Gamma Damon Hypersport

Gamma Damon Hypersport: due potenti modelli elettrici

Silenziose e potenti proprio come il freddo Nord!

22 aprile 2020 - 20:00

Damon Hypersport Arctic Sun e Hypersport Midnight Sun sono i due nuovi modelli di punta della gamma Damon Hypersport.

Stiamo parlando dei canadesi di Damon Montocycles, azienda specializzata in moto elettriche che ha da poco svelato le edizioni limitate della Damon Hypersport HS. Si tratta di due modelli altamente tecnologici dotati di un sistema copilot con sistema di avviamento a 360° per il pilota.

Gamma Damon Hypersport: colorazioni inedite e tecnologia premium

I nomi dedicati alle caratteristiche del Canada (il Canada è parte del Polo Nord, e le sue regioni più settentrionali hanno il fenomeno del Sole di mezzanotte, come in Lapponia) non sono casuali, e anzi vengono esaltati dalle colorazioni inedite pensate appositamente per questi due modelli. Le due colorazioni sono bianco perlato o nero con inserti in oro a contrasto, in particolare sulla fiancata e sul retro del sellino.

Due moto che fanno parte della gamma Premier dell’azienda, e per questo le prime dotate del sistema copilot di ultima generazione e della tecnologia Damon shift. Il sistema Copilot è composto di un sistema di allarme a 360 gradi che considera tutto l’ambiente circostante grazie a telecamere, sensori e radar in modo da avvisare i proprietari di ogni rischio. I sensori servono, naturalmente, anche per monitorare il traffico e le condizioni della strada in diversi luoghi. Il sistema Damon Shift, invece permette al pilota di adattare la posizione di guida in base al suo stile e alla sua comodità.

Gamma Damon Hypersport: alte prestazioni

Anche il nome Hypersport non è naturalmente scelto a caso, ma rende giustizia ad un veicolo con prestazioni particolarmente elevate. Questa moto monta un motore elettrico particolarmente avanzato, un PMAC raffreddato a liquido che consente una potenza di 214,5CV e una coppia di più di 200 N/m, alimentato da una batteria da 21,5 kWh.

Caratteristiche di tutto rispetto, che spingono la moto a una velocità massima di 322 km/h, e le consentono di avere un’autonomia di più di 322km facendo una media tra città e autostrada. Una batteria che si ricarica completamente in meno di 3 ore: un risultato sorprendente, che riduce e non di poco le problematiche legate al motore elettrico che invece ancora troviamo nei veicoli a quattro ruote. Del resto, una moto è più leggera e agile di un veicolo (considerando soprattutto che nelle auto sono soprattutto i SUV a sviluppare la tecnologia elettrica, che sono molto pesanti) e questo permette di avere motori non esagerati e batteire piccole che però spingono il veicolo a velocità elevate, garantendo prestazioni e ottima esperienza di guida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Honda CRF250RX Enduro 2022

Honda CRF250RX Enduro 2022: la Offroad più forte che mai

Casco KV49 Shock

Casco KV49 Shock: ideale per il cross, enduro e motard

moto neopatentati

Quali moto i neopatentati possono guidare?