Ducati Futa AXS: la nuova versione della e-bike stradale

Caterina Di Iorgi
10/11/2022

Ducati Futa AXS: la nuova versione della e-bike stradale

Ducati Futa AXS: a pochi giorni dalle incredibili emozioni vissute a Valencia e forte della tripletta iridata conquistata in MotoGP (titolo Piloti, Costruttori e Team), Ducati si presenta ad Eicma 2022 con tutte le novità per il 2023. La casa di Borgo Panigale non è solo motociclismo: le sue e-bike hanno attirato molti visitatori all’apertura della fiera e il nuovo allestimento della e-road Futa ha celebrato qui il suo battesimo mondiale.

Ducati Futa AXS: caratteristiche

Ducati Futa AXS

L’area dedicata alle e-Bike espone MIG-S, TK-01RR e la nuova versione “AXS” della e-Road Futa. Dotata del gruppo Sram Rival eTAP AXS con cambio elettronico wireless 2×12 velocità, connettività AXS e possibilità di integrare un misuratore di potenza optional, questa versione arricchisce la gamma di biciclette a pedalata assistita di Ducati.

La nuova versione della Futa presenta una livrea in carbonio opaco/rosso GP, un carbon look lasciato a vista, in perfetto stile Ducati. Il gruppo Sram Rival eTap AXS offre tutta la tecnologia e le caratteristiche ad alte prestazioni che i ciclisti moderni desiderano: potenti freni a disco idraulici, un cambio elettronico senza fili e connettività 2×12 velocità preciso e reattivo.

Si chiama Futa AXS per distinguerla dal modello con il gruppo FSA K-Force, già in gamma, entrambi allo stesso prezzo di vendita (7.690 € in Italia, spedizione inclusa). Questa bicicletta prende il nome dal Passo della Futa, il tratto di strada tanto caro a Ducati che attraversa l’Appennino collegando Firenze a Bologna: è qui che vengono testati tutti i prodotti della casa di Borgo Panigale, prima di uscire sul mercato.

Futa è una e-road che sa miscelare bene comfort e prestazioni. È dedicata a chi ha voglia di divertirsi ma vuole comunque pedalare al proprio massimo, percorrendo anche le salite più impegnative. Il telaio monoscocca in fibra di carbonio UD presenta una geometria sport endurance, ma con scelte di disegno che volutamente strizzano l’occhio all’aerodinamica e, dunque, alla velocità.

Ducati Futa AXS

Il carro posteriore compatto, con foderi ribassati, rende il mezzo più confortevole, generando al contempo una minor resistenza aerodinamica. Il triangolo posteriore è più rigido lateralmente, proprio in virtù della scelta dei foderi: favorisce una migliore trasmissione della potenza alla ruota, oltre ad aumentare la reattività della bici.

Il motore, posto sul mozzo posteriore, è l’FSA System HM 1.0 da 250W e 42Nm di coppia che vanta un’erogazione fluida e naturale in ogni condizione. Questo motore è dotato di 5 livelli di assistenza selezionabili tramite il comando Garmin posto al manubrio, che permettono di gestire il livello di supporto a proprio piacimento.

L’app FSA, disponibile per dispositivi iOS e Android, consente al ciclista di visualizzare in maniera rapida e intuitiva le statistiche di guida, la durata residua della batteria e lo stato di carica. Tramite l’app è inoltre possibile scaricare aggiornamenti del software e comunicare con i centri di assistenza FSA in tutto il mondo.

Grazie al peso ridotto (12,4Kg in taglia M) e a una resistenza del motore quasi impercettibile in assenza di assistenza, superati i 25Km/h, la Ducati Futa risulta sempre scattante e veloce. È equipaggiata con ruote Vision AGX30 con cerchi in carbonio; le gomme Vittoria Corsa N.EXT da 34mm garantiscono un ottimo rapporto durata-prestazioni.

La batteria FSA da 250Wh è integrata nel tubo obliquo ed è disponibile anche un range extender opzionale da 250Wh, per coprire percorrenze ancora più lunghe. Il manubrio è l’aerodinamico Vision HB Trimax Carbon in fibra di carbonio, a forma di ala di
gabbiano, con attacco e cavi integrati. Le consegne della Futa AXS inizieranno a marzo 2023 in Europa e a giugno negli Stati Uniti.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.