Toyota prova l’idrogeno da rifiuti agricoli, ed è una buona idea

Gianluca Pezzi
22/12/2022

Toyota prova l’idrogeno da rifiuti agricoli, ed è una buona idea

E se il futuro passasse dall’idrogeno ottenuto da rifiuti agricoli? Sappiamo che Toyota fa parte di quelle case automobilistiche che giustamente non vedono l’elettrico come unico modo di abbattere le emissioni.

Proprio nei giorni scorsi Akio Toyoda ha espresso il proprio scetticismo sull’auto elettrica. Il numero uno di Toyota ha infatti affermato che:

Le persone coinvolte nell’industria automobilistica sono in gran parte una maggioranza silenziosa. Questa maggioranza silenziosa si sta chiedendo se i veicoli elettrici vadano veramente bene come unica opzione, ma pensa che sia solo una moda e quindi non può alzare la voce.

Ecco allora una prima risposta, con Toyota che insieme ad Isuzu e Hino Motors hanno stretto un accordo con il conglomerato tailandese Charoen Pokphand Group, annunciando la collaborazione ad un progetto che prevede di trasformare gli scarti agricoli in carburante per veicoli a idrogeno.

L’idrogeno verde prodotto sarà quindi utilizzato dalle celle a combustibile dei nuovi camion per le consegne che CP intende introdurre nella propria flotta per per il raggiungimento dell’obiettivo emissioni zero.

Toyota Mirai idrogeno 2020

La casa automobilistica giapponese vuole dimostrare che non sono solo i veicoli elettrici a poter ridurre le emissioni. E’ infatti importante sviluppare un’ampia gamma di veicoli a energia alternativa per consentire di provare strade diverse.

Ovviamente i fanboy dell’elettrico non hanno perso occasione per criticare la posizione di Toyota, ritenendo che rallenti l’adozione dei veicoli elettrici e ostacoli gli sforzi per combattere il cambiamento climatico.

Akio Toyoda mette in guardia dal limitare le opzioni di carburante alternative per raggiungere la neutralità delle emissioni di carbonio, ribadendo che i veicoli elettrici, pur essendo un’importante opzione di decarbonizzazione, non sono l’unica.

È il momento di ampliare la gamma di opzioni. È necessario che gli utenti abbiano più opzioni quando si tratta di neutralità di carbonio.

Non resta che attendere i risultati della sperimentazione, sperando che possano portare ai risultati attesi.

Toyota Mirai idrogeno 2020

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram