Nuova McLaren GT: Gran Turismo superleggera da 620 CV per 326 km/h

Tutti i dettagli del nuove bolide da Gran Turismo McLaren

16 maggio 2019 - 10:42

Eravamo rimasti alle anticipazioni ed alle foto spia. Dopo aver ufficializzato il nome, la casa automobilistica inglese reso noti i dettagli della McLaren GT, la Gran Turismo che interpreta i concetti Gran Turismo-velocità, potenza, prestazioni con un linguaggio che coniuga prestazioni sportive con caratteristiche di comfort impareggiabili ma è più leggera, più veloce, più coinvolgente e fruibile.

Il nuovo modello, si posiziona al fianco delle già conosciute gamme di prodotto Sports, Super e Ultimate Series, e si rivolge ad un nuovo pubblico e offre un’alternativa ai prodotti già esistenti in un segmento di mercato in crescita. Ripensando allo spirito che contraddistingue le Gran Turismo tradizionali – percorrere lunghe distanze comodamente, a velocità più elevate e con spazio per i bagagli – McLaren ha inoltre ridefinito cosa vuol dire essere proprietari di una moderna GT con una vettura che è più leggera, più veloce e più coinvolgente dei prodotti oggi disponibili nel segmento, aggiungendo maggiore spazio, comfort e fruibilità.

McLaren GT: motore

La nuova McLaren GT ha un struttura in fibra di carbonio caratterizzata da resistenza e rigidità eccezionali, proponendo dinamiche di guida senza uguali e un peso a secco più leggero della categoria. Con un peso a secco di 1.530kg (DIN), la McLaren GT è più leggera di 130 kg rispetto alla sua più diretta concorrente e centinaia di chilogrammi in meno rispetto alle altre vetture del segmento. McLaren GT è spinta da un motore V8 4.0 litri bi-turbo in grado di erogare una potenza massima di 620 CV.

Il motore dispone di una eccezionale coppia unitamente ad una qualità del suono ed un tono allo scarico coinvolgente, peculiarità da sempre caratterizzanti di una Gran Turismo. La coppia di 630 Nm viene generata tra 5.500 giri /min. e 6.500 giri /min., con oltre il 95% di questa disponibile da 3.000 giri /min. ai 7.250 giri /min. Il nuovo motore è abbinato ad una trasmissione SSG a 7 velocità per offrire un’accelerazione progressiva, costante e bruciante.

Prestazione al top: con la funzione launch controll che ottimizza l’accelerazione con partenza da fermo, la GT accelera da 0-100 km/h in 3,2 secondi e da 0-200 km/h in 9,0 secondi. La velocità massima della McLaren GT è pari a 326 km/h.

McLaren GT: telaio

Il telaio monoscocca MonoCell II – T incorpora un struttura posteriore che aggiunge un peso minimo ma che ha permesso di creare un area bagagli di 420 litri sotto al portellone in vetro a tutta lunghezza con cerniera anteriore. Il portellone ha la funzione per la chiusura “soft-touch” standard e può essere scelto come optional il meccanismo attuato elettricamente. La posizione bassa del motore ed il posizionamento del sistema di scarico ha permesso di ottimizzare il volume, forma e utilizzo del vano bagagli.

La robustezza della struttura in fibra di carbonio, cuore della vettura fa si che i montanti C e i finestrini del quarto posteriore vengano incorporati nel design, a vantaggio della visibilità e portando ancora più luminosità in un abitacolo che è già di per se spazioso e razionale. Le portiere diedrali si aprono verso l’alto offrendo un facile accesso all’abitacolo grazie anche alla soglia ribassata.

McLaren GT: interni

L’interno della vettura è stato pensato è stato concepito per dare il massimo comfort anche nei lunghi tragitti, con una rigorosa ergonomia che permette di restare comodi durante una guida ad alte prestazioni: la posizione di guida, i posizionamento dei comandi e la visibilità uniti a edili aerodinamici, regolabili elettricamente e riscaldati, consentono un perfetto controllo della supercar.

McLaren GT: Tecnologia e artigianalità

La nuova McLaren GT è rivestita con i migliori materiali di alta qualità e completata da equipaggiamenti quali il più sofisticato sistema di infotainement di McLaren ad oggi; le “ambient lights” celate sino al momento della loro accensione, mentre in opzione il tetto con il vetro elettrocromatico al posto del tetto nero lucido standard in fibra di carbonio che varia l’intensità con il semplice tocco di un bottone. Interruttori e comandi in alluminio lavorato e zigrinato – che includono anche le palette montate al volante – sono a contrasto con i contorni neri lucidi dello schermo del sistema di infotainement, le leve per i vetri, la console per la scelta delle marce, e le prese d’aria. E’ disponibile un sistema audio Bowers & Wilkins a 12 casse che monta un sub-woofer in fibra di carbonio ed i mid-range in kevlar.

Gli interni in pelle Nappa che sono standard possono essere sostituiti con una pelle morbida oppure Alcantara, a secondo di quale specifica viene scelta per la vettura. Il cashmere sarà disponibile come ulteriore scelta ma solo verso la fine del 2019 – sarà la prima volta che questo esclusivo materiale viene utilizzato per una vettura di serie. Il rivestimento per il vano bagaglio posteriore in SuperFabric, materiale innovativo di fibra intrecciata e rivestita da uno strato di minuscole piastrine rinforzate che offrono maggiore resistenza a macchie, tagli e abrasioni, oltre ad essere traspirante, facile da pulire e veloce ad asciugarsi, è una ulteriore opzione.

Il sistema di infotainment monta il sistema di navigazione standard dell’industria HERE e informazioni sul traffico in tempo reale. L’interfaccia del guidatore funziona più o meno come quello di uno smartphone e lo schermo centrale da sette pollici tattile viene utilizzato per selezionare le funzioni del veicolo, come il sistema di navigazione, il sistema Blutooth per il telefono, lo streaming della musica e l’attivazione vocale. La radio digitale DAB (oppure la radio satellitare Sirius nel Nord America) è standard. I comandi per il sistema di riscaldamento e di ventilazione sono anch’essi incorporati nello schermo tattile garantendo facilità d’uso e riducendo il numero complessivo di leve e controlli. Il sistema di riscaldamento ed aria condizionata a zone è standard ed il sistema permettete di settare il sistema sulla funzione automatica oppure indipendente per separare area conducente ed passeggero.

Davanti agli occhi del pilota lo schermo da 12,3 pollici TFT che fornisce tutte le informazioni essenziali del veicolo. La grafica dello strumento è simile a quella vista sugli aerei, le influenze aeronautiche offrono display chiari e nitidi e di facile consultazione. Oltre alla velocità del veicolo, alla selezione delle marce e ai giri del motore, il quadro strumenti può anche visualizzare la navigazione turn-by-turn, le chiamate telefoniche, la fonte sonora e la temperature e pressione delle gomme. Quando viene selezionata la telecamera posteriore come optional, selezionando la retromarcia, l’immagine della telecamera viene proiettato sullo schermo davanti al guidatore facendo si che la linea degli occhi rimanga il più possibile elevata.

Commenta per primo