Ford Ranger Raptor: come va il super pick-up di Ford [Test Drive]

Robin Grant
25/05/2020

Ford Ranger Raptor: come va il super pick-up di Ford [Test Drive]

Motore

2 L diesel biturbo

Potenza

213 CV

Cambio

automatico 10 rapporti

Ford Ranger Raptor Test Drive: dopo l’arrivo del Ford Ranger, il marchio americano ha deciso di consolidare la sua leadership nel settore con la versione Raptor, ovvero la più performante.

Ford Ranger Raptor: me lo consigli?

Ranger Raptor

Sicuramente un veicolo come il Ford Ranger Raptor è particolare. Si tratta di una di nicchia, specialmente in Italia: qui non è limitato solamente dalle sue dimensioni, ma anche e soprattutto dalla legislazione che ne permette esclusivamente l’immatricolazione come autocarro. Eppure, questo non ha ostacolato il Ranger, e quindi Ford, dall’aggiudicarsi la più grande fetta di mercato nel settore dei pick-up (circa il 32%).  E se già il Ranger tradizionale ha delle peculiarità che lo fanno preferire ai competitor, la versione Raptor eserciterà un fascino ancora più grande, per via delle sue prestazioni e del suo design dedicato.

Il Raptor arriva in Italia con un unico allestimento completo di tutto, a 50.000 euro + IVA (circa 65mila): un investimento sicuramente importante, ma che può fare la differenza per chi ha bisogno di grande capacità di carico e alte prestazioni per affrontare ogni genere di situazione.

PRO
  • Comfort all'americana
  • Doti in fuoristrada
  • Dotazioni Sicurezza
CONTRO
  • Visibilità posteriore
  • Plastiche migliorabili
  • Fatica in città

Ford Ranger Raptor Test Drive: esterni e interni

Bisogna partire da una piccola premessa: con il Ranger, Ford ha realizzato una versione europea del suo celebre F-150, il pick-up che in America da sempre riscuote enorme successo, e che gode anche lui di una versione Raptor. Proprio questo “sotto-marchio” nasce in realtà nell’ambito delle competizioni, e non è infatti un caso che sia parte del gruppo Ford Performance, lo stesso che si occupa dello sviluppo, per esempio, di Ford Focus ST ed RS, Ford Mustang in tutte le sue varianti, e di Ford GT. L’ F-150 Raptor quindi viene creato negli States per partecipare alla Baja1000, una mille miglia nella Bassa California (Messico) in cui viene richiesta alta velocità su terreni difficili, come sabbia, roccia, e altri tipi di terreno.

Ranger Raptor

Il successo che ha avuto la versione americana del Pick-up pompato ha spinto il team Ford Performance a sviluppare anche la versione Raptor del Ranger, che quindi arriva in questa seconda metà del 2019 dopo la prima presentazione, avvenuta a Maggio. Si notano subito le differenze tra il Ford Ranger Raptor e la sua versione più tradizionale: sicuramente salta all’occhio l’enorme calandra frontale brunita con la grande scritta Ford, e i paraurti in plastica scura, così come si notano le gomme specifiche dedicate all’off-road, il logo Raptor sulla fiancata e la maggiore altezza (di circa il 30%) e larghezza. Il posteriore, invece, rimane il medesimo se non per gli stessi paraurti in plastica. Rimangono invariati anche i fari anteriori sottili e con tecnologia full LED.

Ranger Raptor

All’interno, invece, le differenze sono un po’ meno evidenti: si nota il cruscotto con i LED rossi anziché nel classico blu Ford, e il logo Raptor nell’accensione del display da 7’’ ben incastonato nella console centrale. Per il resto, l’ambiente è meno grintoso rispetto al design esterno, e mantiene i comodi sedili in pelle, e la parte alta della plancia in pelle con cuciture a contrasto (rosse), mentre la plastica si trova solamente nelle parti inferiori.

