ambulanza

Negazionista COVID insegue ambulanza: la risposta del soccorritore è esemplare

La follia dei negazionisti ha fatto un'altra vittima.

23 novembre 2020 - 13:00

Abbiamo purtroppo registrato episodi di soccorritori aggrediti, ma la follia di certi gesti rimane difficilmente spiegabile. La bufala messa in rete nei giorni scorsi, ovvero quella delle ambulanze che girano vuote per incutere timore nella popolazione, ha fatto un’altra “vittima”.

In Sardegna una donna si è vista superare da un’ambulanza con la sirena accesa, a bassa velocità. Dato che evidentemente non aveva niente di meglio da fare, l’ha seguita per provare che l’ambulanza fosse vuota. E, per sbugiardare il lavoro dei volontari, ha messo tutto su Facebook.

Il post è stato letto da Alessio Spano, responsabile della base del 118 di Valledoria, che ha giustamente reagito con una risposta esemplare e che riportiamo così com’è, senza aggiungere altri commenti.

“Da responsabile della Base di Valledoria mi sento in dovere di rispondere al post di una signora che ritrae il nostro mezzo mentre proseguiva con un paziente verso il Pronto Soccorso di Tempio. Non entro nei dettagli dell’intervento e sul perché il mezzo proseguiva a bassa velocità, ma solo chi è del settore o un pò sveglio può sapere e capire il perché delle basse andature durante un’intervento. Poi non mi sembra cosi difficile capire che nel vano sanitario ci sono due persone dinequipaggio più il paziente, mi fa davvero strano arrivare al punto di dover “spiegare” cose così ovvie.

Quello che più mi amareggia oltre al testo del post sono i commenti, che inneggiano alla falsità, al complottismo più ignorante atto a colpire un settore che sta lavorando a livelli pressoché assurdi in un periodo difficile come questo. Mi dispiace per i miei ragazzi che erano in servuzio su quel mezzo, ma mi dispiace anche per tutti gli altri equipaggi, dalle Basi alle India e alle Mike che “grazie” a persone come quelle del post vengono denigrate, screditate e trattati a pesci in faccia, stigmatizzando e facendo credere che le Ambulanze con i loro equipaggi abbiano il tempo, la voglia e le risorse di girare a vuoto con le sirene accese senza paziente a bordo. Fantascienza.

È un offesa per tutte quelle persone che lavorano nel Sistema di Urgenza/Emergenza con un carico assurdo, e per il sistema in se che lavora a ritmi allucinanti. Oltre al personale Ospedaliero e il resto che gira intorno per far si che tutto possa funzionare.

Ormai Fb da voce a tutti, anche a persone così, che non credono a qualcosa che purtroppo esiste, c’è e fa male. Senza dimenticare che nell’emergenza non esiste solo il Covid. Mi sembra banale dirlo, ma le Ambulanze escono per Soccorrere chi ha necessità. RISPETTO per il paziente che in quel momento era sul mezzo, non per fare il giro della Domenica ma perché sicuramente stava male e neanche lui si sarebbe voluto trovare su un Ambulanza di certo.

Per persone come quelle del post mi viene solo una parola – VERGOGNA-“

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

car sharing Fiat 500 elettrica

Fiat 500 elettrica: le caratteristiche della piccola italiana a batterie

Richard Hammond Opel Kadett

Richard Hammond conferma che “The Grand Tour” è il suo lavoro quotidiano

Smog Milano

Sorpresa: l’inquinamento dell’aria nel nord Italia è in calo da 20 anni