targa polacca

Severgnini fa scoppiare il caso delle targhe polacche a Napoli

Un articolo di Belle Severgnini sul Corriere apre il caso delle auto che a Napoli circolano con targa polacca per eludere assicurazioni e multe.

12 novembre 2021 - 9:00

A Napoli circolano auto con targa della Polonia, ne scrive Beppe Severgnini sul Corriere e scoppia il caso. Si, perché nella sua rubrica Italians, Severgnini decide di scrivere cinque lettere al vetriolo a cinque città nelle quali è stato recentemente. Ed ecco cosa è accaduto a Napoli:

NAPOLI Scendo dal treno e temo un’allucinazione: credo di essere a Napoli e, invece, sono arrivato a Varsavia. Eppure quello giù in fondo è il Vesuvio, e il mio amico Franco guida lo scooter come un napoletano. Targhe polacche (PL) ovunque: auto, furgoni, moto, motorini. Insiema a targhe bulgare (BG) e della repubblica Ceca (CK). Leggo che sono intestate a società di leasing con sedi legali spesso sconosciute negli stessi Paesi che rilasciano la targa. Cosa vuol dire? Vuol dire che multe e verbali non arrivano a destinazione, e le coperture assicurative sono a dir poco improbabili. Domanda per il Sindaco e il Prefetto di Napoli (in copia il Ministero dei Trasporti): intervenire, proprio no?

Ma cos’è questa storia delle targhe estere che ha provocato la richiesta di intervento al Sindaco ed al Prefetto di Napoli?

Ebbene, basta andare su Facebook per trovare inserzioni e annunci di vendita di targhe polacche o di noleggio a lungo termine di auto con targa polacca:

L’obiettivo è chiaro, così come è stato espresso da Severgnini. Utilizzare una targa polacca significa pagare meno per l’assicurazione e non far arrivare casa multe antipatiche. E’ tutto da dimostrare che il sistema funzioni. Si deve trovare un’agenzia compiacente che esegui davvero la radiazione della targa italiana, per poi reimmatricolare il veicolo in Polonia. Tutto è possibile come è possibile che i documenti consegnati ai clienti siano falsi e che si tratti quindi di una truffa.

Se è vero che in Italia oggi non è possibile guidare auto con targa estera, diverso è il caso dei contratti di leasing. Si tratta del caso in cui si sia stipulato un contratto in base al quale il proprietario concede la vettura e ne pagate mensilmente l’utilizzo.

Il problema si pone, come evidenziato da Severgnini, quando le auto sono intestate a società praticamente fittizie, in modo da fare in modo che multe e verbali non arrivano mai destinazione. E allo stesso modo il problema può emergere in caso di incidenti.

Si, è il caso che Sindaco e il Prefetto di Napoli si attivino intervenendo per mettere un freno a queste pratiche.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

 

 

2 commenti

g.flaut_15882435
17:04, 6 febbraio 2022

Il mio dubbio più grande è cosa succede in caso di incidente? Le assicurazioni su queste targhe estere davvero coprono i danni? Io credo proprio di no.
Le assicurazioni italiane hanno dei prezzi davvero spropositati al sud e spingono tanti a trovare escamotage come questi oppure a girare addirittura senza, come mi è capitato di appurare.
Purtroppo i controlli sono inesistenti e lo stato è totalmente assente. Quindi chi come me paga regolarmente è abbandonato al caso….

    Gianluca Pezzi
    17:34, 6 febbraio 2022

    Ciao, grazie per il commento. Effettivamente è proprio così, e chi come noi paga sempre, non è sufficientemente tutelato.

    Continua a seguirci! 🙂

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bentley Azure

Bentley Azure per Bentayga, Bentayga EWB, Flying Spur e Continental GT

Come scegliere le candelette

Come scegliere le candelette giuste per il vostro veicolo

filippo giustozzi

I pneumatici riciclati permettono di ottenere strade che durano il doppio