Mercedes G Intruder è un mischione tra Mercedes Classe G ed una SLK

Claudio Ferrari
13/06/2022

Mercedes G Intruder è un mischione tra Mercedes Classe G ed una SLK

Mercedes G Intruder, ovvero quando il genio incontra la follia. Era il 1996 quando il carrozziere Heuliez escogitò un modo per incrociare una Mercedes Classe G con una Mercedes SLK per esplorare i diversi usi di un’auto sportiva. Il risultato fu appunto la Mercedes G Intruder, un SUV che poteva vantare anche le caratteristiche di coupé e cabriolet. Tutto in uno, come piace ora.

Nel caso in cui ci sia qualche sprovveduto in sala, vale la pena ricordare che Heuliez viene fondata nel 1920 da Adolphe Heuliez. La fama deriva dalle modifiche apportate ai modelli francesi di Citroën, Peugeot e Renault: non per niente hanno collaborato con quest’ultima per dare forma alla Renault 5 Turbo. Dalle loro mani sono nati pick-up, limousine, un’ambulanza… e anche la Mercedes G Intruder.

mercedes G intruder

La Mercedes G Intruder è basata sulla Mercedes Classe G 320, ma non le assomiglia affatto. Ha un aspetto più sportivo perché parte della sua eredità deriva dalla Mercedes SLK: in particolare il suo tetto convertibile, che solo uno degli esemplari prodotti aveva.

Cosa possiamo riconoscere della Mercedes Classe G in questo strano incrocio? La meccanica: sotto questa particolare carrozzeria c’è un motore sei cilindri in linea da 3,2 litri accoppiato a un cambio automatico a quattro velocità che aziona tutte e quattro le ruote. Conserva anche il blocco del differenziale e i pneumatici adatti a lasciare l’asfalto senza problemi.

mercedes G intruder

La verità è che, da questo punto di vista, Heuliez non ha cambiato quasi nulla: ha apportato solo qualche lieve modifica alle sospensioni e ha riposizionato alcuni componenti per adattarsi a una carrozzeria con elementi in fibra di carbonio, come il cofano o i paraurti.

Gli interni sono una delle parti più particolari della Mercedes G Intruder: sebbene siano stati riutilizzati diversi elementi della Mercedes Classe G, l’abitacolo non ha nulla a che vedere con il SUV tedesco. Il rivestimento in pelle blu contrasta con alcune parti in legno e altre in grigio scuro.

mercedes G intruder

C’è da dire che Heuliez la concepì pensando all’Asia e agli Stati Uniti: per questo motivo doveva essere un modello divertente da guidare che, come abbiamo detto prima, voleva testare i limiti di ciò che, all’epoca, definiva un’auto sportiva. Ciò che è certo è che la Mercedes G Intruder era in anticipo sui tempi, dato che solo una decina di anni fa ci sono stati presentati modelli che condividevano lo stesso spirito, come la Range Rover Evoque cabrio o la Volkswagen T-Roc Cabrio.

La cosa più curiosa di questa unità con il tetto convertibile della Mercedes SLK è che, da un paio d’anni, è in vendita presso DK Engineering. È stata sottoposta a un restauro completo del costo di 280.000 euro per riportarla, tra l’altro, al suo colore originale argento. Il suo prezzo ora è di 205.000 euro e nonostante i 1.600 km percorsi, è in vendita almeno da un paio di anni ma quanto pare non ci sono appassionati in grado di apprezzarla.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram