Nuovi problemi per Tesla e le sue affermazioni sulla guida autonoma

Robin Grant
27/10/2022

Nuovi problemi per Tesla e le sue affermazioni sulla guida autonoma

Nuovi problemi per Tesla: il Dipartimento di Giustizia degli USA ha avviato un’indagine in seguito a più di una dozzina di incidenti, di cui alcuni mortali, causati dal sistema Tesla Autopilot attivato durante quegli eventi.

L’indagine vuole andare a fondo sulle dichiarazioni relative al sistema di assistenza alla guida del costruttore californiano, e alla sua sicurezza.

I problemi del Tesla Autopilot

Tesla potrebbe rischiare molto, soprattutto a causa di come ha pubblicizzato le capacità dell’Autopilot. Nel 2016, per esempio, Elon Musk lo descrisse come “probabilmente migliore di un conducente umano“. Nelle scorse settimane, invece, sempre Musk ha detto che Tesla rilascerà presto una versione aggiornata del Full Self-Driving in grado di permettere ai clienti di guidare senza mai toccare il volante, smentito poi dalla sua stessa azienda che ha avvertito i conducenti di tenere sempre le mani sul volante per controllare i veicoli.

Tesla Full Self Driving

Al contrario di come viene venuta, infatti, l’attuale tecnologia Tesla è progettata per aiutare nelle manovre di sterzo, in frenata e nei cambi di corsia; funzioni quindi che assistono alla guida, al pari degli altri costruttori, e che però non rendono il veicolo autonomo. Anche per questo il Dipartimento di Giustizia potrebbe avere difficoltà nella sua indagine, visto che quantomeno sulla carta Tesla invita i suoi conducenti ad essere responsabile. Comunque, il costruttore continua a ignorare il più possibile la questione, non rispondendo come di consueto a nessuna domanda, né rilasciando commenti. Musk stesso persiste ad affidare la responsabilità ai clienti: nel 2020, ad Automotive News, aveva detto che i problemi dell’Autopilot derivano dai clienti che lo usano nel modo sbagliato.

Gli USA quindi sono al lavoro per capire se le affermazioni sulle capacità dell’Autopilot danno all’utente un finto senso di sicurezza, spingendolo a trattare l’auto come davvero in grado di guidarsi da sola.

Una lunga serie di problemi

Questa è solo l’ultima delle indagini avviate contro Elon Musk o la sua società. Il presidente è coinvolto in una battaglia legale da inizio 2022 dopo aver abbandonato l’idea di comprare Twitter per 44 miliardi di dollari, per poi cambiare un’altra volta annunciando l’acquisizione. Nell’agosto del 2021, la National Highway Traffic Safety Administration degli USA aprì un’indagine su una serie di incidenti, uno mortale, che hanno coinvolto vetture Tesla con Autopilot attivato e schiantatesi contro veicoli parcheggiati.

Nel luglio del 2022, il California Department of Motor Vehicles ha accusato Tesla di pubblicità illecita per spacciare le funzioni Autopilot e Full Self-Driving come reali capacità di guida autonoma.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news