Nuova BMW R18 Classic

Nuova BMW R18 Classic: la tourer che richiama la tradizione

Il design della moto è già orientato alle modifiche per una facile customizzazione e personalizzazione.

3 novembre 2020 - 16:00

La nuova BMW R18 Classic è una tourer che si richiama alla tradizione riecheggiando i primi modelli delle grandi cruiser da turismo. La nuova BMW R18 Classic dispone di un grande parabrezza, sella per passeggero, borse morbide, fari aggiuntivi a LED e ruota anteriore 16 pollici.

Nuova BMW R18 Classic: motore

L’elemento principale della nuova BMW R 18 Classic è un motore boxer bicilindrico di nuova progettazione: il “Big Boxer”. L’aspetto imponente e la tecnologia rispecchiano la continuazione dei motori boxer tradizionali raffreddati ad aria che, per più di settant’anni, hanno offerto una stimolante esperienza di guida fin da quando BMW Motorrad iniziò la produzione nel 1923.

Il più possente motore boxer bicilindrico mai usato nella produzione di moto ha una cilindrata di 1802 cc. La potenza massima è di 67 kW (91 CV) a 4750 giri/min. Da 2000 a 4000 giri/min sono sempre disponibili più di 150 Nm di coppia e questa essenziale potenza di spinta si fonde con un suono pieno e vibrante. Telaio in acciaio con struttura a doppia culla e forcellone posteriore con asse di trasmissione passante che produce l’effetto di un telaio rigido.

Nuova BMW R18 Classic: telaio

Il pezzo forte delle sospensioni nelle nuove BMW R 18 Classic è un telaio in acciaio con struttura a doppia culla. Il suo design tramanda la vecchia tradizione di BMW Motorrad di questo tipo di telaio. Un’eccellente qualità di fabbricazione e una meticolosa attenzione ai dettagli si rivela anche in caratteristiche non visibili come i giunti saldati tra i tubi in acciaio e le parti fuse o forgiate. Come la leggendaria BMW R 5, il forcellone posteriore – che sfoggia un altrettanto notevole design – circonda l’asse di trasmissione posteriore in uno stile autentico tramite giunti bullonati.

Nuova BMW R18 Classic: forcella

Gli elementi delle sospensioni delle nuove BMW R 18 Classic sono volutamente privi di opzioni di regolazione elettronica. Al contrario, una forcella telescopica e un sistema di sospensione centrale montato direttamente con ammortizzazione progressiva e precarico della molla regolabile assicurano un controllo superiore delle ruote e un piacevole comfort. Come nella leggendaria BMW R 5, i tubi della forcella telescopica sono incamiciati in copri forcella. Il diametro del tubo della forcella è di 49 mm, mentre l’escursione della sospensione anteriore è di 120 mm e di quella posteriore di 90 mm. L’impianto frenante delle nuove BMW R 18 Classic è costituito da un doppio disco freno all’ anteriore e un singolo disco freno al posteriore, insieme a pinza fissa a quattro pistoncini. Al contempo, le ruote a raggi le conferiscono un aspetto indiscutibilmente elegante.

Nuova BMW R18 Classic: performance

La nuova BMW R 18 Classic è caratterizzata da un posizionamento delle pedane poggiapiedi “in posizione centrale”. La posizione classica dietro i cilindri non solo è tipica di BMW, ma consente anche una posizione di guida rilassata e attiva per un perfetto controllo della moto. Tre modalità di guida, unitamente all’ASC e all’MSR per un elevato piacere di guida e sicurezza come standard. La retromarcia assistita e l’Hill Start Control come opzione di fabbrica.

La nuova BMW R18 Classic offre inoltre tre modalità standard di guida: “Rain”, “Roll” e “Rock” in modo da adattarsi alle preferenze del singolo guidatore. L’allestimento standard include inoltre l’ASC (Automatic Stability Control, escludibile) che assicura un elevato livello di sicurezza della guida. La nuova BMW R18 Classic ha inoltre come dotazione di serie il controllo della coppia di trascinamento del motore (MSR). Tra gli altri optional, la retromarcia assistita rende agevoli le manovre, mentre il sistema Hill Start Control facilita le partenze in salita.

Nuova BMW R18 Classic: stile e design

La nuova BMW R18 Classic traspone in modo magistrale lo stile iconico dei tempi andati ai giorni nostri, mantenendo un design purista in numerosi dettagli, principalmente influenzato da modelli classici come la BMW R 5. Non è una coincidenza che gli elementi funzionali e stilistici, come il telaio in acciaio con struttura a doppia culla, il serbatoio a goccia, l’albero di trasmissione a vista e la verniciatura con i filetti (disponibile come opzione di fabbrica) ricordino il leggendario motore boxer del 1936. Anche le componenti classiche della carrozzeria sono in metallo – come si addice a ogni vero classico. Le sospensioni ricordano altrettanto bene la mitica R 5. Insieme al forcellone a doppio braccio e al sistema Cantilever della sospensione posteriore, il concept di telaio rigido della R 5 viene perfettamente trasposto ai giorni nostri in termini estetici.

Nuova BMW R18 Classic: First Edition, look esclusivo

Questa versione combina il look della R 18 con caratteristiche di equipaggiamento esclusivo, presentando la classica finitura nera con verniciatura con filetti bianchi. Tra gli altri elementi di spicco si hanno numerose superfici cromate, logo sulla sella e targhetta cromata con scritta “First Edition” sulle coperture laterali.

La nuova BMW R18 Classic offre un design che consente facili modifiche, grazie all’attenzione posta, fin dalle prime fasi di progettazione, alla configurazione base della moto. È quindi dotata di un telaio posteriore facilmente rimovibile e di un set di componenti verniciati che si possono smontare senza problemi. I punti di fissaggio delle linee idrauliche del freno, i cavi e la frizione, studiati con attenzione, allo stesso modo consentono una facile installazione di manubri più alti o più bassi, oltre che dei relativi collegamenti idraulici e cavi. Inoltre, i coperchi delle valvole visibili (coperchi della testata cilindri) e il coperchio della cinghia (coperchio carter motore) sono progettati in modo tale da essere collocati all’esterno della camera d’olio, rendendone molto semplice la sostituzione.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social. Vi invitiamo a seguire Quotidianomotori.com su Google News, ma anche su FlipboardFacebookTwitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Suzuki GSX-S1000GT

Suzuki GSX-S1000GT: la nuova Gran Turismo

patente

Patente di guida: i canditati con DSA hanno più tempo all’esame di teoria.

Kymco DTX360

Kymco DTX360: dinamico e brillante in tutte le occasioni