Da Israele la tecnologia che usa il sole per rinfrescare le automobili

Gianluca Pezzi
01/06/2022

Da Israele la tecnologia che usa il sole per rinfrescare le automobili

Usare il sole per raffreddare l’automobile anche in estate: sembra un controsenso, ma una startup israeliana ha sviluppato una tecnologia che utilizza proprio i raggi solari per abbassare le temperature di automobili, container e edifici. SolCold, fondata nel 2016, ha annunciato un accorto di collaborazione con Volkswagen per testare il nuovo prodotto e sviluppare congiuntamente un veicolo concept.

Il primo test pubblico ha visto due Volkswagen Polo ed ha dimostrato come la tecnologia fosse in grado di ridurre le temperature di 12-14 °C rivestendo il tetto e il cruscotto, rispetto alla Polo “standard”.

I vantaggi per il mercato automobilistico sono duplici: avere un’auto naturalmente più fresca nei climi caldi potrebbe ridurre significativamente il consumo di carburante. Ovviamente nelle auto elettriche o ibride, questo potrebbe portare a una maggiore autonomia.

Come funziona?

SolCold ha sviluppato una pellicola da usare rivestimento multistrato, attualmente di colorebianco ma che spera di sviluppare ulteriormente in altri colori e materiali.

La pellicola utilizza un processo chiamato fluorescenza anti-Stokes, che inverte il fenomeno naturale dell’assorbimento del calore come accade nelle strade, negli edifici, nelle strutture e, appunto, nelle automobili. Il “trucco” consiste nel trasferire e convertire l’energia solare in particelle subatomiche in modo che perdano il proprio calore, creando un effetto di raffreddamento.

solcold

Il processo costringe gli atomi a ridurre i propri livelli di energia e a creare un calo di temperatura. La pellicola è quindi composta da quattro strati che facilitano il processo, tra cui uno strato con particelle attive di raffreddamento.

In pratica, contrariamente a come facciamo oggi quando cerchiamo un parcheggio all’ombra, serve il sole e l’esposizione al cielo aperto.

Per quanto riguarda i costi, si parla di 80-120 dollari per metro quadrato di pellicola. Una cifra che per l’industria automobilistica potrebbe essere anche sopportabile, ma che diventa insostenibile quando si parla di grandi edifici residenziali o commerciali. Per questo motivo mentre SolCold lavora per abbassare i costi e rendere la tecnologia più accessibile e conveniente.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram