Yatay collezione sneakers 2021

Yatay collezione sneakers 2021: nuovi materiali vegan e colori urban

Irori e Neven, i due modelli Yatay dal gusto urban contemporaneo, sono proposti in nuovi materiali vegan e una rinnovata palette colori.

13 gennaio 2021 - 16:00

Yatay collezione sneakers 2021, il brand di luxury sneaker che unisce qualità artigianale e risorse etiche, presenta la nuova collezione 2021. Irori e Neven, i due modelli Yatay dal gusto urban contemporaneo, sono proposti in nuovi materiali vegan e una rinnovata palette colori.

Yatay, sneaker dal concetto no season e genderless, è innovazione carbon-zero, produzione sostenibile, pratiche etiche e materiali innovativi, 100% cruelty free.

Yatay collezione sneakers 2021: Irori

Irori si ispira alla cultura di strada, mixando particolari e forme dal mondo skate e basketball. Prodotta con gli stessi principi di sostenibilità, attinge però ad un contenuto di design ispirato alla performance, consegnando una nuova estetica, diretta e precisa. Focus su innovazione di materiali per la versione Irori Eco-Suede, realizzata in materiale bio-based per la tomaia e per punta e giro caviglia, in Dinamica, la microfibra made in Italy vegana realizzata con fibre di poliestere riciclate provenienti da bottiglie di plastica e T-shirt, attraverso un ciclo produttivo all’acqua senza l’utilizzo di solventi.

Funzionalità contemporanee come leggerezza, traspirabilità e durevolezza si fondono con caratteristiche di sostenibilità dal fascino visivo e sensoriale senza tempo. Ricerca nelle nuance di colore con la Irori Iridescent, modello futuristico dai profili bianchi e effetto cangiante all’interno, viola-blu e verde-giallo sono le tonalità metalliche di tendenza proposte.

Yatay collezione sneakers 2021: Neven

La microfibra vegana Dinamica caratterizza anche la nuova Neven Suede, sneaker dal design più pulito e lineare, ampia la proposta di nuove combinazioni colore dal cream velvet al satin noir, passando dal midnight bliss. La cucitura angolare, uno dei tratti distintivi del modello, viene proposta per la prima volta in contrasto con il colore della tomaia e il giro caviglia nella Neven Stitch per una sneaker che è al tempo stesso classica e contemporanea.

La palette colori alterna tinte tenui e naturali, sabbia, grigio e bianco, a tinte più decise, lemon cream, blu e khaki. Oltre alle versioni monocolore, anche versioni bi e tricolore.

Sempre fedele alla sua filosofia green, lo stesso naming del brand richiama una pianta, la Butia Yatay una palma originaria dell’argentina, caratterizzata da un magnifico fogliame verde-azzurro, ed è curiosamente palindromo, così come i nomi dei modelli, Irori e Neven per la collezione attuale e future, anche questo un richiamo alla circolarità.

Circolarità che ritroviamo non solo nel prodotto, ma anche nel concetto di ri-utilizzo del packaging, spesso sottovalutato quando si tratta di ottimizzare l’impatto che un prodotto ha sull’ambiente. Yatay ha reinventato la cover della scatola come tavola da Backgammon con cui si può giocare invece di gettarla via. I dadi (e le pedine) sono inseriti in una piccola borsa realizzata con materiali bio-based, scarti del processo produttivo, tutti diversi ed unici.

Le Yatay sono lavabili in lavatrice, comode e traspiranti, con lacci in canapa naturale ecru e/o bio-leather tono su tono, un packaging distintivo con l’esclusiva Yatay box con Backgammon set.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Panerai Submersible eLAB-ID

Panerai Submersible eLAB-ID: il nuovo concept watch

adidas Sport 3D CMPT

adidas Sport 3D CMPT: i nuovi occhiali in edizione limitata

Wiko Power U30

Wiko Power U30 con una super batteria, meno di 2 cariche a settimana