dell’auto: la linea centrale dei LED è sovrastante un’insenatura profonda, dalla quale emerge il logo Honda. La seconda insenatura è quella del vano targa, che si presenta piuttosto grande e profonda, e crea un gioco luci-ombre. Altri elementi di rilievo sono lo spoiler posteriore, piccolo ma comunque piacevole, e gli inserti in alluminio dei paraurti, che sottolineano la sua natura SUV, per quanto elegante e coupé.

Gli stessi concetti di minimalismo e funzionalità si ritrovano anche agli interni, che come si anticipava sono luminosi e spaziosi e servono ad aiutare gli occupanti a stabilire una connessione con l’esterno. Il parabrezza è ampio è offre tanta visibilità, aumentata grazie al quadro strumenti a sviluppo orizzontale e alle linee a scomparsa del cofano. L’ampiezza viene aumentata dalle bocchette a forma di L che si trovano agli angoli laterali della plancia, che servono per garantire comfort e ristoro con l’immissione dell’aria ispirata a una brezza naturale. Il getto non è diretto a guidatore e passeggeri, ma diffuso lungo i finestrini laterali e dal parabrezza verso il tetto: questo crea come un lento vortice, che immerge i passeggeri in un ambiente confortevole e senza il fastidio di getti d’aria diretti.

Un grande lavoro è stato fatto al posteriore, dove i sedili hanno una maggiore inclinazione per aumentare la comodità degli occupanti. Il risultato è che con dimensioni paragonabili al vecchio modello la nuova Honda HR-V 2021 permette più spazio per gambe e spalle. Il comfort vale anche per il bagagliaio, che ha un piano piatto e una soglia di carico ribassata.

Efficiente e sicura

La tecnologia e:HEV della nuova Honda HR-V 2021 unisce un motore a benzina 1.5 i-VTEC a due motori elettrici compatti, per una potenza di picco pari a 131 CV e una coppia massima di 253 N/m. La guida è fluida e divertente, anche grazie a tre modalità di guida intercambiabili a seconda delle esigenze:

  • Eco, che privilegia i due motori elettrici;
  • Normal, per una modalità di guida 100% ibrida;
  • Sport, che privilegia il motore a benzina quando si ha bisogno di tanta spinta e velocità.

Esiste una quarta modalità, chiamata B, che si seleziona dal cambio e che aumenta l’incidenza della frenata rigenerativa, paragonabile a quella di un Full Electric.

A livello di sicurezza, la nuova Honda HR-V 2021 è equipaggiata per la prima volta con il pacchetto Honda Sensing, con una gamma completa di tecnologie ADAS, come:

  • Telecamera frontale monoculare in HD;
  • Chip di elaborazione delle immagini ad alta velocità;
  • Sistema di sterzata a riduzione d’impatto con i pedoni;
  • Sistema di frenata a riduzione d’impatto CMBS con rilevamento dei veicoli che tagliano la strada (anche bici e moto);
  • Cruise Control Adattivo che mantiene la distanza a basse velocità e con funzione Low Speed e Brake Control che mantengono la velocità costante nelle inclinazioni ripide.
  • Blind Spot Information, il sensore di angolo cieco ora con distanza di 2,5 metri per aumentare la sicurezza.
  • Hill Descent Control, che si attiva già a 3 km/h.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Nuova DS 4

Ecco com’è la nuova DS 4 che abbiamo visto in anteprima a Milano

Seat Ibiza 1.5 TSI DSG

Seat Ibiza TGI: le caratteristiche della piccola a metano

Profumo per auto: i diffusori più interessanti e stilosi

Aria condizionata in auto: i trucchi per viaggiare freschi e consumare meno