Kawasaki Z H2 SE 2023: la naked sovralimentata

Caterina Di Iorgi
02/10/2022

Kawasaki Z H2 SE 2023: la naked sovralimentata

Kawasaki Z H2 SE 2023 sfruttando l’esclusiva tecnologia del compressore bilanciato sviluppato internamente da Kawasaki, la Z H2 da 147,1 kW (200 CV) vanta specifiche notevoli assieme ad un cuore tecnologico che offre importanti aiuti di guida per il pilota. In Italia arriverà solo la versione SE che si posiziona nella fascia naked.

Kawasaki Z H2 SE 2023: caratteristiche

Kawasaki Z H2 SE 2023

La Z H2 SE si presenta con un pacchetto elettronico avanzato IMU che comprende: electronic cruise control, traction control, power mode, launch control, quick shifter in innesto e scalata assieme alla frizione antisaltellamento servoassistita.

Per quanto riguarda il compartimento freni, la Z H2 SE vanta le ultime pinze Brembo Stylema unite alle sospensioni Showa a smorzamento elettronico con tecnologia Skyhook all’avanguardia, progettata per mantenere la moto sempre in un assetto stabile mentre le sospensioni assorbono le asperità stradali.

La naked beneficia di un telaio tubolare a traliccio derivato dalla Ninja H2 e di tutto un compartimento luci a Led integrato nell’esclusivo stile Sugomi. Lo sguardo del pilota viene immediatamente rapito dal manubrio del tipo “fat-type” e dal display TFT a colori, molto leggibile, con connettività smartphone che consente ai motociclisti di utilizzare la nuova versione dell’app Kawasaki Rideology.

Sarà disponibile anche la Z H2 SE Performance Edition con cupolino large fumè, una protezione serbatoio in gel, kit coprisella in tinta che accentua l’aspetto sportivo della moto e scarico Akrapovič in titanio.

La Z H2 SE è disponibile in una colorazione Metallic Matte Graphenesteel Gray/Ebony/Mirror Coated Black.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.