MotoGP 2019: Calendario, test ufficiali e novità regolamento

Calendario ufficiale del Campionato del Mondo MotoGP 2019 che prenderà il via 10 marzo in Qatar e terminerà il 10 novembre con Gran Premio di Valencia

1 febbraio 2019 - 12:00

MotoGP 2019 Calendario – Gli appassionati e tifosi della MotoGP non dovranno attendere molto per rivere i piloti in pista. Mancano infatti meno di due mesi allo start del Campionato del Mondo MotoGP 2019, un campionato che si pre-annuncia più che mai avvincente. Sulla carta la coppia da battere è quella spagnola della Honda formata dal campione del mondo Marc Marquez e da Jorge Lorenzo che dovrà respingere gli attacchi della coppia Yamaha, formata dal nove volte campione del mondo Valentino Rossi – alla ricerca del decimo titolo iridato – affiancato da Maverick Vinales, e della coppia tutta italiana Ducati, formata dal vice campione mondiale Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

Commenta

per primo!

La prima tappa del MotoGP 2019 Calendario è fissata il prossimo 10 marzo con l’ormai consueta gara in notturna del Qatar. Come da tradizione il Motomondiale 2019 si concluderà sul Ricardo Tormo di Valencia il 17 novembre con il Gran Premio Motul de la Comunitat Valenciana. Saranno due come al solito le tappe italiane: il 2 giugno il Gran Premio d’Italia Oakley (Autodromo del Mugello) e il 15 settembre il Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini (Misano World Circuit Marco Simoncelli). Tra le varie appuntamenti sono previsti alcuni test.

Calendario Mondiale MotoGP 2019

10 marzo | Gran Premio del Qatar | Losail
31 marzo | Gran Premio Motul d’Argentina | Termas de Río Hondo
14 aprile | Gran Premio Red Bull delle Americhe | COTA – Circuit Of The Americas
5 maggio | Gran Premio Red Bull di Spagna | Jerez – Angel Nieto
19 maggio | Gran Premio di Francia | Le Mans
2 giugno | Gran Premio d’Italia Oakley | Mugello
16 giugno | Gran Premio Monster Energy di Catalunya | Barcelona-Catalunya
30 giugno | Gran Premio Motul d’Olanda | TT Assen
7 luglio | Gran Premio HJC Helmets di Germania | Sachsenring
4 agosto | Gran Premio Monster Energy Repubblica Ceca | Brno
11 agosto | Gran Premio myWorld Austria | Red Bull Ring – Spielberg
25 agosto | Gran Premio GoPro Gran Bretagna | Silverstone
15 settembre | Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini | Misano
22 settembre | Gran Premio di Aragona (Spagna) | MotorLand Aragon
6 ottobre | Gran Premio PTT Thailandia | Chang
20 ottobre | Gran Premio Motul del Giappone | Twin Ring Motegi
27 ottobre | Gran Premio d’Australia | Phillip Island
3 novembre | Gran Premio Shell Malesia | Sepang |
17 novembre | Gran Premio Motul Comunitat Valenciana (Spagna) | Ricardo Tormo

Calendario Test MotoGP, Moto2, Moto3 2019

MotoGP | Sepang (Malesia) | 6-8 febbraio
Moto2, Moto3 | Jerez de La Frontera (Spagna) | 20-22 febbraio
MotoGP | Losail (Qatar) | 23-25 febbraio
Moto2, Moto3 | Losail (Qatar) | 1-3 marzo
MotoGP | Jerez de La Frontera (Spagna) | 6 maggio
Moto2, Moto3 | Jerez de La Frontera (Spagna) | 7 maggio
MotoGP | Barcellona (Spagna) | 17 giugno
Moto2, Moto3 | Barcellona (Spagna) | 18 giugno
MotoGP | Brno (Repubblica Ceca) | 5 agosto
Moto2, Moto3 | Spielberg (Austria) 12 agosto
MotoGP | Misano (Italia) | 28 agosto

MotoGP 2019 Calendario: novità regolamento sportivo

Posizione al traguardo: la prima delle nuove regole introdotte dalla Dorna riguarda il passaggio dei piloti sul traguardo. Da questa stagione, pilota e moto dovranno tagliare il traguardo insieme. Nel caso in cui, per incidente/caduta, il pilota e la moto dovessero tagliare il traguardo separati, si fermerà il tempo nel momento in cui l’ultimo tra i due, taglierà il traguardo.

Ripartenza: Dal 2019 i piloti non possono essere aiutati dai commissari per riavviare la moto o riportarla in pista. È considerato ancora in gara il pilota che tenta di far ripartire il motore, o sta cercando di rientrare in pista o rientrare in pit-lane. Solo i Commissari della FIM potranno giudicare se un pilota è “in gara”.

Comunicazioni al pilota: In caso di infrazione (esempio: sorpasso non consentito con bandiere gialle) che comporti una penalità con cambio di posizione, la comunicazione avverrà tramite il cruscotto digitale direttamente sulla moto entro un massimo di tre giri e non più cinque.

Accensione motori: dal 2019 sarà obbligatorio accendere i motori fuori dal Box ed in pit-lane.

Record: cambiano anche i nomi dei record. Il record per il giro più veloce del circuito e il giro più veloce registrato in gara diventato rispettivamente “All Time Lap Record” (che comprenderà i tempi della storia segnati in tutte le sessioni di un GP) e “Best Race Lap” (il giro più veloce della storia del GP)

Punti Costruttori: Dal momento che un costruttore guadagna un certo numero di punti, perde alcune concessioni che riguardano la possibilità per i Test Rider di girare su qualsiasi circuito. Questi costruttori dovranno quindi scegliere tre piste del calendario del Mondiale. I punti per le concessioni scadranno dopo 2 anni dalla data di assegnazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

10 motivi per non perdere la MotoGP 2019

Vale Story: il libro dei primi 40 anni di Valentino Rossi

MotoGP 2019, meno chiacchere, meno gossip e più gasss!