Ford Ranger Raptor Test Drive: come va in offroad

Il lato più interessante è sicuramente quanto si trova sotto il cofano e sotto la carrozzeria. Ford Ranger Raptor viene commercializzato esclusivamente con motore diesel 2.0 Ecoblue da 213CV e 500 N/m di coppia, accompagnati da un cambio automatico a 10 rapporti (lo stesso motore che troviamo sulla Ford Mustang). La potenza del motore, quindi, non manca, ma serve per permettere al veicolo di cavarsela in ogni situazione: durante il Ford Ranger Raptor Test Drive nel percorso scelto dal marchio americano mi è capitato di incastrarmi e di riuscire a liberarmi proprio grazie alla spinta del Raptor, e ai grandi penumatici creati ad hoc e che gli consentono di rimanere sempre stabile e di non scivolare mai. Non ho detto che, ovviamente, la trazione è integrale.

Ranger Raptor

A questo si aggiungono anche le ottime Race-Bred Suspension (visibili anche dall’esterno del veicolo, perché spicca la loro colorazione blu brillante) sviluppate da Fox Racing Shox con la tecnologia Position Sensitive Damping, e che rispetto al Ranger normale hanno un 32% in più di escursione nell’avantreno e un 18% in più nel retrotreno.

La guida di un Ford Ranger Raptor è sicuramente un’esperienza. Per quanto mi riguarda, è stata la prima vera esperienza con un veicolo di questo tipo e l’ho trovata sicuramente interessante. Ciò che mi ha stupito durante il Ford Ranger Raptor Test Drive è la grande sensazione di comfort che il veicolo riesce sempre a lasciare: questo significa che se non avessi avuto la possibilità di vedere che mi trovavo in un percorso sconnesso e fangoso, difficilmente avrei capito a che livello di offroad mi trovassi.

Questo è molto indicativo di come ci si senta all’interno di questo veicolo, e non solo per l’ottimo lavoro delle sospensioni o per la comodità dei sedili. Mi riferisco anche all’infinita possibilità di settaggio e sistemi di sicurezza di cui è munito questo Ford Ranger Raptor.

Si possono scegliere 6 modalità di guida, 2 delle quali allroad (Normal e Sport) e ben 4 offroad: Neve/Erba/Ghiaia, Fango/Sabbia, Roccia e Baja, per la sabbia desertica. Il cambio, che come ho detto è automatico, è un po’ difficile da capire, specialmente su strada normale, dove ho notato che scala le marce anche quando non è necessario. Ma è comunque un buon cambio, che si può anche spostare in manuale per guidare a marce ridotte in modo da avere un’esperienza migliore proprio in fuoristrada. È, inoltre, possibile bloccare il differenziale e attivare un Sistema di assistenza alla discesa che fa entrare sempre un rumoroso ABS che mantiene il veicolo sempre stabile.

Oltre a questi sistemi di sicurezza specifici e studiati appositamente per questo Raptor, non mancano di certo quelli tradizionali come il Cruise Control, l’Assistente di Corsia o la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni. Il fatto che tutto possa essere attivato o disattivato è una buona cosa, perché permette a tutti di fare un’esperienza offroad molto emozionante: sia chi, come me, fa del fuori strada occasionale, sia chi lo fa per passione troveranno in questo Ranger Raptor fonte di grande divertimento.

Ford Ranger Raptor Test Drive: consumi

Il discorso dei consumi per un veicolo come questo è lo stesso che ho già fatto anche per un’auto come la Ford Focus ST, per rimanere in casa: non sono mezzi pensati per consumare poco, viste le prestazioni e in questo caso anche le dimensioni.

Ranger Raptor

Comunque a suo modo è riuscito a sorprendermi, visto che nella prova ho visto un consumo medio in tempo reale di circa 8 litri ogni 100km, in linea con quanto dichiarato dal costruttore.

Ford Ranger Raptor al Gamescom 2018

Redazione
22/08/2018

Ford Ranger Raptor al Gamescom 2018

Il Ford Ranger Raptor, sviluppato dal Team Ford Performance per i veri entusiasti dell’off-road, sarà in vendita in Europa dalla metà del 2019. Versione sportiva del Ford Ranger, sarà equipaggiato con la versione Bi-turbo del motore diesel EcoBlue 2.0, in grado di sprigionare 213 CV e 500 Nm di coppia, abbinata al nuovo cambio automatico a 10 rapporti.

