Hyundai Nexo ad Idrogeno: joint venure con H2 Energy

Non prendete sotto gamba i coreani...

18 aprile 2019 - 16:00

Hyundai Nexo: se c’è una casa automobilista che da sempre ha creduto e crede ancora nell’idrogeno è la casa coreana. Di oggi la notizia che Hyundai e H2 Energy hanno annunciato di aver firmato un accordo per dar vita alla Joint Venture “Hyundai Hydrogen Mobility” con l’obiettivo di assumere un ruolo guida nel fiorente ecosistema della mobilità a idrogeno in Europa.

L’accordo prevede che tra il 2019 e il 2025 Hyundai consegnerà 1.600 veicoli elettrici a celle a combustibile alla JV Hyundai Hydrogen Mobility. La Joint Venture a sua volta noleggerà un’ampia parte della flotta all’Associazione Svizzera H2, che comprende i principali operatori delle stazioni di rifornimento, società di trasporto e logistica e altri attori del settore impegnati nella promozione della mobilità a idrogeno in Svizzera. Oltre alla Svizzera, la Joint Venture espanderà ulteriormente la propria presenza sul mercato in altri Paesi europei.

Hyundai Hydrogen Mobility prevede inoltre di entrare nel mercato dell’idrogeno attraverso una società controllata che produce e fornisce idrogeno in Svizzera, con prospettive di ingresso in altre nazioni dell’Europa. Con la costituzione di Hyundai Hydrogen Mobility, Hyundai sbarca in Svizzera dove si prevede una crescita della domanda di mezzi pesanti a celle a combustibile vista l’introduzione di una gravosa tassa di circolazione per i camion diesel, che incentiva gli operatori di flotte a scegliere veicoli a zero emissioni.

Sul lungo periodo Hyundai intende acquisire una posizione leader nel mercato dei veicoli commerciali elettrici a celle a combustibile, nell’ambito della sua visione sempre più orientata alla mobilità sostenibile. Dopo essersi adoperata per soddisfare la domanda in Europa, Hyundai lancerà le sue attività relative ai mezzi pesanti a celle a combustibile anche in altri Paesi del mondo, compresi gli Stati Uniti e il mercato interno in Corea.

H2 Energy è una società specializzata nell’ottimizzazione dell’ecosistema dell’idrogeno in Svizzera, che comprende i principali operatori delle stazioni di rifornimento, società di trasporto e logistica e altri attori del settore. L’azienda offre anche consulenza e soluzioni tecniche avvalendosi delle proprie competenze ingegneristiche, di un’ampia infrastruttura, di una solida presenza sul mercato e di strette connessioni con le realtà del settore.

 

Hyundai Nexo

Hyundai è leader mondiale nello sviluppo della tecnologia delle celle a combustibile a idrogeno ed è stata la prima casa automobilistica al mondo inaugurare, nel 2013, la produzione in serie di veicoli a idrogeno con ix35 Fuel Cell (nota anche come Tucson Fuel Cell in alcuni mercati). Lo sviluppo è proseguito con Nuova Hyundai Nexo, seconda generazione di SUV a idrogeno commercializzati da Hyundai, che vanta un’autonomia di 666 km (ciclo WLTP) emettendo solo vapore acqueo pulito e purifica l’aria durante la guida.

La tecnologia del powertrain elettrico a celle a combustibile della Hyundai Nexo presenta vantaggi rispetto alla tecnologia elettrica delle batterie nelle sue applicazioni a veicoli più grandi come camion e autobus: essa consente infatti di risparmiare spazio e ridurre il peso, oltre ad essere più conveniente all’aumentare delle dimensioni del veicolo. Pertanto, la tecnologia presenta una vasta gamma di opportunità da utilizzare nel settore dei mezzi commerciali.

Il propulsore a celle a combustibile di Hyundai offre una soluzione di mobilità all’avanguardia per tutti i veicoli di uso quotidiano, dalle autovetture ai veicoli commerciali, e rappresenta l’impegno costante di Hyundai per una mobilità davvero sostenibile. Hyundai promuove la diffusione della tecnologia delle celle a combustibile e dei settori correlati nell’ambito della sua FCEV Vision 2030, che mira ad accelerare lo sviluppo di una società a idrogeno oltre il settore dei trasporti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Essere Ferrari Formula 1: il video che racconta il team della Scuderia Ferrari

Hyundai Kona Electric: abbiamo provato il piccolo suv elettrico

Garmin Overlander: il navigatore per chi ama viaggiare off-road