Il nuovo Renault Rafale, di cui sono comparse le prime immagini ufficiali, è il secondo SUV Coupé del costruttore franceese eche sarà presentato il prossimo 18 giugno 2023, che punta tutto su prestazioni e design.

Il modello, più grande dell’Arkana e quindi pensato per occupare il segmento D, avrà ovviamente motorizzazioni E-Tech ibride, forse in comune con la nuova Espace.

Renault Rafale e il passato aeronautico del marchio

Renault Rafale è un’auto che guarda al passato dell’azienda che lo produce. Ma non a un passato più o meno recente, come la R5: guarda infatti all’inizio del XX secolo, e ai trascorsi di Renault nell’aviazione, quando il colosso francese era tra le prime aziende a produrre motori per auto, ma anche per automotrici e aerei, tanto da acquisire, nel 1933, il costruttore Caudron.

I suoi aerei prendevano nomi dai venti, e nel 1934 nacque Rafale, aereo da gara monoposto. Nome che tra l’altro è già usato da Renault, visto che tra le tinte si trova il “grigio Rafale“. Oggi il Rafale è un aereo da caccia multiruolo prodotto dalla Dassault Aviation, caratterizzato da un’ala a delta e da alette canard.

dassault rafale

Dassault Rafale” by bikashdas is licensed under CC BY 2.0.

Un nome indicativo dell’identità che l’azienda vuole dare al suo nuovo SUV alto di gamma, con un nome che si riferisce al vento e alle prestazioni, così come la silhouette. Sappiamo che si basa sulla piattaforma CMF-CD del gruppo, come la nuova Espace, e che avrà appunto solo motori ibridi.

Forse la gamma propulsori sarà condivisa con la Espace, che si può avere con un benzina turbo 3 cilindri 1.2 da 130 CV e 205 N/m, abbinato a due motori elettrici uno da 70 e l’altro da 25 CV.

—–

Qui il canale  Telegram di Quotidiano Motori. Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche su FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.