Volkswagen Golf I Cabriolet

Volkswagen Golf I Cabriolet: all’asta la cabrio per tutti

Pronti a partire senza troppi fronzoli!

17 aprile 2020 - 21:00

Auto iconiche e per tutti ce ne sono a volontà, ma quello che manca oggi (purtroppo) sono le piccole cabriolet “di massa” derivate da berline compatte di successo. Tra gli anni 80 e 90, invece, questa tipologia di auto da Dolce Vita per tutti ebbero una notevole diffusione, basti pensare alla Fiat Ritmo Cabriolet o alla Fiat Barchetta, o alla concorrente della Ritmo, la Volkswagen Golf I Cabriolet.

Purtroppo, nel corso degli anni 2000 queste vetture sono venute sempre meno, tanto che oggi sono pressoché scomparse: la stessa Volkswagen ha tentato un reprise con la Golf VI Cabrio, che non ha però ottenuto il successo sperato. Tuttavia, gli amanti di quel periodo e di quelle berline perfette per i viaggi, hanno ancora la possibilità di procurarsene una.

 

Volkswagen Golf I Cabriolet: mari e monti senza pensieri

La Golf Cabrio sicuramente strizzava l’occhio a una fascia molto giovane di popolazione, come del resto già faceva la Golf berlina, un’auto nata per non costare troppo ma per avere concretezza e affidabilità nel pieno stile Volkswagen. La sua versione Cabrio voleva dare la possibilità anche a chi non avesse troppe disponibilità economiche di poter viaggiare con “i capelli al vento” in comodità per esplorare il mondo.

Un’auto pensata soprattutto per le vacanze in Italia, da Vacanze Romane in un decennio – quello degli anni Ottanta – dove il nostro Paese aveva abbandonato le ambiguità ancora presenti negli anni Sessanta (gli anni del Boom economico, e di ripresa) e le crisi politiche e economiche degli anni Settanta, consolidando non solo la sua economia ma anche la sua influenza culturale nel resto del mondo, la patria della Dolce Vita (come Fellini aveva insegnato nel suo film, sul cui significato non c’è da andare in realtà troppo fieri) e dello stile di vita italiano. Italiano, del resto, è il design della Golf, che porta la firma di Giugiaro.

La Volkswagen Golf I Cabriolet, quindi, puntava a tutto questo, a far godere anche ai giovani viaggi lungo le splendide coste italiane potendo ammirare il panorama e godersi l’emozione di viaggiare con il cento tra i capelli.

Volkswagen Golf I Cabriolet: come nuova

Questa Golf Cabrio vuole essere, nel prezzo, ancora più democratica che in passato, visto che ha una base d’asta di appena 5000 dollari. Si tratta di un esemplare del 1987 con tinta rosso Tornado appena ri-applicato su tutta la vettura, cui fa da contrasto una capote in tela bianca, colore ripreso anche negli interni i quali, come vedremo, sono stati completamente rifatti e restaurati in modo sbalorditivo.

L’auto, tranne una piccola parentesi di un anno in Ohio, ha sempre vissuto in California, la West Coast, altro posto vacanziero che fa subito vacanze, mare e sole. Il telaio è piccolo e leggero, e ha una struttura rinforzata con una barra di ribaltamento fissa. La capote in tela, che contribuisce a rendere l’auto molto leggera, presenta un lunotto posteriore, naturalmente per non condizionare negativamente la visibilità posteriore. Semplici, ma non per questo brutti, sono i cerchi da 13’’. Il motore è un quattro litri con cambio manuale a 5 rapporti: in occasione della vendita, sono stati sostituiti la cinghia, le guarnizioni della pedivella e dell’albero, mentre è stato inserito un nuovo interruttore della vendita.

La parte più sorprendente, però, sono gli interni, che sono nuovi e che donano una grande eleganza a tutta la vettura. I sedili sono in pelle bianca, con una trama grigia a linee nere nella parte centrale. Lo stesso design si ritrova anche nei pannelli porta, anch’essi completamente ristrutturati al punto che l’auto sembra uscita adesso da un concessionario. Anche la plancia, una tipica plancia anni 80 tutta nera e squadrata, è stata ripulita e aggiornata, così come nuovi sono i tappetini.

Molto squadrata è la strumentazione, dove ben visibili risultano il tachimetro e il contagiri, mentre in basso, poco prima del tunnel centrale c’è un trio di indicatori ausiliari. L’autoradio è di nuova generazione, come si può notare dal design, ma il proprietario consegna la vettura anche con la radio originale. In poco più di 30 anni, l’auto ha percorso circa 63.000km.

Un’auto perfetta per chi cerca qualcosa senza troppi fronzoli e senza voler spendere troppo, preferendo destinare le sue risorse in splendidi viaggi e vacanze rilassanti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Applicazioni Android Auto

Le migliori applicazioni per Android Auto gratis

Skoda Kamiq Monte Carlo

Skoda Kamiq G-tec: il SUV a metano

Lexus Eternals Marvel Studios

Lexus Eternals Marvel Studios: i veicoli personalizzati dei nuovi supereroi