Radikal Chopper a Motor Bike Expo 2019 con una Special 100% artigianale

Le Special di Andrea Radaelli di Radikal Chopper in anteprima mondiale al Motor Bike Expo 2019 in programma a Verona dal 17 al 20 gennaio

7 gennaio 2019 - 15:23

Radikal Chopper – Mancano ormai meno di due settimane all’apertura di Motor Bike Expo 2019 che si svolgerà dal 17 al 20 gennaio a Verona e anche in questa sua undicesima edizione vedrà novità, sorprese, pezzi unici, anteprime assolute. Tra queste la Special che Andrea Radaelli di Radikal Chopper sta ultimando per sorprendere il pubblico internazionale di Verona.

Andrea Radaelli da oltre dieci anni si dedica all’attività di customizzatore, dal 2010 con il marchio Radikal Chopper. Più volte premiato a Verona per le sue creazioni uniche, ha raggiunto anche il grande pubblico quando nel 2017 ha trionfato nel reality di SKY “Lord of the Bikes” con la Dynamica su base Moto Guzzi V7III.

Dopo molte esperienze in ambito Harley e Buell, Andrea ha dimostrato gusto e creatività non comuni spaziando anche su BMW, Kawasaki, Triumph, Honda e Scrambler Ducati. A MBE 2013 si è presentato con la “Double Trouble”, una Honda CB450, e lo Shovel Blackout, l’anno seguente è stato premiato nel Magazine Award dalla rivista francese RAD Magazine con il cafe racer Supernatural su base BMW R65.

Il 2015 è stato un altro anno di trionfi con lo Shovelhead “Sucker Punch” e il cafe racer “9/11GT” su base Kawasaki W800 con carrozzeria monoscocca in alluminio battuta a mano. Nel 2016 la sua “No Rules”, una boardtracker con telaio VL del 1930 e motore Knucklehead 1947 è stata premiata con il trofeo “Willie G. Davidson Design Studio” da Karen Davidson e Ray Drea, responsabile del design della casa americana, bissando il successo anche nel Magazine Award con due nomination assegnate dalle riviste tedesche Dream Machines e Easyriders.

Nel 2017 la sua la Supernatural BMW è stata invece premiata nella categoria Wind del Premio Eleganza indetto dal mensile Motociclismo. L’ultima edizione 2018 lo ha visto trionfare come Best of Show nel contest del magazine LowRide con il chopper Angel Dust verniciato da Cisko, che è stato premiato con un secondo posto anche nel MBE Award e con due nomination nel Magazine Award, assegnati dalla rivista giapponese Vibes e dalla tedesca Dream Machines, mentre la “Skinny” realizzata con 70’s Helmets è stata premiata nello stesso contest dalla rivista Easyriders e anche nel Custom Chrome International Bike Show Series Italian nella classe Jammer Old School, dove al terzo posto si è piazzata nuovamente la Angel Dust.

Sue sono anche le BMW R nineT e R nineT Scrambler realizzate per le riviste LowRide e Chop and Roll, presentate rispettivamente nel 2016 e 2017.

La nuova opera di Andrea sarà come sempre una moto artigianale al 100%. Persino il telaio è stato fatto in officina e non c’è nessuna parte after market. È una special che ha una storia lunga e la cui realizzazione ha impegnato un anno di tempo. Un progetto su base Shovelhead 1971 che prosegue la filosofia dell’atelier milanese, con ampio uso di materiali come alluminio, ottone e bronzo, lavoro di incudine e martello.

La presentazione, in anteprima assoluta, avverrà venerdì 18 gennaio alle ore 11, sul palco principale del Padiglione 1.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fari opachi

Fari ingialliti: cosa fare per farli tornare nuovi

MotoGP Misano 2019 Valentino Rossi

MotoGP Misano 2019 Valentino Rossi: il casco AGV Pista GP R del Dottore

Indian Chieftain 2020 Thunder Stroke 116 Titanium Smoke

Indian Motorcycle 2020: nuovi modelli e motore Thunder Stroke 116