MotoGP, Ezpeleta esce allo scoperto: “possibile rinvio al 2021”

Gianluca V.
07/04/2020

MotoGP, Ezpeleta esce allo scoperto: “possibile rinvio al 2021”

MotoGP 2020Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna, in un’intervista ha finalmente avuto il coraggio di dire le cose come stanno. Tuttavia ha chiarito come non sia possibile che il Motomondiale viaggi da un continente all’altro prima che ci sia un vaccino efficace contro il maledetto Covid-19.

MotoGP 2020: annullati GP del Mugello e Catalunya

FIM, IRTA e Dorna Sports hanno ufficializzato il posticipo del Gran Premio d’Italia e del Gran Premio di Catalunya relativamente programmati all’Autodromo del Mugello il 31 maggio e al Circuit de Barcelona-Catalunya il 7 giugno. La nota situazione generata dal coronavirus ha costretto gli organizzatori in una riprogrammazione dei entrambi gli eventi. I due GP, al pari di quelli di Francia e di Spagna dovranno essere quindi riprogrammati.

MotoGP 2020: annullamento in vista

In una intervista a Speedweek.com lo stesso Ezpeleta non ha scartato l’ipotesi si annullare completamente il mondiale 2020. “È ipotizzabile che non ci sarà il Motomondiale nel 2020”. – sono state le parole del manager spagnolo.

MotoGP 2020: i motivi del possibile annullamento

Ezpeleta è conscio dei rischi che comporterebbe spostare il circus del Motomondiale in giro per il mondo. Tuttavia non ha fatto mistero del fatto che la stagione 2020 è in forte rischio.

“Senza vaccino sarà molto difficile o impossibile organizzare un Gran Premio in giro per il mondo. – ha detto il CEO Dorna – Anche se la vita dovesse migliorare e normalizzarsi di nuovo, i divieti di viaggio rimarranno in vigore in tutti i paesi. E se così non fosse, sarebbero pazzi”.

Prima di gettare la spugna verrà fatto ogni tentativo, ma è bene che si prenda coscienza che è molto probabile che ci toccherà attendere il 2021 prima di rivedere un GP in diretta.

“Non sono molto fiducioso sul fatto di poter correre la stagione 2020. Anche se continuiamo a lavorarci sodo. Consideriamo tutte le possibili soluzioni”. – ha detto Ezpeleta a riguardo.

MotoGP 2020: settembre ultima spiaggia

Tutti gli uomini della Dorna stanno infatti facendo il possibile per iniziare almeno nel mese di settembre, sacrificando quindi un certo numero di gare. “Abbiamo oltre cinque mesi fino a settembre. Se fossimo certi di iniziare in quel mese, potremmo ancora gestire più di 4 o 5 GP modificando il calendario. Si potrebbero organizzare alcune gare in Europa ed alcune in Asia se nel frattempo i divieti di viaggio fossero eliminati. Dipenderà da come la situazione si svilupperà in tutto il mondo”.

MotoGP 2020: niente rischi inutili

“Se qualcuno venisse infettato da uno dei nostri eventi, saremmo incolpati per sempre”. Il timore c’è ed è un rischio che non è corretto prendersi, ha confermato Carmelo Ezepeleta. Tuttavia siamo tutti d’accordo nel pensare che “possiamo anche sopravvivere e annullare completamente la stagione 2020.”

Non prendiamoci in giro. – ha finalmente ammesso – I governi e le autorità sanitarie locali non ci consentiranno di organizzare un GP”..

MotoGP: stop allo sviluppo delle moto

Herve Poncharal, proprietario del Team Tech 3 e Presidente IRTA, ha infine confermato a Crash.net che verrà congelato lo sviluppo dei prototipi MotoGP.

“Abbiamo deciso tutti all’unanimità di mantenere le specifiche del 2020. Le specifiche del motore, così come le specifiche aerodinamiche, saranno congelate fino alla fine del 2021. È stata un’ottima decisione. Ridurrà gli investimenti per i produttori perché significa che la maggior parte della ricerca e sviluppo per il prossimo anno è già stata effettuata. Ciò aiuterà i produttori in questa difficile situazione, ma anche i team, poiché il canone di leasing, che è il principale costo tecnico per i team, dovrà essere ridotto perché la moto 2021 sarà la stessa.” – ha dichiarato il manager francese.

Rinviate le Olimpiadi e gli Europei di Calcio

Vale la pena ricordare che sono già stati rinviati gli Europei di Calcio e le Olimpiadi di Tokyo oltre allo stop di numerosi campionati come NBA e prestigiosi tornei di Tennis. Tuttavia, conviene non illudersi e pensare, tutti insieme, a fronteggiare al meglio il maledetto Coronavirus anziché sperare in una ripresa del Motorsport.

—–

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguiteci su Facebook, Twitter, Instagram e Flipboard. Non esitate ad inviarci le vostre opinioni e le vostre segnalazioni commentando i nostri post.

telegram