Volvo XC60 Restyling

Sull’infotainment di Volvo XC60 Restyling c’è Google

Il restyling della XC60 mantiene tutti gli elementi del suo successo, con nuovi ADAS e il nuovo infotainment intelligente. Prezzi da 48.300 euro

10 marzo 2021 - 10:00

Il nuovo sistema di infotainment che Volvo ha introdotto con la XC40 Recharge e, in seguito, con la Recharge PHEV, è ora destinato a quasi tutte le vetture del marchio svedese, a partire dalla Volvo XC60 Restyling, oltre che naturalmente sulla C40 appena presentata. Completamente ridisegnato, basato su Android e progettato insieme a Google, il nuovo sistema ha integrati tutti i servizi di Google, come Assistant, Drive e Maps, che servono a rendere il SUV best seller di Volvo ancora più intelligente.

Il sistema di infotainment di Volvo permette ai clienti infinite possibilità di personalizzazione, e una connettività senza pari, grazie al nuovo pacchetto Digital Services, che include una navigazione intelligente e l’accesso ad app native grazie alla presenza di Google Play.

Volvo XC60 Restyling: aggiornamento di un SUV di successo

Con quasi 5 anni di carriera, Volvo XC60 si conferma il best seller del marchio svedese a livello globale. Un titolo e una reputazione che ha saputo mantenere sin dalla prima generazione, per la sua capacità di seguire la tendenza del momento, quella dei SUV, portando però il tipico design Volvo e delle dimensioni più compatte rispetto a quelle del ben più grande XC90.

Dal 2009, infatti, Volvo ha venduto circa un milione e mezzo di esemplari, e gode quindi del 29% dei volumi di vendita del marchio. Merito appunto del design, dello spazio e della sicurezza, che hanno valso al SUV medio svedese anche il titolo di Wolrd Car of The Year nel 2018.

Ora, con l’aggiornamento in arrivo, che riprende quello già inaugurato sulle berline S60, V60, S90 e V90, e con l’introduzione del nuovo sistema di infotainment, Volvo XC60 Restyling migliora anche per quanto riguarda la sicurezza. La vettura gode dell’ultima piattaforma di sensori ADAS, con un moderno sistema di sicurezza attiva fatto di radar, telecamere e sensori a ultrasuoni.

La XC60 è quindi in grado di rilevare altri utenti sulla strada, di prevenire le collisioni, di frenare automaticamente, e con il Pilot Assist, dà supporto al conducente dal momento dell’avvio della vettura fino alle velocità autostradali. I cambiamenti di Volvo XC60 Restyling, quindi, riguardano soprattutto il software e gli aspetti tecnici, oltre che la plancia e gli interni. Questi presentano anche le varianti prive di pelle, e i nuovi rivestimenti in tessuto City Weave, per nuove possibilità di personalizzazione.

Esternamente, comunque, notiamo una nuova griglia, leggermente più grande e con un nuovo disegno, e anche nuovi paraurti anteriori, diversi nel disegno. Volvo XC60 Restyling porta anche nuovi disegni dei cerchi, e una gamma di colorazioni inedite. La produzione del MY2022 inizierà a maggio, mentre i prezzi dovrebbero rimanere gli stessi: da 48.300 euro per la motorizzazione Mild Hybrid benzina in allestimento Momentum. La XC60 è disponibile solo elettrificata, sia in Mild Hybrid, sia in variante Recharge PHEV, da 59.900 euro.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Applicazioni Android Auto

Le migliori applicazioni per Android Auto gratis

Zeekr 001

Zeekr 001: la “Polestar” cinese di Lynk & Co è bella e prodotta nella “Zeekr Intelligent Factory”

Alain Visser

Lynk & Co arriva ufficialmente in Italia e a Milano aprirà il primo club