Honda XL500S 1979

Honda XL 500 e XL 600: la storia delle enduro che hanno fatto la storia

L’inossidabile monocilindrica Honda da enduro, antenata di numerosi altri modelli di successo come il Dominator.

23 maggio 2021 - 11:00

La rubrica Youngtimer torna sulle strade sterrate con le mitiche enduro degli anni Ottanta. Con l’arrivo sul mercato della Yamaha XT 500, nel 1975, Honda doveva sfoderare la sua arma migliore per combattere la concorrenza.

La Casa di Tokyo aveva già in produzione da diversi anni, precisamente dal 1972, la XL 250, da cui derivò la XL 250 S del 1978, con motore quattro tempi a quattro valvole. Da questo modello, ma anche dalle moto da cross Elsinore, antenate delle CR, prese ispirazione per la prima XL 500 S, che vide la luce nel 1979, praticamente in contemporanea con la più specialistica XR 500, a cui dedicheremo un articolo a parte.

Nonostante, o forse grazie proprio a questo ritardo rispetto alla concorrente di Iwata, la XL si dimostrò subito un ottimo prodotto e, a detta delle riviste dell’epoca, con prestazioni superiori alla rivale XT. Il motore era un monocilindrico di 498 cc con distribuzione monoalbero a camme in testa e quattro valvole, alimentato da un carburatore Keihin da 32 mm, accoppiato a un cambio a 5 marce, con scarico due in uno.

Tra le sue caratteristiche principali, il serbatoio da 10 litri (con riserva di circa 2 litri), il faro anteriore rotondo con cornice cromata e soprattutto la ruota anteriore da 23 pollici, ereditata dalla 250, mentre il posteriore era da 18”. Era proposta nell’unica colorazione rossa denominata Tahitian Red.

Commenta per primo