BMW M 1000 RR 2023: la moto costruita per le corse

Caterina Di Iorgi
13/10/2022

BMW M 1000 RR 2023: la moto costruita per le corse

La nuova BMW M 1000 RR 2023 è alimentata dal noto motore a 4 cilindri in linea raffreddato ad acqua progettato per le gare, in particolare per il campionato mondiale Superbike. Come in precedenza, la potenza massima è di 156 kW (212 CV) a 14.500 giri/min. Anche la ciclistica della nuova M RR si affida al telaio in alluminio come elemento centrale, integrato da una forcella a steli rovesciati e da un puntone centrale della sospensione con cinematica Full Floater Pro. La nuova M 1000 RR è offerta in due versioni: come variante base M RR nella verniciatura base Lighwhite non metallizzato e come M RR M Competition nella verniciatura base Blackstorm metallizzato.

BMW M 1000 RR 2023: caratteristiche

BMW M 1000 RR 2023

L’aumento del potenziale della nuova M RR deriva soprattutto dai colossali progressi nel campo dell’aerodinamica. In particolare, una carenatura di nuova concezione, realizzata in fibra di carbonio a vista e dotata di un parabrezza più alto, aumenta sensibilmente la velocità massima grazie all’ottimizzazione del flusso d’aria intorno al pilota. Per la prima volta, questa carenatura è dotata anche di un supporto anteriore in fibra di carbonio, particolarmente leggero ma molto rigido. La velocità massima della nuova M RR è aumentata da 306 a 314 km/h rispetto al modello precedente.

Nel corso di questo sviluppo aerodinamico, anche le M Winglet sono state completamente riviste. Ora generano una deportanza aerodinamica significativamente maggiore, sia in posizione di guida eretta che in curva. Il pilota acquista ancora più fiducia nella ruota anteriore e può raggiungere angoli di piega maggiori o velocità di percorrenza in curva più elevate a parità di angolo di piega, oltre a beneficiare di una minore tendenza all’impennata. Allo stesso tempo, il pilota beneficia di una velocità massima notevolmente aumentata.

BMW M 1000 RR 2023

Un altro punto centrale nell’ottimizzazione dell’intera aerodinamica è stata la zona della ruota anteriore. Qui, per la prima volta nella storia di BMW Motorrad, vengono utilizzati i condotti dell’aria in fibra di carbonio a vista per il raffreddamento dei freni, chiamati anche in breve condotti dei freni. Sono integrati nel nuovo parafango anteriore, che è stato ottimizzato per migliorare il flusso d’aria intorno alla forcella e alle pinze dei freni. I copriruota M Aero, anch’essi realizzati in fibra di carbonio a vista, riducono ulteriormente la resistenza all’aria, soprattutto a velocità superiori a 250 km/h. I copricerchi M Aero sono riservati alla M RR M Competition.

Nella nuova M RR, i cerchi M Carbon si distinguono per la nuova verniciatura trasparente. I nuovi nastri in design M sui cerchi sottolineano il carattere tecnico di alto livello e la vocazione racing della nuova M RR. In alternativa ai cerchi M Carbon, la nuova M RR può ora essere ordinata anche con cerchi forgiati franco fabbrica.

La sezione posteriore di nuova concezione rende l’attuale M RR ancora più leggera, sportiva e dinamica. Anche il portatarga corto e la sella ergonomica M Endurance sono nuove caratteristiche. Grazie a un cablaggio modificato con connettore LWS, il portatarga più corto con i gruppi ottici può essere smontato ancora più velocemente e facilmente.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.