Future-E Concept: lo yacht elettrico italiano che vola sull’acqua!

Robin Grant
11/01/2022

Future-E Concept: lo yacht elettrico italiano che vola sull’acqua!

Non solo le auto: la propulsione elettrica sta toccando tutti gli ambiti della mobilità, comprese aeronautica e nautica. A proposito di quest’ultima, nei giorni scorsi è stato presentato Future-E Concept, un progetto tutto italiano realizzato da Centrostiledesign: una yacht elettrico di lusso, come dimostrano il design ricercato e le finiture interne, che grazie a delle lamine retrattili è in grado di “levitare” sull’acqua mentre è in marcia, con un risultato molto scenografico.

I progettisti, insomma, hanno voluto dare una dimostrazione dell’evoluzione di questo settore della nautica nel futuro, con una nuova idea di lusso che unisca il comfort a tecnologia straripante. Per ora un “semplice” rendering, non è detto che sia destinato a rimanere tale con il giusto interesse da parte di papabili acquirenti.

Future-E Concept: efficiente e a impatto zero

L’idea nasce da tre ragazzi italiani: Davide Cipriani, CEO di Centrostiledesign da sempre appassionato di nautica e di industria marina; Massimo De Luca, ingegnere aerospaziale laureato a Palermo e specializzato in ingegneria navale in Polonia con esperienza in Ferretti Group e in Palmer Johnson e che in Centrostiledesign è responsabile di Architettura Navale e Project Management; e infine Alessandro Resta, CEO di Future-E Foiling nonché tecnico meccanico specializzato nella progettazione navale, che lavora in Centrostiledesign dal 2004.

Il progetto dei tre, aiutati ovviamente dal loro team, si presenta piuttosto interessante. Come detto, la caratteristica principale di Future-E Concept sono le sue lamine retrattili che permettono allo yacht non di galleggiare, ma di “fluttuare” sull’acqua, con il vantaggio di aumentare la stabilità contro la natura sempre imprevedibile del mare. Lo yacht è poi altamente sostenibile, non solo per i materiali di costruzione, ma anche grazie ai due motori elettrici che promettono di rendere l’imbarcazione a impatto zero. Centrostiledesigm mira infatti ad avere zero emissioni di carbonio, zero emissioni e, soprattutto zero onde.

Future-E

L’ultimo punto è da sottolineare: il progetto prevede che, quando lo yacht accelera oltre i 16 nodi, entri in modalità “full foiling”, emergendo dall’acqua. Una caratteristica che, da una parte, facilita la guida ad alta velocità anche grazie ai due motori elettrici, e dall’altra permette allo yacht di guadare con meno resistenza e, di conseguenza, di generare meno onde. Ovviamente, essendo un rendering, è tutto da dimostrare, ma sono caratteristiche che, se poi effettivamente reali, renderebbero il Future-E Concept uno degli yacht più efficienti, in grado di andare a velocità superiori ai 30 nodi e con grande agilità.

Lo yacht che sembra una supercar

Guardando lo Yacht, sia quando è aperto sia soprattutto quando è chiuso, sono evidenti i richiami al mondo delle auto, con sguardo alle coupé a due porte. Ad ogni modo, è una cosa voluta: lo scafo, minimal ed elegante, è ispirato a una supercar, e ancora di più lo sono le porte ad ali di gabbiano molto appariscenti.

Future-E

I materiali, si diceva, sono sostenibili: tutta la scocca è in fibra di carbonio riciclata, che tra l’altro riduce il peso del mezzo. Inoltre, per rimanere nell’ispirazione automobilistica, è pensato per essere disponibile sia come “coupé” sia come “cabriolet”. Completano le lamine retrattile che, chiuse, permettono di far apparire il Future-E Concept come una “normale imbarcazione“.

Future-E

Dentro è tutto iper tecnologico. La cabina è infatti stratificata e composta di grandi display touch che proiettano tutte le funzioni di controllo. Non si tratta di una nave di grandi dimensioni: il Future-E Concept è infatti un’imbarcazione a tre posti, di cui il sedile pilota è una vera e propria poltrona che può ruotare a 360 gradi, in modo da interagire con gli altri, i quali a loro volta dispongono di display per controllare gli aspetti della cabina. Il pavimento è in legno, i rivestimenti di materiali pregiati ma sostenibili (supponiamo), che aumentano la percezione di lusso.

Future-E

Future-E Concept punta poi all’insonorizzazione: il rendering dispone di un sofisticato sistema cinematico, come quello presente sulle auto da Formula 1, che riduce al minimo l’impatto delle onde rendendo l’esperienza di guida più confortevoli.

—–

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo auto e moto, sugli autovelox e su come difendersi dalle truffe, è possibile iscriversi gratis al canale Quotidiano Motori su Telegram. Vi invitiamo a seguirci anche su Google News cliccate qui sotto per l’iscrizione gratuita!

google news