L’imponente presenza su strada ed il design del pick-up Ford sono esaltati nelle prestazioni dal telaio sviluppato dal Team Ford Performance, ottimizzato per la guida in off-road alle alte velocità e in grado di adattarsi a ogni scenario di guida.

Inoltre, il nuovo Ford Ranger Raptor sarà protagonista di Forza Horizon 4, nuovo capitolo della celebre saga di videogame prodotta da Microsoft, in uscita per la fine dell’anno, che offrirà agli appassionati l’opportunità di sperimentarne, anche virtualmente, le incredibili performance. È la prima volta che un brand automotive sceglie la kermesse dedicata al gaming per il lancio di un nuovo veicolo.

 

Ford Ranger Raptor: il design

Svelato nella tonalità Ford Performance Blue con dettagli in colore Dyno Grey a contrasto, il design imponente del nuovo Ranger Raptor è stato guidato dalla ricerca del connubio tra prestazioni e funzionalità. La nuova griglia frontale è ispirata al Ford F-150 Raptor, il primo off-road truck di Ford ad alte prestazioni mai costruito. Dotazioni come fari allo xeno ad alta intensità e il caratteristico paraurti, ideato per prestazioni ottimali anche nel deserto, che include i nuovi fendinebbia a LED, sono realizzati con condotti per il ricircolo dell’aria che ne migliorano il flusso intorno al veicolo.

I parafanghi anteriori svasati sono stati progettati per meglio gestire i danni derivanti dall’utilizzo in fuoristrada e consentire una maggiore durata delle sospensioni e degli pneumatici di grandi dimensioni. Le pedane laterali sono elaborate specificamente per evitare che gli schizzi di fango colpiscano la parte posteriore del pick-up oltre a rappresentare punti di scarico per sabbia, fango e neve.

Il DNA Ford Performance si respira anche all’interno, dove la qualità artigianale, la scelta armoniosa dei colori e di materiali premium, sono espressione della volontà di assicurare un ambiente di guida sofisticato e resistente, sia per la guida su strada sia per i percorsi più impervi. I sedili imbottiti sono stati progettati appositamente per offrire il corretto supporto anche durante i momenti di guida alle alte velocità in off-road, con doppia consistenza delle imbottiture per il massimo comfort e l’uso di materiali ad effetto scamosciato per una migliore aderenza.

Le cuciture blu e i dettagli in pelle impreziosiscono l’intero abitacolo. I paddle al volante nel più leggero magnesio in stile racing, permettono cambi di marcia più fluidi e sono facilmente accessibili dall’impugnatura, in pelle traforata, del volante realizzato su misura. Inoltre, il volante è caratterizzato da un indicatore sul centro per aiutare i conducenti a tenere traccia della posizione delle ruote durante la guida in fuoristrada, al quale si aggiunge il badge Raptor, in rilievo.

Ford Ranger Raptor: com’è fatto

Costruito per resistere all’off-road più estremo, il telaio rinforzato del Ford Ranger Raptor è composto da acciai ad alta resistenza e acciai basso-legati, sviluppati per sopportare le sollecitazioni tipiche di scenari di guida accidentati e irregolari.

Le sospensioni del Raptor sono state appositamente realizzate per affrontare i terreni più impervi alle alte velocità, mantenendo sempre controllo e comfort totali. Gli ammortizzatori Fox con Position Sensitive Damping sono in grado di gestire al meglio tutte le condizioni del manto stradale, aumentando o riducendo le capacità di smorzamento delle sospensioni, con l’obiettivo di garantire, in ogni occasione, un’experience al volante del pick-up fluida e confortevole, sia durante le performance più estreme sia nel caso di percorsi stradali ‘più ordinari’.

Gli ammortizzatori ad alte prestazioni con pistoni da 46.6 mm sono supportati da bracci di controllo in alluminio e tralicci sporgenti nella parte anteriore e da un nuovo sistema di sospensioni customizzato da un leveraggio integrato di Watt nella parte posteriore, che consente all’asse di oscillare verso l’alto e il basso, attraverso un minimo movimento laterale. La capacità di frenata è stata ottimizzata grazie all’inserimento di pinze anteriori a doppio pistoncino, dischi anteriori ventilati da 332 mm per 32 mm; e dischi posteriori ventilati da 332 mm per 24 mm.

