Codecasa Classic Yacht 24: il nuovo 24 metri disegnato dall’italiano Luca Dini

Caterina Di Iorgi
28/11/2022

Codecasa Classic Yacht 24: il nuovo 24 metri disegnato dall’italiano Luca Dini

Codecasa Classic Yacht 24: c’è il design e ci sono i contenuti tecnici. Il primo lo si può apprezzare già a colpo d’occhio, i secondi richiedono una più attenta analisi e spesso si apprezzano solo nell’uso di uno yacht. Tutto questo è particolarmente evidente nel Codecasa Classic Yacht 24 – F242, che colpisce subito per le sue linee un po’ retrò, ma che lascia intuire per gli allestimenti della coperta, in particolare nella zona poppiera, non solo un accattivante design, ma anche soluzioni tecnologiche di ultima generazione, frutto del lavoro della Studio Names di Francesco Rogantin.

Codecasa Classic Yacht 24: caratteristiche

Codecasa Classic Yacht 24

Tra i numerosi progetti che vedono Names impegnata oggi, spicca il Codecasa Classic Yacht 24 – F242, il nuovo 24 metri disegnato dall’italiano Luca Dini. Una sfida complessa, volta a coniugare le linee e il design degli Anni Sessanta con soluzioni tecnicamente avanzate.

Nello specifico, per il Codecasa Classic Yacht 24, lo studio Names ha dovuto studiare una particolare gruetta a totale scomparsa sul ponte principale per alare il tender custom di 4,8 metri: si tratta di una soluzione che riveste un ruolo basilare per lasciare completamente sgombra questa zona una volta che il tender è in acqua e permettere di allestire un living aperto totalmente sgombro da ogni attrezzatura. Altrettanto complesso e progettualmente impegnativo è stato lo studio della struttura del beach club poppiero che l’armatore aveva richiesto quasi interamente chiuso.

Una carena semidislocante da 25 nodi

Codecasa Classic Yacht 24

Il Codecasa Classic Yacht 24 – F242 è lungo 24 metri fuori tutto per un baglio massimo di 6,50 m; la motorizzazione è affidata a una coppia di MAN V12 da 1.550 cv l’uno, in grado di spingere le 90 tonnellate del dislocamento a pieno carico alla ragguardevole velocità di 25 nodi.

Merito anche della carena semidislocante, frutto dei calcoli di Francesco Rogantin, che è dotata di una tradizionale trasmissione a linea d’asse: la velocità di crociera è di 20 nodi e l’autonomia di 2100 nm a nove nodi grazie a un serbatoio carburante di 10 mila litri. L’allestimento degli interni prevede una cabina armatoriale sul ponte di coperta e tre cabine ospiti sul lower deck. A oggi, presso i Cantieri Navali Codecasa di Viareggio lo scafo è già in fase avanzata di allestimento e la consegna è prevista per l’estate 2023.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram.

Vi invitiamo a seguirci su Google News su Flipboard, ma anche sui social come FacebookTwitter, PinterestInstagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e le vostre esperienze commentando i nostri articoli.