Triumph_Rocket_3_TFC-Hero_02

Triumph Rocket 3 TFC 2019: tre cilindri da 2 litri e mezzo

Cruiser inglese in edizione limitata a 750 esemplari, venduti a 29.000 euro.

2 maggio 2019 - 17:09

Come vi avevamo annunciato a fine gennaio, nella giornata di ieri Triumph Motorcycles ha presentato la sua nuova Rocket 3 TFC 2019. Lanciata per la prima volta nel 2004 la Triumph Rocket 3 è una moto diventata negli anni leggendaria, grazie anche al suo motore tre cilindri di 2.294 cc, al momento della presentazione il più grande mai montato su una moto di serie.

Oggi, dopo 15 anni, si rinnova ostentando ancora più muscoli, più coppia e imponenza. Questa nuova muscle cruiser fa parte del programma Triumph Factory Custom (TFC) e arriva sul mercato con un nuovo motore tre cilindri da 2.500 cc che ridefinisce la categoria che essa stessa ha creato dominandola per prestazioni ed equipaggiamento.

La Rocket 3 è la seconda Triumph TFC presentata, dopo la Thruxton TFC, di cui sono stati confermati i dati tecnici: 109 CV a 8.000 giri (12 in più della Thruxton R), 115 Nm di coppia massima (3 in più della Thruxton) e 201 kg di peso, 5 kg in meno rispetto alla Thruxton R. Quest’ultima sarà prodotta in soli 750 esemplari e venduta a un prezzo di 22.500 euro.

Edizione ultra limitata

Anche per la Rocket 3 TFC saranno disponibili solo 750 unità nel mondo, ciascuna identificata con una placchetta numerata montata sul supporto della strumentazione e da un badge TFC ornato con dettagli dorati. Un kit esclusivo TFC, che comprende una lettera numerata firmata dal CEO di Triumph, Nick Bloor, un libro personalizzato, uno zaino in pelle marchiato TFC e un telo copri moto Rocket 3 TFC, accompagnerà la moto mentre verrà consegnata al cliente.

Motore e prestazioni

La nuova cruiser inglese monta un inedito tre cilindri in linea da 2.458 cc: anche in questo caso è il motore di produzione di maggior cilindrata al mondo. La coppia di 221 Nm è la più alta mai rilevata su un motore di produzione omologato (quasi l’11% in più del precedente modello, con 200 Nm, lo stesso valore della versione Roadster del 2010), mentre i suoi 170 CV (contro i 140 CV della precedente e i 148 della Roadster 2010) rendono la Rocket 3 TFC la Triumph più potente mai costruita fino a oggi. La Rocket 3 aggiunge componenti come valvole in titanio e silenziatori Arrow con terminale in carbonio.

Look da muscle cruiser

Imponente, maestosa e curata in ogni più piccolo dettaglio, come evidenziato dai nuovi fari LED che rappresentano un marchio di fabbrica per Triumph, la nuova Rocket 3 TFC è “vestita” da esclusive sovrastrutture in fibra di carbonio, che comprendono parafango anteriore, coperchi dei terminali di scarico, protezione para calore dei collettori, cupolino, coperchio dell’albero di trasmissione, para tacchi e cinghia serbatoio. Lo stile muscoloso della Rocket 3 TFC è reso ancora più importante dalle nuove ruote in lega a venti raggi gommate con i nuovi pneumatici Avon Cobra Chrome, presentati a Intermot 2018, da 240 mm al retrotreno e 150 mm davanti.

Il manubrio dritto ha tutti i cablaggi interni, ulteriori rifiniture e dettagli includono la verniciatura bicolore “carbon black/matt carbon black” con decal in lamina satinata, accenti dorati e badge 3D Triumph elettroformato. Le pedane passeggero si nascondono perfettamente contribuendo a mantenere pulita la linea minimale del codino della Rocket 3 TFC.

Tecnologia avanzata

La nuova Rocket 3 TFC offre un alto livello di tecnologia, progettato per offrire la migliore esperienza di guida.