Gli pneumatici BF Goodrich 285/70 R17, adatti a tutti gli scenari stradali, sono stati sviluppati appositamente per il Ford Ranger Raptor. Con un diametro di 838 mm e una larghezza di 285 mm, il design della spalla è stato ottimizzato, per affrontare le condizioni di guida più straordinarie sempre in sicurezza, mentre quello del battistrada è stato realizzato per meglio adattarsi al fuoristrada, e garantire un’aderenza perfetta anche in presenza di asfalto bagnato, fango, sabbia e neve.

Il Ranger Raptor dispone anche di una particolare protezione per il sottoscocca realizzata per evitare gli eventuali urti dovuti alla guida in off-road. La piastra protettiva è stata realizzata in acciaio ad alta resistenza con spessore di 2.3 mm, che si aggiunge alle protezioni standard già previste per motore e sottoscocca del Ranger.

Ford Ranger Raptor: la tecnica

Il Ranger Raptor consente di scegliere tra sei modalità di Terrain Management System per affrontare una vasta gamma di scenari di guida, tra cui:

  • Modalità Normal – guidabilità e comfort in primo piano, abbinati al risparmio di carburante
  • Modalità Sport – reattività ai massimi livelli per una guida su strada adrenalinica
  • Modalità erba/ghiaia/neve – realizzata per garantire una guida sicura anche sulle superfici più scivolose e sconnesse
  • Modalità fango/sabbia – trazione ottimizzata per la gestione delle superfici a profondità deformabile come sabbia e fango
  • Modalità Rock – ideata per la percorribilità sui terreni rocciosi alle basse velocità, dove la scorrevolezza è fondamentale
  • Modalità Baja – Trazione ottimizzata per la guida in fuoristrada ad alta velocità, l’ideale per affrontare il Baja Desert Rally

Gli ingegneri Ford hanno testato le performance del motore Bi-turbo EcoBlue 2.0 che equipaggia il nuovo Ranger Raptor abbinato al cambio automatico a 10 rapporti per dimostrarne l’affidabilità nelle condizioni più faticose. I due turbocompressori, lavorando in serie ai bassi regimi del motore, ne aumentano coppia e reattività. Ai regimi più elevati, il turbocompressore a bassa pressione, di dimensioni maggiori, eroga il massimo della potenza.

Il Raptor condivide la trasmissione automatica a 10 rapporti con l’F-150, creata utilizzando acciaio ad alta resistenza, leghe di alluminio e materiali compositi per ottimizzarne durata e peso. L’utilizzo di algoritmi di pianificazione dello spostamento adattativi aiutano a garantire che la marcia giusta sia selezionata al momento giusto, in ​​tempo reale. La particolare calibrazione della trasmissione include anche la feature Live in Drive, con paddle al volante per la selezione manuale delle marce.

Le tecnologie di sicurezza e di assistenza alla guida, che ne aumentano la sicurezza e affidabilità, includono, tra le altre, una versione potenziata del Ford Stability Control che incorpora il Roll Mitigation Function, l’Electronic Stability Control, il Trailer Sway Control, l’Hill Start Assist, l’Hill Descent Control e il Load Adaptive Control.

A bordo del nuovo Ranger Raptor sarà possibile beneficiare di tecnologie sofisticate, progettate per rendere confortevole e pratico ogni viaggio, sia su strada sia durante le avventure in off-road, tra cui il sistema di comunicazione e intrattenimento Ford SYNC 3. Il sistema, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, consente ai conducenti di controllare le funzioni audio, di navigazione e climatizzazione, oltre che i dispositivi collegati, grazie a semplici comandi vocali.

Al centro della consolle, lo schermo touchscreen a colori da 8’’ con funzione pinch&swipe, dispone della tecnologia di navigazione satellitare che si attiva automaticamente in remoto nel caso di percorsi in zone off-line, con funzione Breadcrumb, in grado di lasciare una scia del proprio passaggio durante le esplorazioni più avventurose e adattarsi alle situazioni geografiche più estreme. Inoltre, la tecnologia FordPass Connect, grazie al modem integrato, permetterà di connettersi anche in movimento.