Cosa vuol dire Franco Concessionario e tutte le altre sigle?

Robin Grant
07/03/2022

Cosa vuol dire Franco Concessionario e tutte le altre sigle?

Prezzo su strada”, “franco concessionario” sono molte sigle e formule che compaiono nei listini e negli spot pubblicitari in merito alla vendita soprattutto di moto, ma anche di auto.

Si chiamano formule commerciali veicoli o formule commerciali di vendita e indicano le diverse tipologie di prezzo che variano a seconda di servizi, condizioni, forniture o altri elementi di varia natura. Che cosa significano? Te lo spieghiamo noi!

Cosa significa messa in strada e prezzo su strada

Tra le formule commerciali veicoli, la voce più ricorrente è la messa in strada, formula che comprende tutti i costi per eliminare lo strato di cera dalla carrozzeria e altri accorgimenti, il montaggio di parti o elementi forniti separatamente, rabbocco dei liquidi, controllo meccanico, pulizia degli interni e della carrozzeria, controllo dei dispositivi manuali, elettrici ed elettronici e le immatricolazioni.

Comprende la messa in strada anche il Prezzo su Strada (sigla s.s.), prezzo che include anche il completamento di tutte le pratiche burocratiche e le operazioni di forniture di materiali e servizi che permettono al veicolo di essere a punto e legalmente circolante, questo prima della consegna al cliente

Cosa significa Prezzo Franco Concessionario FC e Franco Fabbrica FF?

La voce Prezzo Franco di per sé non indica nulla, se non un insieme che include varie tipologie di formule commerciali veicoli. Vediamoli:

  • Il Prezzo Franco Concessionario o Filiale (sigla f.c.) è una formula nel cui caso il veicolo è fornito o alla sede del concessionario o a una filiale dislocata, ed è comprensivo delle sole spese per il trasporto. Significa che è una formula che esclude tutte le spese per la messa in strada del veicolo.
  • Il Prezzo Franco Fabbrica (sigla f.f.) indica invece il costo del veicolo posto in magazzino dalla casa costruttrice, e si riferisce – se l’azienda è estera – alle regole siglate dall’Incoterms e comprende la percentuale che sarà destinata al rivenditore. Non comprende invece le spese di trasporto e messa in strada, ma è una formula che viene usata per le vendite sul mercato nazionale.
  • Il Prezzo Franco Importatore (sigla f.i.) si applica in caso di veicoli provenienti dall’estero: in questo caso l’azienda proprietaria avverte che nel prezzo oltre alla fornitura del veicolo è incluso anche lo sdoganamento e il trasporto fino alla sede dell’importatore. A carico dell’acquirente sono invece le spese per il trasporto alla concessionaria prescelta e la messa in strada.
  • Il Prezzo Franco Dogana (sigla f.d.) si applica sempre per un veicolo straniero, ma in questo caso l’azienda produttrice indica che nel prezzo, oltre alla fornitura. È compreso solamente il trasporto fino alla dogana di frontiera. L’acquirente si farà quindi carico delle spese per il trasporto finale, della messa in strada e delle tasse doganali. È bene specificare che tuttavia si tratta ormai di una formula in disuso-

Prezzo IVA compresa o esclusa

Il Prezzo IVA Compresa (sigla IVA Comp) o IVA Esclusa (sigla IVA Esc) indica se nel prezzo è compresa o no l’imposta sul valore aggiunto. Se non ci sono indicazioni specifiche, di norma il prezzo di un veicolo ad uso privato comprende già l’IVA, mentre vale il contrario per i veicoli destinati all’uso aziendale.

Prezzo Passaggio Compreso

Il Prezzo Passaggio Compreso (sigla p.c.) è quel prezzo che include già il costo per il passaggio di proprietà. Va da sé, quindi, che è una formula che di applica in caso di vendita di veicolo usato, a km0 o aziendale.

Cosa significa  Prezzo Base e Primo Prezzo?

Concludiamo la lunga lista di formule commerciali veicoli con gli ultimi due. Il Prezzo Base (sigla p.b.) indica che il prezzo non si riferisce al veicolo esposto (in concessionario, su uno spot) ma a un ipotetico “veicolo base” (cioè agli allestimenti base di gamma) che includono solamente le dotazioni di serie. Questo prezzo non è comprensivo quindi di eventuali accessori scelti e aggiunti dall’acquirente.

Il Primo Prezzo (sigla p.p.) indica che sul prezzo esposto è già stato applicato il massimo sconto promosso dal rivenditore. In passato, invece, questa sigla indicava il prezzo scontato che la concessionaria riservava ai propri rivenditori.

È bene aggiungere che in alcuni casi le indicazioni che si riferiscono al prezzo sono molteplici: per esempio, quando vediamo “Prezzo base di 18.000,00 euro f.c.” vuol dire che a quella cifra devono essere aggiunti i costi delle spese di messa in strada e di eventuali optional.

—–

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.

telegram