Ducati Monster 2021

Ducati Monster 2021: leggero, compatto, essenziale e divertente

La naked sportiva adatta a tutti coloro che vogliono una moto tecnologica e facile da guidare!

3 dicembre 2020 - 18:00

Ducati Monster 2021 rappresenta tutta l’essenza Ducati nella forma più compatta, essenziale e leggera possibile. Motore sportivo, ma perfetto per l’uso stradale, abbinato a un telaio di derivazione Superbike. Ovvero tutto ciò che serve per divertirsi, ogni giorno.

Alla base del nuovo Monster ci sono gli stessi concetti che lo legano all’indimenticabile Monster 900, la prima, vera naked sportiva, ma reinterpretati e attualizzati. Il risultato è una moto dalla ciclistica evoluta, facile ed efficace, capace di instaurare subito un feeling perfetto fin dalle prime curve. La posizione di guida è meno caricata sui polsi, il motore offre un ottimo bilanciamento tra potenza, coppia e facilità di gestione.

Per realizzare il nuovo Ducati Monster 2021 progettisti e designer sono ripartiti da zero, avendo però chiari i punti cardine attorno a cui la nuova moto doveva essere costruita. Snella e agile, la moto riprende le linee guida del dna di ogni Monster: serbatoio a dorso di bisonte, faro tondo incassato nelle spalle, coda pulita e motore al centro della scena. Il linguaggio però è nuovo e moderno. Le forme sono evolute in una direzione in cui essenzialità e tecnologia sono esaltate dal design, come nel profilo circolare del proiettore anteriore a LED o negli indicatori di direzione sweeping.

Ducati Monster 2021: motore

Il Monster monta il motore Testastretta 11° da 937 cc bicilindrico a L, con distribuzione desmodromica e omologato Euro 5. Rispetto al precedente 821 cresce in cilindrata, potenza, coppia e cala nel peso (-2,4 kg) per contribuire alla leggerezza della moto e offrire migliore guidabilità. Ora eroga 111 CV a 9.250 giri/minuto con una coppia massima di 9,5 Nm erogata a soli 6.500 giri/minuto, dimostrandosi efficiente e reattivo nella risposta al gas. Grazie alla maggiorazione della cilindrata la coppia è migliorata a tutti i regimi, in particolare a quelli medio bassi, ovvero quelli più utilizzati normalmente su strada e tra le curve. Questo garantisce performance entusiasmanti oltre a facilità e piacere di guida, supportati anche dal nuovo cambio e dal Ducati Quick Shift Up/Down montato di serie. Il Monster è disponibile anche in versione da 35 kW, per i possessori di patente A2.

Ducati Monster 2021: telaio

Il telaio in allumino è un front frame, stesso concetto della Panigale V4. È molto corto e fissato direttamente alle teste. Con un peso di soli 3 kg questo telaio è più leggero di 4,5 kg (ben il 60% in meno) rispetto al precedente traliccio e contribuisce a ridurre il peso della moto a soli 166 kg a secco.

Ogni componente è stato riprogettato e alleggerito: i cerchi perdono 1,7 kg, il forcellone si alleggerisce di 1,6 kg. Il telaietto posteriore cala di 1,9 kg grazie anche alla tecnologia GFRP (Glass Fiber Reinforced Polymer) con cui è stato realizzato, che ha permesso l’ottimizzazione di forme e superfici a vantaggio della leggerezza e della compattezza dimensionale. Il risparmio di peso totale in ordine di marcia è di ben 18 kg rispetto al Monster 821.

Ducati Monster 2021: guida

L’altezza da terra della sella del nuovo Monster è di 820 mm. Questo, unito ai fianchi stretti della moto, fa sì che si possano mettere i piedi a terra in maniera molto agevole. Come accessorio è disponibile una sella che riduce l’altezza da terra a 800 mm, mantenendo comunque una buona imbottitura. E, per chi lo desidera, è acquistabile un semplice kit per le sospensioni che abbassa il veicolo riducendo ulteriormente l’altezza sella a 775 mm da terra.

Per garantire la massima manovrabilità alle basse andature e agevolare le manovre da fermo, è stato aumentato l’angolo di sterzata (36°, ben 7° in più rispetto all’821). Il manubrio è stato avvicinato al busto del pilota di circa 7 cm per avere una posizione di guida più eretta che garantisce maggior comfort e controllo. Anche la posizione dei piedi è stata modificata, le gambe infatti ora sono meno rannicchiate. Tutto questo si traduce in grande facilità di guida, anche nel traffico cittadino.

Ducati Monster 2021: tecnologia

La dotazione di serie comprende ABS Cornering, Traction Control e Wheelie Control, tutti regolabili su diversi livelli di intervento. Il carattere sportivo della moto è sottolineato anche dal Launch Control che assicura partenze fulminee. Questa dotazione elettronica permette di esprimere le performance della moto con un alto grado di sicurezza attiva.

Il nuovo Monster è dotato di tre Riding Mode (Sport, Urban, Touring) che permettono di plasmare il carattere della moto secondo i gusti e le necessità. Tutto è facilmente gestibile attraverso i comandi al manubrio e il cruscotto TFT a colori da 4,3” caratterizzato da una grafica racing che riprende quella della Panigale V4, con un grande contagiri che mostra al centro l’indicazione della marcia inserita.

Ducati Monster 2021: personalizzazione

Per permettere a ogni Monsterista di rendere la propria moto ancora più unica sono stati realizzati dei kit adesivi che esaltano le forme del Monster e celebrano la sportività Ducati. Per chi volesse accentuare in maniera ancora più decisa lo stile del proprio Monster, sono stati realizzati anche dei kit di vestizione con grafiche ancora più ricche. Come per tutte le moto Ducati è disponibile anche un’ampia gamma di accessori Ducati Performance: ad esempio il doppio silenziatore Termignoni omologato con fondelli in fibra carbonio.

Il nuovo Monster è disponibile nei colori Rosso Ducati e Dark Stealth con ruote nere, Aviator Grey con ruote Rosso GP. Per chi volesse la moto con un’immagine ancora più sportiva è presente negli stessi colori la versione Plus con il cupolino aerodinamico e la cover per la sella del passeggero di serie.

Il Monster sarà disponibile nei concessionari Ducati a partire da aprile 2021.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Suzuki GSX-S1000GT

Suzuki GSX-S1000GT: la nuova Gran Turismo

patente

Patente di guida: i canditati con DSA hanno più tempo all’esame di teoria.

Kymco DTX360

Kymco DTX360: dinamico e brillante in tutte le occasioni