La strumentazione TFT a colori di ultima generazione è esteticamente ancora più appagante, oltre a essere decisamente più completa rispetto a quello della precedente versione. Il design minimal ed elegante del cockpit TFT offre la possibilità di scegliere tra due diversi layout oltre a mettere a disposizione la possibilità di personalizzare la schermata di avvio.

Cornering ABS e controllo di trazione consentono di sfruttare al massimo le prestazioni del Triple da 2.500 cc permettendo la gestione dell’accelerazione e della frenata secondo l’angolo di inclinazione a cui si trova la moto. Inoltre, le quattro modalità di guida (Road, Rain, Sport e Rider, quest’ultima personalizzabile) regolano la risposta dell’acceleratore e le impostazioni del controllo di trazione in base alle condizioni di guida o alle preferenze del pilota.

Proprio per offrire un’esperienza di guida di livello superiore, la Rocket 3 TFC offre di serie il Triumph Shift Assist e l’Hill Hold Control. Il Triumph Shift Assist consente cambiate molto rapide senza dover usare la frizione e funziona sia salendo di rapporto sia scalando. La funzione Hill Hold offre, invece, il miglior supporto possibile al pilota in caso di partenze in salita, trattenendo la moto per qualche secondo senza farla arretrare.

Per migliorare la visibilità nella guida notturna, ma anche per un basso consumo energetico e una maggiore vita utile dell’impianto, la Rocket 3 TFC adotta un impianto di illuminazione completamente a LED, compresi fari anteriori dotati di luce diurna dall’andamento distintivo (DRL), indicatori di direzione, luce posteriore e luce targa.

Anche il Cruise Control è di serie, riducendo l’affaticamento del pilota durante i viaggi o anche solo un lungo tragitto autostradale. Praticità e sicurezza vanno di pari passo, la Rocket 3 TFC è dotata di avviamento keyless, sensori di pressione pneumatici TPMS e presa di ricarica USB.

La nuova strumentazione TFT della Rocket 3 TFC è stata progettata per offrire ancora più funzionalità se abbinata al modulo di connettività Bluetooth in optional. Una volta installato, questo sistema offre il primo sistema di controllo “GoPro” integrato al mondo, il sistema di navigazione “turn-by-turn” di Triumph con tecnologia Google, la gestione delle chiamate in ingresso e la possibilità di ascoltare la musica installata sul proprio smartphone.

Ciclistica: 40 Kg in meno

L’attenta progettazione di ogni elemento ha consentito un risparmio di peso di oltre 40 kg, il che rende la Rocket 3 TFC più leggera del 15% rispetto al modello precedente.
Elemento fondamentale della ciclistica della Rocket 3 TFC è il nuovo telaio in alluminio che sfrutta il motore come elemento stressato migliorando anche la centralizzazione delle masse e si collega all’altrettanto nuovo forcellone monobraccio in alluminio. I componenti alleggeriti, le sovrastrutture in fibra di carbonio, e l’impianto frenante ultraleggero contribuiscono a questa drastica riduzione di peso.

Oltre al risparmio di peso, la Rocket 3 TFC ha anche un equipaggiamento di altissimo livello che si avvale di pinze Brembo Stylema di grande qualità, forcella Showa regolabile a steli rovesciati di 47 mm di diametro e monoammortizzatore Showa regolabile con serbatoio piggyback. L’elenco della componentistica premium comprende anche la pompa freno Brembo MCS radiale con interasse regolabile.

Una vera custom

La nuova Rocket 3 TFC è dotata di una lunga lista di dettagli progettati su misura, tra cui il kit di selle intercambiabili in vera pelle con configurazione “twin or single” offerto di serie, che include anche uno strapuntino per il passeggero da utilizzare con la sella in configurazione singola. A questo si aggiunge l’appariscente monobraccio e l’innovativo impianto di scarico 3-1-3.

La nuova Rocket 3 TFC è già in vendita a 29.000 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati Memorabilia moto

Ducati Memorabilia moto: i nuovi preziosissimi cimeli desmodromici

Husqvarna FC 450 Rockstar Edition MY20

Husqvarna FC 450 Rockstar Edition: prezzo e disponibilità

assicurazioni false online

Assicurazioni false online: elenco aggiornato dei siti truffa