Più del 40% degli inglesi pensa che non saranno mai pronti per le auto elettriche

Mario Roth
26/08/2022

Più del 40% degli inglesi pensa che non saranno mai pronti per le auto elettriche

Credete che solo gli italiani siano restii alle auto elettriche? A furia di dire “solo in Italia” oppure “dovremmo fare come in…” probabilmente ci siamo auto convinti di essere il fanalino di coda in qualsiasi classifica che riguardi l’elettrico. E invece… siamo in buona compagnia.

Si, perchè al di là dei proclami sui divieti in UK di vendita di nuove auto e furgoni ad alto consumo di combustibili fossili a partire dal 2030 e di ibridi a partire dal 2035, la realtà sembra essere diversa.

A due anni dalla storica decisione, tutti pensavano che gli inglesi avessero avuto tempo per informarsi e pensare ad una strategia di acquisto di auto elettriche. E invece… scopriamo che molti sono giunti a una conclusione sorprendente.

Le perplessità inglesi sono le stesse degli italiani

Secondo un recente sondaggio condotto da Rivervale Leasing su un campione di 2.000 persone, il 43,4 % ritiene che il Regno Unito non sarà mai pronto per l’era delle auto elettriche. In confronto, solo il 15,7 % degli intervistati ha risposto 2030. Altri hanno scelto il 2040 (18,1%), il 2050 (8,8%), il 2060 o ancora più avanti (14%) come date per il passaggio del Paese alla strada delle emissioni zero.

Alla domanda “Perché non ci sentiamo pronti per le auto elettriche”, gli intervistati hanno indicato gli alti costi dell’energia, il maggior costo dei veicoli elettrici e l’ansia da ricarica. Inoltre, la mancanza di un numero sufficiente di colonnine è fonte i preoccupazione.

C’è chi dichiara fedeltà alla benzina ed al diesel

Gli inglesi hanno anche dichiarato che resteranno fedeli alle loro auto usate a benzina dopo il 20230 per il 30% degli intervistati, ed al diesel per il 15%. Solo il 34% ha dichiarato che passerà a un’auto ibrida, mentre il 21% dei partecipanti al sondaggio ha indicato che passerà a un veicolo elettrico.

La stessa ricerca mostra che però nello stesso tempo, il numero di nuove auto elettriche e ibride plug-in immatricolate nel Regno Unito è in crescita, mentre i nuovi veicoli a benzina e diesel sono in calo.

Smettiamola di dire “solo in Italia”

Insomma, il passaggio all’elettrico non è così scontato anche di fronte ad obblighi e divieti, e le domande che ci facciamo in Italia, sono le stesse che si pongono all’estero. Gli italiani sono scettici come gli inglesi, e siamo pronti a scommetterci, come tanti altri automobilisti nei vari Paesi della EU.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram