Jaguar Land Rover Mission Destination Zero

Jaguar Land Rover Mission Destination Zero: nuovi test con tecnologie aerospaziali

Un pionieristico programma che sottoporrà nuovi metalli e materiali compositi, a test effettuati con qualsiasi condizione climatica e su qualsiasi terreno.

31 ottobre 2020 - 15:00

Jaguar Land Rover Mission Destination Zero sono una pionieristica serie di ricerche e di test mirati volti ad assicurare l’idoneità dei metalli leggeri e dei materiali compositi più recenti, all’impiego sui futuri veicoli. Nell’ambito del progetto biennale, l’Azienda impiegherà le tecnologie sviluppate per l’industria aerospaziale per stabilire il comportamento dei materiali in ambienti corrosivi, sui mercati mondiali e sui terreni più impegnativi.

I campioni dei nuovi metalli e compositi eleggibili per l’impiego sui prodotti Jaguar Land Rover, saranno integrati con sensori aerospaziali e testati nelle condizioni fisicamente più estreme, per 400.000 km, nell’America del Nord.

I sensori misureranno costantemente le performance dei materiali condividendo i dati con il Team Sviluppo Prodotto di Jaguar Land Rover in UK. Con tali informazioni gli ingegneri potranno predire accuratamente il comportamento dei materiali esaminati in vista dei programmi di sviluppo dei futuri veicoli. Verrà così accertata l’idoneità della prossima generazione di metalli leggeri ad assicurare finiture di grande qualità e durata, secondo i severi standard dell’Azienda.

La ricerca è parte del Gesamtverband der Aluminiumindustrie (GDA), un consorzio di produttori di alluminio e di automobili, che studiano la longevità dei materiali, e i sistemi di renderli più leggeri e durevoli.

La collaborazione con i leader del settore produzione e qualità, in vista della sviluppo di futuri veicoli leggeri e della riduzione di consumi ed emissioni, fa parte della Mission Destination Zero di Jaguar Land Rover – un futuro con zero emissioni, zero incidenti e zero ingorghi.

Il progetto si basa sulla costante ricerca di materiali per impiego futuro, dal progetto REALITY, un programma di riciclo che dona una seconda vita all’alluminio di alta qualità idoneo per il settore #automotive, allo sviluppo dell’elettronica strutturale stampata che può ridurre del 60% il peso della componentistica elettronica.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social. Vi invitiamo a seguire Quotidianomotori.com su Google News, ma anche su FlipboardFacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Metano Rifornimento Auto a metano vantaggi svantaggi auto a metano che consumano meno

Quando conviene l’auto a metano? Tutti i pro e i contro, la guida 2021

villeneuve f104

Sfida auto contro aereo: chi vince? [Video]

Nuova Fiat Tipo Cross

Fiat Tipo Cross: a partire da 13.900 euro