pec obbligatoria bufala

La PEC obbligatoria per gli automobilisti è una bufala dei siti furbetti

Tutti i motivi per i quali la pec non sarà mai obbligatoria per gli automobilisti italiani.

15 febbraio 2021 - 14:00

Ogni tanto qualche sito furbetto salta fuori con la storia della PEC obbligatoria per gli automobilisti. Ebbene, si tratta di una bufala, almeno per quanti avevano dato la cosa per certa sparandola sul wbe per qualche click in più. Invece di certo non c’è nulla, se non che al momento NON è obbligatoria e non lo sarà. Come nasce la questione? Si tratta unicamente di una proposta fatta per il nuovo Codice della Strada, ed attribuita al Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro (Cnel).

Da qui, a dire che c’è l’obbligo per gli automobilisti di avere una pec, ne passa. Tanto per dare sgombrare la questione da qualsiasi dubbio, è da 12 anni che lo Stato non riesce ad obbligare aziende e liberi professionisti a dotarsi di posta elettronica certificata, figurarsi cosa potrebbe accadere se tentasse la stessa operazione con i privati cittadini.

Potrebbe essere una buona idea ma…

L’idea è che utilizzare una casella di posta certificata possa snellire tutte le incombenze burocratiche, potendo evitare di inviare lettere raccomandate o comunque notifiche cartacee. Alla luce della mula da 5 milioni di euro inflitta a Poste Italiane per la mancata consegna delle raccomandate, ricevere una email certificata e togliere di mezzo le poste con le sue inefficienze, non sarebbe neanche una cattiva idea. Non solo, con una notifica via PEC, si eliminerebbero le spese di notifica ma, visto che a pensar male ci si azzecca sempre, siamo certi che qualcuno si inventerebbe un ulteriore balzello sostituivo.

 

Cos’è la PEC in un video semplice

A questo punto, se avete intuito di cosa stiamo parlando e volete approfondire cos’è la PEC, qui sotto un video semplice e rapido.

PEC obbligatoria? Impossibile!

Aggiungiamo qualche dato in più per evidenziare come l’obbligo della PEC sia impossibile da imporre. Secondo quanti hanno propagandato questa bufala, verrebbe quasi certamente utilizzata la data di ricezione della PEC in casella, indipendentemente dall’avvenuta lettura o meno. Cosa significa questo? Ovviamente in caso di multe, un tempo minore per il pagamento, che non è possibile imporre senza altre modifiche legislative.

Ma c’è qualcosa di più subdolo, che nessuno dei “ben informati” ha notato. No, non c’entrano nulla discorsi come “prevaricazione dello Stato sul cittadino”, questioni di libertà o di costi della casella PEC.

L’obbligatorietà della PEC significa implicitamente avere la disponibilità di uno strumento come il computer o lo smartphone, ma anche di una connessione internet. Cosa che non è garantita per tutti i cittadini su tutto il territorio nazionale. Prima di tutto perché, fortunatamente, non c’è nessuna legge che obblighi i cittadini a comprare un pc o uno smartphone e ad ad usarlo. Secondo, ci sono aree del nostro territorio dove non c’è la possibilità di avere una connessione internet, o quanto meno di averla ad un costo accettabile. Se per ipotesi decidessi di andare ad abitare in una malga alpina, avrei scarse probabilità di avere accesso alla PEC.

Quindi, nonostante tutto quello che avete letto, la PEC obbligatoria per gli automobilisti è una bufala. Nessun parlamento o governo potrebbe oggi decidere un provvedimento di questo genere, che non ha alcun fondamento giuridico e costituzionale.

 

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kia Stonic GT Line suv da città

I migliori SUV cittadini di Marzo 2021: prezzi, consumi e caratteristiche

Bentley Bentayga Mulliner 2021

Bentley Bentayga Mulliner 2021: personalizzazioni “su misura”

Porsche Taycan Cross Turismo

Porsche Taycan Cross Turismo è una sportiva elettrica dallo stile off-road